Box Office USA: Rey ancora regina

(Box Office USA: incassi 3 – 5 gennaio 2020) “Star Wars: L’ascesa di Skywalker” continua a rimanere imbattuto ai botteghini americani, mentre “Jumanji: The Next Level” e “Piccole donne” si accontentano dei gradini più bassi del podio.

Box Office USA: continua il successo per J.J. Abrams

Jumanji: The Next Level film

Jumanji: The Next Level

“Star Wars: L’ascesa di Skywalker” si classifica al primo posto con un nuovo record per inaugurare l’anno: il film infatti, sebbene uscito nel 2019, è il primo a raggiungere il miliardo globale nel 2020 in termini di incassi. Sul suolo natio l’incasso totale è invece di 450.800.000 dollari, ancora inferiore rispetto a “Star Wars: Gli ultimi Jedi”, con un parziale di 33.700.000 dollari.

Ottima tenuta per “Jumanji: The Next Level”, che continua ad aggiudicarsi il secondo posto senza riuscire a scalzare il proprio rivale, ma entusiasmando ugualmente le platee di tutto il mondo. Il secondo capitolo di questa nuova, amata saga infatti 26.500.000 dollari a un traguardo totale di 236.200.000 dollari al Box Office USA.

Anche “Piccole donne” cala solo del 19%, con un terzo posto di tutto rispetto per l’opera di Greta Gerwin. Il film sta raccogliendo consensi unanimi da pubblico e critica, per un incasso parziale nel weekend di 13.600.000 dollari. Il totale ammonta a 60.000.000 dollari.

Si tratta invece di un esordio a dir poco deludente per “The Grudge”, il remake di Nicolas Pesce. L’horror infatti è stato stroncato in maniera impietosa e va a posizionarsi solo in quarta posizione con 11.300.000 dollari nel suo primo weekend al cinema.

Frozen 2 – Il segreto di Arendelle” chiude la top-five al quinto posto, ma continua a riconfermarsi un titano dalla capacità di magnetizzare la propria audience e mantiene un’ottima performance con l’aggiunta di altri 11.300.000 dollari a uno strabiliante totale di ormai 449.900.000 dollari.

Super spie al sesto posto

Spie sotto copertura pellicola

Spie sotto copertura

Will Smith slitta fino alla sesta posizione alla seconda settimana in programmazione. “Spie sotto copertura”, la simpatica storia di un agente segreto trasformato in piccione, continua a risentire della concorrenza ma arriva comunque a un incasso totale di 46.700.000 dollari con un parziale di 10.100.000 dollari.

Cena con delitto – Knives Out”, invece, viene ancora premiato dal Box Office USA e cala solo del 9%, aggiudicandosi il settimo posto. L’acclamato giallo di Rian Johnson va a integrare altri 9.000.000 dollari a una cifra di tutto rispetto di 130.300.000 dollari.

All’ottavo posto c’è la drammatica interpretazione di Adamn Sandler in “Uncut Gems”, che raggiunge un incasso totale di 36.800.000 dollari. L’incasso parziale relativo al weekend è di 7.800.000 dollari.

In nona posizione si trova “Bombshell”, la pellicola ispirata a una storia vera che tratta dello scandalo che coinvolse la Fox. Il film non convince troppo i botteghini statunitensi, nonostante il cast d’eccezione, e guadagna 4.100.000 dollari nel weekend, per un totale di 24.600.000 dollari.

All’ultimo posto, in decima posizione, si trova il controverso, incredibile disastro di Tom Hooper. “Cats” è già sull’orlo di lasciare le classifiche e riesce ad aggiungere solo 2.600.000 dollari a un incasso di 24.700.000 dollari, dopo esserne costato circa 100.000.000.

Gaia Sicolo

06/01/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *