Box Office USA: “Toy Story 4” ancora al primo posto

(Box Office USA: incassi 28-30 giugno 2019) Ecco la classifica delle dieci pellicole che hanno incassato di più durante il weekend negli USA, tra film d’animazione, horror, cantanti, supereroi e vari sequel.

“Toy Story” mantiene la prima posizione

Box office USA secondo posto

Il ritorno al cinema della saga di “Toy Story” sta ricevendo l’apprezzamento sia della critica che del pubblico, come dimostra il primo posto in classifica al botteghino statunitense, dove ha incassato nell’ultimo weekend quasi 58.000.000 dollari (236.921.809 dalla data di uscita). Il film è uscito negli USA il 21 giugno e ha da subito conquistato la cima, raggiungendo finora in tutto il mondo 496.521.809 di guadagni.

A una notevole distanza di incassi (20.370.000  dollari e 31.204.459 dollari totali), ma comunque al secondo posto, troviamo un altro sequel: l’horror “Annabelle 3” incentrato sulle vicende della bambola indemoniata inaugurate nel 2014.

Ultimo classificato del podio con 17.000.000 di dollari è invece il debuttante “Yesterday“, la pellicola che racconta di un giovane cantante che, dopo essersi risvegliato da un incidente, si ritrova in un mondo che non ha mai conosciuto i Beatles. Il ragazzo allora decide di dare una svolta alla sua mediocre carriera musicale, appropriandosi delle canzoni della celebre band britannica degli anni ’60. Il film, che nel cast conta tra gli altri anche il cantante Ed Sheeran, non è ancora uscito in Italia ma arriverà presto, il prossimo 4 luglio.

Scalzato dal podio il live action “Aladdin“, che però dopo sei settimane di programmazione mantiene comunque un dignitosa quarta posizione con 9.344.000 dollari e ben 305.861.946 dollari complessivi.

Chiude la prima cinquina “Pets 2 – Vita da animali“, un film d’animazione rivolto principalmente a un pubblico di più piccoli e ricco di messaggi importanti (7.090.000 dollari nel week end e un totale di 131.202.000 dollari).

Box office USA: ritorna “Avengers: Endgame” e cerca di battere “Avatar”

Box office USA top ten

Apre  invece la seconda metà di questa classifica “Men in black: International“, la pellicola di fantascienza con Chris Hemsworth e Tessa Thompson, già sua collega nel cinecomic “Thor Ragnarok” (2017) e nell’ultimo film sulla saga dei supereroi dell’universo Marvel (6.550.000 dollari per un totale di 65.030.511 dollari).

E a proposito di quest’ultimo, a ben 10 settimane dal suo debutto, “Avengers: Endgame” è settimo con la sua versione estesa, per una durata di 3 ore e 8 minuti (5.537.000 dollari, 841.318.161 complessivi). L’opera dei fratelli Russo finora ha guadagnato 2.761.318.161 di dollari, conquistando il secondo posto nella classifica dei film con il maggiore incasso della storia del cinema . Ma adesso questa manciata di minuti in più potrebbero portarlo a superare anche “Avatar” (2009) di James Cameron e raggiungere così il gradino più alto.

Occupa il terzultimo posto del box office un altro horror con protagonista un giocattolo posseduto, “La bambola assassina“, che realizza 4.276.607 dollari e 23.405.006 dollari totali.

Segue al nono posto con 3.870.000 dollari e 84.173.960 dollari complessivi, il biopic musicale che racconta la vita del cantante Elton John: “Rocketman“. Quest’ultimo però con i suoi 165.573.960 di dollari guadagnati in tutto il mondo è molto lontano dall’altra recente pellicola incentrata su una star della musica internazionale, vale a dire “Bohemian Rhapsody” (2018), che invece ha superato i 900 milioni di dollari.

Infine, chiude la classifica dei primi dieci film più visti negli States “John Wick 3 – Parabellum“, il terzo capitolo dell saga thriller con l’amato Keanu Reeves (3.175.000 dollari, 161.315.088 dollari complessivi).

Maria Concetta Fontana

01/07/2019

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *