Box Office USA: James Mangold in pole position

(Box Office USA: incassi 15 – 17 novembre 2019) Si tratta di un weekend all’insegna dell’azione per i botteghini degli Stati Uniti, che premiano “Le Mans ‘66 – La grande sfida”, per poi a seguire “Midway” e “Charlie’s Angels”.

Box Office USA: Christian Bale e Matt Damon sfrecciano verso la vittoria

Midway film

Midway

Dopo i flop importanti di “Ad Astra” e “Dark Phoenix”, la Fox sembra iniziare a riprendersi sul territorio natio con “Le Mans ‘66 – La grande sfida”, l’affascinante e avvincente storia della rivalità tra Ford e Ferrari nell’ambito delle macchine da corsa. Il regista James Mangold si avvale di due attori protagonisti strepitosi, Bale e Damon, e di una buona dose di nostalgia per arrivare in prima posizione con 31.037.000 dollari.

Scalzato dal gradino più alto, “Midway” si aggiudica il secondo posto. Il film dalle tinte guerresche di Roland Emmerich, che si sofferma sugli scontri tra Stati Uniti e Giappone durante la Seconda Guerra Mondiale, aggiunge altri 8.750.000 dollari al totale di 35.140.773 dollari.

Si tratta invece di un terzo posto che brucia per “Charlie’s Angels”, la pellicola reboot firmata da Elizabeth Banks. Il Box Office USA non sembra infatti aver particolarmente apprezzato un film che aveva il potenziale di attirare a sé un vasto pubblico di amanti del genere action, giovanissimi e adulti già fan dei precedenti capitoli dell’ormai storica saga. Il debutto è di 8.600.000 dollari.

Scivola al quarto posto, fuori dal podio, la commedia “Playing with Fire”, che mostra un John Cena più disinvolto e a suo agio nelle vesti di attore rispetto alla rigidezza impacciata degli esordi. La star del mondo del wrestling potrebbe rivelarsi un valido assetto sul grande schermo, mentre per ora il film arriva a un totale di 25.497.824 dollari con un parziale di 8.550.000 dollari.

In quinta posizione c’è la pellicola natalizia “Last Christmas”, che vede una frizzante Emilia Clarke calata in una commedia romantica con tutti i crismi. Si tratta di un successo forse inaspettato per un’opera del genere, ma la presenza della beniamina del fantasy ha fruttato un incasso totale di 22.575.765 dollari e un parziale di 6.700.000 per il weekend.

Ewan McGregor al sesto posto

Doctor Sleep pellicola

Doctor Sleep

Doctor Sleep”, l’horror targato Mike Flanagan che può vantare un protagonista interpretato da un grande Ewan McGregor, slitta fino alla sesta posizione. Il Box Office USA potrebbe non essere stato convinto da una strategia di marketing che si è concentrata troppo sul rievocare “Shining” per valorizzare l’opera in sé e il weekend aggiunge 6.181.000 dollari al totale di 25.039.159 dollari.

In settima posizione debutta “L’inganno perfetto”, il thriller con gli iconici Ian McKellen ed Helen Mirren nei panni di una coppia pronta a scoppiare al minimo passo falso. L’incasso relativo al primo weekend ammonta a 5.656.000 dollari.

All’ottavo posto si trova “Joker”, ormai consacrato come vittoria assoluta per il regista Todd Phillips con altri 5.635.000 dollari e un totale di 322.599.593. Il film è arrivato ufficialmente al miliardo per quel che riguarda i mercati globali, record stabilito per la prima volta da un film vietato ai minori.

Scivola fino alla nona posizione, ma resiste ancora all’interno della top ten, il secondo capitolo della saga di Malefica, “Maleficent – Signora del Male”. Il sequel va a incassare nel weekend 5.247.000 dollari, arrivando a 106.040.384 in totale.

Chiude la classifica al decimo postoHarriet”, di Kasi Lemmons, con un incasso di 4.780.000 dollari che porta la pellicola sulla condizione degli schiavi afroamericani a un totale di 31.882.990 dollari. Cynthia Erivo, che interpreta la protagonista, potrebbe ricevere una nomination per gli Oscar.

Gaia Sicolo

18/11/2019

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *