Rooney Mara

Rooney Mara comincia la sua carriera di attrice quasi per caso, spinta dalla passione, trasmessa dalla mamma, per i grandi classici come "Via col vento", "Rebecca la prima moglie" e "Susanna". Il suo amore per il cinema la porta ad affermarsi come interprete, tanto che viene nominata ai Golden Globe, agli Oscar e vince un premio al Festival di Cannes nel 2015.

Rooney Mara: la strada verso il successo

(Bedford, 17 Aprile 1985)

Rooney Mara

Nata a Bedford, un paese di Westchester County, nello stato di New York, il 17 aprile del 1985, in una famiglia decisamente agiata e legata al mondo dello sport (il nonno paterno fondò la squadra di football americano dei New York Giants, di cui suo padre è attualmente vicepresidente, e quello materno fondò quella dei Pittsburgh Steelers), Rooney Mara comincia la sua carriera di attrice quasi per caso: durante gli anni del liceo alla Fox Lane High School, si cimenta nella recitazione solo una volta, prende il diploma nel 2003, e prima di seguire le orme di sua sorella Kate, si iscrive alla New York University per studiare psicologia, scienze politiche e scienze sociali internazionali, specializzandosi nel no-profit.

I primi lavori importanti: “Nigthmare” e “The Social Network”

Nel 2005, quando è da poco all'università, Rooney interpreta i primi ruoli d’attrice come quello di Giulietta a teatro. Avendo un cognome così conosciuto, si presta volentieri come testimonial per l'organizzazione non-profit Faces of Kiberia, che aiuta i bambini orfani di Nairobi.
Dopo aver partecipato a “Urban Legend 3” come comparsa, lavora in diverse serie come “Law & Order”, “Women's Murder Club” e “ER - Medici in prima linea”, oltre ad altre piccole partecipazioni cinematografiche.

Con l'avvicinarsi della laurea, che otterrà nel 2010, Rooney Mara intensifica la sua attività: nel 2009 è con Michael Cera in “Youth in Revolt” e nel 2010 ricopre il ruolo di Nancy nel remake di “Nightmare” diretto da Samuel Bayer, e quello di Erica Albright, la fidanzata di Mark Zuckerberg che, mollandolo, lo porta involontariamente alla creazione di Facebook in “The Social Network” di David Fincher.

Quest’ultimo resta colpito dalla sua interpretazione, a tal punto da affidarle la parte di Lisbeth Salander nel suo “Millennium”, adattamento del primo volume della trilogia di Stieg Larsson. Il film le richiede una dura preparazione e un’estrema trasformazione fisica, che però le porta una nomination ai Golden Globe e una ai premi Oscar.

I successi più rilevanti e il premio come miglior attrice in “Carol”

Notata da Terrence Malick, entra nel cast di “Weightless”, nelle sale nel 2016.

Oramai affermata, Rooney Mara deve rinunciare al ruolo da protagonista in “Zero Dark Thirty” a causa delle numerose richieste, ma veste i panni della ex del protagonista di “Her” (2013) di Spike Jonze. Sul set di questo film incontra Joaquin Phoenix che diventerà suo marito nel 2019 e dalla cui unione nascerà un figlio nel 2020.

Sempre nel 2013 lavora con Steven Soderbergh nel thriller “Effetti collaterali”, oltre a recitare in “Senza santi in paradiso” di David Lowery. Nel 2014 si dedica invece a e “Trash” di Stephen Daldry.

Al Festival di Cannes 2015 Rooney Mara ottiene il premio come Miglior Attrice per la sua interpretazione della ragazza alle prese con la prima educazione sentimentale in “Carol” di Todd Haynes con Cate Blanchett.

La vediamo poi in “Pan” di Joe Wright, e nel 2016 partecipa alla Festa del Cinema di Roma con tre film: “Una” di Benedict Andrews, trasposizione della piece teatrale “Blackbird” di David Harrower; "Il segreto" di Jim Sheridan, che inizialmente doveva essere interpretato da Jessica Chastain e “Lion - La strada verso casa” di Garth Davis con Nicole Kidman e Dev Patel, adattamento del romanzo "A Long Way Home" di Saroo Brierley.
Nel 2017 è, insieme a Ryan Gosling, Natalie Portman e Michael Fassbender, tra gli interpreti di “Song to Song” di Terrence Malick, storia corale di musicisti in cerca di gloria, mentre nel 2018 è protagonista assoluta del film di Garth Davis “Maria Maddalena”.

Nel 2018 la troviamo ancora in "Don't Worry" scritto e diretto da Gus Van Sant, dove divide il set con il futuro marito Joaquin Phoenix.

Emanuela Toparelli

Rooney Mara - Filmografia

Rooney Mara film

  • Friends, regia di Gorman Bechard (2009)
  • Dare, regia di Adam Salky (2009)
  • Youth in Revolt, regia di Miguel Artefa (2009)
  • The Winning Season, regia di Jeames Strouse (2009)
  • The Social Network, regia di David Fincher (2010)
  • Nightmare, regia di Samuel Bayer (2010)
  • Goats, regia di Christopher Neil (2011)
  • Millennium - Uomini che odiano le donne, regia di David Fincher (2011)
  • Senza santi in paradiso, regia di David Lowery (2013)
  • Lei, regia di Spike Jonze (2013)
  • Effetti Collaterali, regia di Steven Soderbergh (2013)
  • Trash, regia di Stephen Daldry (2014)
  • Pan - Viaggio sull'isola che non c'è, regia di Joe Wright (2015)
  • Carol, regia di Todd Haynes (2015)
  • Lion - La strada verso casa, regia di Garth Davis (2016)
  • Kubo e la spada magica, regia di Travis Knight (2016)
  • Una, regia di Benedict Andrews (2016)
  • Il segreto, regia di Jim Sheridan (2016)
  • Song to Song, regia di Terrence Malick (2017)
  • La scoperta, regia di Charlie Mc Dowell (2017)
  • A Ghost Story, regia di David Lowery (2017)
  • Maria Maddalena, regia di Garth Davis (2018)
  • Don't Worry, regia di Gus Van Sant (2018)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *