Oscar 2020: tutti i vincitori della 92ª edizione

Nella notte tra domenica e lunedì si è svolta la cerimonia di premiazione degli Oscar 2020, presso il Dolby Theatre di Los Angeles. L’Academy ha premiato nella categoria Miglior Film e Miglior Regia il sudcoreano “Parasite“, che torna a casa con quattro statuette.

Trionfo di “Parasite”

Parasite film

Parasite

Tante vittorie previste agli Oscar 2020, privi come lo scorso anno di un presentatore ufficiale e trasmessi negli States dalla ABC. La cerimonia si è svolta senza troppe polemiche politiche a parte l’attacco di Brad Pitt a Trump e le parole di Joaquin Phoenix che, dopo aver ricordato il fratello ucciso da un overdose 26 anni fa, ha parlato della lotta alle ingiustizie e del dolore inflitto dagli uomini agli animali.

Il più premiato tra tutti è stato “Parasite” che, oltre alla statuetta per il Miglior Film (il primo lungometraggio straniero a essere premiato in questa categoria) e la Miglior Regia a Bong Joon Ho, ha ottenuto anche i premi per il Miglior Film Internazionale e la Miglior Sceneggiatura originale. Una pellicola, quella sudcoreana, apprezzata già allo scorso Festival di Cannes dove aveva ricevuto la Palma d’oro e ai Golden Globe dove figurava vincente nella categoria Miglior Film Straniero.

Nel momento in cui ha ritirato il premio, Bong Joon-ho ha ringraziato Martin Scorsese, considerato maestro e fonte di ispirazione durante gli anni di studio, e Tarantino, uno dei suoi registi preferiti.

Assolutamente previsti e meritati i riconoscimenti a Joaquin Phoenix come Miglior Attore Protagonista nei panni di Arthur Fleck/Joker e Renée Zellweger come Miglior Attrice Protagonista, senza ombra di dubbio perfetta nel ruolo di Judy Garland nel biopic “Judy“. Entrambi si riconfermano vincenti per le categorie nelle quali erano stati già riconosciuti ai Golden Globe, così come Brad Pitt e Laura Dern riconfermano la loro vittoria nelle categorie Miglior Attore/Attrice non Protagonista.

Film in gara con il numero più alto di nomination, ben undici, “Joker” è stato inoltre insignito del premio per la Migliore colonna sonora a Hildur Guðnadóttir.

Deluse le aspettative per i tre lavori presenti con 10 candidature

C’era una volta a… Hollywood” di Tarantino, oltre alla statuetta per il Miglior Attore non Protagonista, ha ottenuto quella nella categoria Migliore Scenografia a Barbara Ling e Nancy Haigh; mentre “1917” di Sam Mendes è stato premiato per la Migliore Fotografia a Roger Deakins, Migliori Effetti Speciali a Greg Butler, Dominic Tuohy e Guillaume Rocheron e
Miglior sonoro a Mark Taylor e Stuart Wilson. Torna invece a casa a bocca asciutta Martin Scorsese che non ha avuto nessun riconoscimento per “The Irishman”.

Tra gli altri “Piccole donne” è stato vincente nella categoria Miglior Costumi, “Jojo Rabbit” in quella per la Miglior Sceneggiatura non Originale e “Bombshell – La voce dello scandalo” per Miglior Trucco e Acconciatura e “Toy Story 4” per Miglior Film d’animazione.

Stefano Mazzola

Oscar 2020 – L’elenco dei vincitori

MIGLIOR FILM

MIGLIOR REGIA

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

ATTRICE NON PROTAGONISTA

  • Cathy Bates (Richard Jewell)
  • Laura Dern (Storia di un Matrimonio)
  • Scarlett Johansson (Jojo Rabbit)
  • Florence Pugh (Piccole Donne)
  • Margot Robbie (Bombshell)

MIGLIOR COSTUMI

  • The Irishman
  • Jojo Rabbit
  • Joker
  • Piccole Donne
  • C’era una volta a… Hollywood

COLONNA SONORA

CORTOMETRAGGIO ANIMATO

  • Dcera (Daughter)
  • Hair Love
  • Kitbull
  • Memorable
  • Sister

CORTOMETRAGGIO LIVE ACTION

  • Brotherhood
  • Nefta Football Club
  • The Neighbors’ Window
  • Saria
  • A Sister

MIGLIOR MONTAGGIO AUDIO

  • Le Mans ’66 – La Grande Sfida
  • Joker
  • 1917
  • C’era una volta a… Hollywood
  • Star Wars: L’Ascesa di Skywalker

MIGLIOR SONORO

  • Ad Astra
  • Le Mans ’66 – La Grande Sfida
  • Joker
  • 1917
  • C’era una volta a… Hollywood

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

MIGLIOR FOTOGRAFIA

  • The Irishman
  • Joker
  • The Lighthouse
  • 1917
  • C’era una volta a… Hollywood

MIGLIOR MONTAGGIO

  • Le Mans ’66 – La Grande Sfida
  • The Irishman
  • Jojo Rabbit
  • Joker
  • Parasite

MIGLIOR LUNGOMETRAGGIO DOCUMENTARIO

  • American Factory
  • The Case
  • The Edge of Democracy
  • For Sama
  • Honeyland

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO DOCUMENTARIO

  • In the Absence
  • Learning to Skateboard in a War Zone for a Girl
    Life overtakes me
  • St Luis Superman
  • Walk Run Cha-cha

MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

  • Corpus Christi (Poland)
  • Honeyland (Nord Macedonia)
  • I Miserabili (Francia)
  • Dolor y Gloria (Spagna)
  • Parasite (Corea del Sud)

MIGLIOR TRUCCO E PARRUCCO

MIGLIOR EFFETTI VISIVI

MIGLIOR SCENEGGIATURA ADATTATA

  • The Irishman
  • Jojo Rabbit
  • Joker
  • Piccole Donne
  • I Due Papi

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

  • “I Can’t Let You Throw Yourself Away” da “Toy Story 4”
    Musica e testi di Randy Newman
  • (I’m Gonna) Love Me Again” da “Rocketman
    Music by Elton John; Lyric by Bernie Taupin
  • “I’m Standing With You” da “Breakthrough”
    Music and Lyric by Diane Warren
  • “Into The Unknown” da “Frozen 2 – Il segreto di Arendelle
    Music and Lyric by Kristen Anderson-Lopez and Robert Lopez
  • “Stand Up” da “Harriet”
    Music and Lyric by Joshuah Brian Campbell and Cynthia Erivo

MIGLIOR SCENOGRAFIE

  • The Irishman
  • Jojo Rabbit
  • 1917
  • C’era una volta a… Hollywood
  • Parasite

10/02/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *