I due papi (2019)

  • Titolo originale: Two Popes
  • Regia: Fernando Meirelles
  • Cast: Jonathan Pryce, Anthony Hopkins, Juan Minujín, Sidney Cole, Thomas D Williams, Federico Torre, Pablo Trimarchi, Matthew T. Reynolds, María Ucedo, Juan Miguel Arias
  • Genere: Biografico, colore
  • Durata: 125 minuti
  • Produzione: USA, 2019
  • Distribuzione: Netflix
  • Data di uscita: 2 dicembre 2019

I due papi poster Dopo "Passioni e desideri" del 2011, Fernando Meirelles torna a dirigere Anthony Hopkins in un dramma intimista che affronta, con sguardo lucido, il delicato periodo storico che ha attraversato la Chiesa Cattolica dopo il ritiro di Papa Benedetto XVI.

I due papi: due attori a confronto

Il film di Meirelles si fa carico di raccontare con coraggio uno dei passaggi di potere più inquietanti della Chiesa Cattolica.

La storia prende inizio quando il cardinale Bergoglio (Jonathan Pryce), stanco e amareggiato dalla direzione intrapresa dalla Chiesa, "suggerisce" a Papa Benedetto XVI(Anthony Hopkins) di ritirarsi. Ne segue un periodo nerissimo, tra scandali e profondi dubbi, che porterà a una lotta interna tra desiderio di progresso e tradizioni giudicate inviolabili.

I due papi: cast e produzione

Fernando Meirelles, classe '55, è un regista brasiliano, la cui fama deriva principalmente dalla realizzazione del bellissimo thriller "City of God", candidato ai Golden Globes come Miglior Film Straniero nel 2002, e dell'ottimo "The Costant Gardener - La Cospirazione", tratto da un romanzo di John le Carrè e interpretato da Ralph Fiennes e Rachel Weisz.

"I due Papi" si avvale delle brillanti intepretazioni di Anthony Hopkins, vincitore del premio Oscar nel 1992 per l'iconico ruolo di Hannibal Lecter ne "Il silenzio degli innocenti" diretto dal compianto Jonathan Demme (personaggio già precedentemente portato sul grande schermo dal fantastico Brian Cox nel capolavoro di Michael Mann "Manhunter") e di Jonathan Pryce, sublime attore britannico, protagonista di quella pietra miliare della fantascienza distopica/Orwelliana del 1985 che corrisponde al nome di "Brazil", diretto dal geniale Terry Gilliam.

Recentemente Pryce è stato nuovamente scelto da Gilliam come protagonista per il suo straordinario "L'uomo che uccise Don Chisciotte" (2018).



Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *