Box office USA: “Bad Boys for Life” campione d’incassi

(Box office USA: week end 17 – 19 gennaio 2020) É “Bad Boys for Life” a guidare la top ten dei film più visti in America nel week end. Secondo classificato “Dolittle“, seguito dal kolossal “1917“.

Box office USA: “Bad Boys for Life” un sequel vincente

Box office USA Dolittle

Dolittle

“Bad Boys for Life”, terzo capitolo della saga iniziata nel 1995 con “Bad Boys” diretto da Michael Bay, al lavoro anche per il secondo capitolo uscito nelle sale cinematografiche nel 2003, si aggiudica la prima posizione con 59.175.000 dollari. La pellicola con Will Smith e Martin Lawrence, rispettivamente nei panni di Michael “Mike” Lowrey e Marcus Barnett, distribuita da Sony in 3.775 sale, ha realizzato una media per copia di 15.675 dollari e un incasso superiore a quello del secondo capitolo che debuttò con 46.5 di dollari.

Non apprezzabile invece il risultato della seconda posizione, occupata da “Dolittle”, sesto adattamento dei romanzi con protagonista il celebre dottore in grado di parlare con gli animali. Il film con Robert Downey Jr. protagonista deve accontentarsi di 22.530.000 dollari (5.422 dollari di media per copia, 4.155 sale), una cifra molto lontana dai 175 milioni spesi e dai 144.156.605 guadagnati dal primo capitolo o dai 112.952.899 dollari del secondo.

Passa dalla prima alla terza posizione con 22.140.000 dollari e un totale di 76.756.984 dollari “1917”, già vincitore di due Golden Globe (Miglior Film e Miglior Regia), un PGA Award 2020 e in gara agli Oscar in ben 10 categorie. Distribuito in 3.612 sale con una media di 6.129 dollari a sala, il lavoro di Sam Mendes registra un calo del 40,2% rispetto alla scorsa classifica.

Perde una posizione ed è quarto con 9.565.000 dollari “Jumanji: The Next Level“, un’ottima tenuta per la pellicola della Sony che subisce un calo del 31,7%, con una media di 2.878 dollari in 3.323 sale, per un totale di 270.477.975 dollari.

Chiude la top five del box office USA “Star Wars: L’ascesa di Skywalker” che al suo quinto week end è in calo del 44,9% con i suoi 8.374.000 dollari, raccolti nelle 3.058 sale, una media di 2.738 dollari e un bottino totale di 492.019.801 dollari complessi.

Nessuna new entry nella seconda metà della top ten

Il diritto di opporsi al box office USA

Il diritto di opporsi

Sesta posizione per “Il diritto di opporsi“, diretto da Destin Daniel Cretton con Michael B. Jordan e Jamie Foxx.  Il biopic sulla storia dell’afroamericano Walter McMillian, al quarto week end di permanenza nelle sale, realizza 6 milioni tondi tondi, ottenuti in 2.457 sale con una media per copia di 2.442 dollari e un totale di 19.612.643 dollari.

Scende in settima posizione dalla sesta con 5.910.000 dollari “Piccole donne” che arriva a 84.401.052 dollari complessivi, mentre “Cena con delitto – Knives Out” dopo otto settimane sale di una posizione ed è ottavo con 4.300.000 dollari e 145.977.387 dollari totali.

Fanalini di coda di questo box office USA sono: al nono posto “Amiche in affari” in calo del 61,6% al secondo week end con 3.840.000 dollari e 16.923.588 dollari totali e al decimo, con 3.717.000 dollari e un totale di 464.868.690 dollari, “Frozen 2 – Il segreto di Arendelle“, proiettato ancora in 2.080 schermi dopo nove week end di permanenza nelle sale.

Lorenzo Buellis

20/01/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *