Richard Jewell (2019)

Richard Jewell - Recensione: un piccolo grande eroe americano

Richard Jewell - recensione

Clint Eastwood porta al cinema la storia vera dell'eroe che ha salvato molte vite, scoprendo la bomba durante le olimpiadi estive di Atlanta del 1996. Richard Jewell, dopo aver fatto il possibile, seguendo i protocolli, per ridurre al massimo le vittime dell'esplosione, si è ritrovato per un brevissimo periodo ad essere osannato come un eroe nazionale. Poi, all'improvviso, la caduta: l'FBI lo accusa di aver messo la bomba, la stampa viene a saperlo e così, in men che non si dica, l'uomo si ritrova vittima del fuoco incrociato di due potenze micidiali: il governo americano e i media.

Richard Jewell: un gioiello di recitazione

Il film è girato come un perfetto, classico dramma americano. Una fotografia elegante, colonna sonora dolce e mai invadente, movimenti di camera morbidi e puliti, senza fronzoli, e una regia che concentra l'attenzione dello spettatore sui volti degli attori e sulle loro performance.

Nel ruolo del protagonista, Richard Jewell, troviamo Paul Walter Hauser (già apparso in "Tonya" e "BlacKkKlansman"), vera rivelazione di questo film. Hauser costruisce un personaggio molto caratterizzato, esteticamente identico al vero Richard fin nei dettagli, eppure incredibilmente profondo e umano. Il modo in cui lo interpreta è magistrale. Nonostante divida la scena con due veri mostri sacri, Sam Rockwell e Kathy Bates (che con questo film ha ricevuto una nomination ai Golden Globes), riesce sempre a tenere testa ai colleghi, bucando lo schermo.

Sam Rockwell si conferma un interprete incredibilmente versatile e in grado di regalare dignità e autenticità, assieme ad un tocco personale, a qualsiasi ruolo interpreti. Kathy Bates, nel ruolo della madre di Jewell, interpreta un monologo di fronte alla stampa che risulta come il momento più commovente ed efficace di tutto il film.

Anche Jon Hamm svolge egregiamente il suo lavoro, ma il suo ruolo lo rende antipatico al pubblico, proprio perché lo interpreta alla perfezione.

Richard Jewell: scrittura e regia pulite ed efficaci

Richard Jewell

Clint Eastwood dirige da manuale, ricreando l'ambientazione storica con un'accuratezza maniacale. La sceneggiatura è intelligente e tratteggia i personaggi con dialoghi semplici ed efficaci. Clint semplicemente accompagna lo spettatore nel viaggio. Racconta la storia con delicatezza e pulizia e permettendo ai suoi interpreti di brillare.

"Richard Jewell" è un film al cento per cento americano, con tutti i pro ed i contro del caso. Un meccanismo perfetto, pulito ed efficiente. L'altro lato della medaglia è che il film non riserva sorprese. È esattamente quello che ci si può aspettare guardando il trailer. Un prodotto efficace e lineare, privo di sorprese, ma valorizzato da delle performance attoriali di altissimo livello.

Nicola De Santis

  • Regia: Clint Eastwood
  • Cast: Sam Rockwell, Paul Walter Hauser, Dexter Tillis, Olivia Wilde, Jon Hamm, Kathy Bates, Wayne Duvall
  • Genere: Biografico, colore
  • Durata: 129 minuti
  • Produzione: USA, 2019
  • Distribuzione: Warner Bros Italia
  • Data di uscita: 16 gennaio 2020

Richard Jewell poster"Richard Jewell" è un film drammatico biografico diretto e prodotto dal Premio Oscar Clint Eastwood e scritto da Billy Ray, sceneggiatore già candidato all'Oscar grazie alla storia vera "Captain Phillips". Basato sull'articolo di Marie Brenner pubblicato su Vanity Fair del 1997 "American Nightmare: The Ballad of Richard Jewell", è presentato in anteprima mondiale all'AFI Fest 2019.

Richard Jewell: la lotta di un eroe nazionale contro i media

Il film descrive il bombardamento del Centennial Olympic Park durante le Olimpiadi estive del 1996 ad Atlanta, Georgia e le sue conseguenze: la guardia di sicurezza Richard Jewell riferisce di aver trovato la bomba e avvisa le autorità di evacuare, ma il dispositivo esplode prima che tutti siano al sicuro, causando la morte di due persone e ferendone altre 111. Il bilancio sarebbe potuto essere più tragico senza il tempestivo intervento dell'agente Jewell che, salvando numerose vite, diventa immediatamente l'eroe.

Pochi giorni dopo, tuttavia, quella stessa azione lo trasforma nel sospettato numero uno dell'FBI, che lo accusa di aver piazzato lui stesso l'ordigno esplosivo. Diffamato dalla stampa e dalla popolazione, Richard Jewell scopre di essere impotente davanti al crollo della sua vita e, insieme al suo avvocato indipendente Watson Bryant, di doversi scontrare con poteri al di fuori di ogni portata.

Richard Jewell: cast e produzione

Richard Jewell è interpretato da Paul Walter Hauser ("Tonya" del 2017 di Craig Gillespie e "BlacKkKlansman" del 2018 di Spike Lee) e al suo fianco, nei panni dell'avvocato Bryant, troviamo il Premio Oscar Sam Rockwell ("Tre manifesti a Ebbing, Missouri" del 2017 e "7 psicopatici" del 2012 di Martin McDonagh). Nel cast anche Kathy Bates ("Highwaymen - L'ultima imboscata" del 2019 di John Lee Hancock e "La mia vita con John F. Donovan" del 2018 di Xavier Dolan), Jon Hamm ("Baby Driver - Il genio della fuga" del 2017 di Edgar Wright e "The Report" del 2019 di Scott Z. Burns) e Olivia Wilde ("The Lazarus Effect" del 2015 di David Gelb e "Tron: Legacy" del 2010 di Joseph Kosinski).



Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *