Dopo il matrimonio (2019)

  • Titolo originale: After the Wedding
  • Regia: Bart Freundlich
  • Cast: Michelle Williams, Julianne Moore, Billy Crudup, Abby Quinn, Eisa Davis, Alex Esola, Susan Blackwell, Amelia Workman, Will Chase, Azhy Robertson, Doris McCarthy
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 110 minuti
  • Produzione: USA, 2019
  • Distribuzione: Lucky Red
  • Data di uscita: 5 marzo 2020

Dopo il matrimonio poster“Dopo il matrimonio” è un film di Bart Freundlich che riprende la trama già narrata nell’omonima versione danese, diretta da Susanne Bier, in un remake al femminile.

Dopo il matrimonio: un melodramma rivisitato

La storia della pellicola segue pedissequamente la premessa del “Dopo il matrimonio” (2006) di Bier, con la grande differenza che il personaggio di Jacob, un tempo Mads Mikkelsen, trova nuova vita con l’interpretazione di Michelle Williams.

Ora è infatti Isabel la protagonista e il suo ruolo è quello di una filantropa impegnata a sostenere un orfanotrofio in Cambogia, che però stenta a sopravvivere a causa della costante carenza di fondi.

Per questo motivo Isabel decide di prendere un volo per New York e incontrare Theresa, una famosa magnate, con la speranza di poter ottenere da lei una donazione per i bambini di cui si prende cura ormai da tempo. Durante il loro primo incontro tuttavia Theresa si rivela ben poco interessata e molto più focalizzata sul pianificare il matrimonio della figlia.

Anche Isabel viene invitata al matrimonio, dove scopre che lo sposo è in realtà un suo vecchio amore.

Dopo il matrimonio: cast e produzione

Bart Freundlich (“Wolves”, 2016; “The Rebound”, 2009), non è solo il regista del film, ma anche il marito di una delle interpreti principali, Julianne Moore. Moore, che in “Dopo il matrimonio” interpreta la ricchissima Theresa, è famosa per la sua partecipazione a film come “Gloria Bell” (2018), “La stanza delle meraviglie” (2017) e “Kingsman - Il cerchio d’oro” (2017).
Tra le opere in cui ha brillato Michelle Williams figurano “Come ti divento bella” (2018), “Venom” (2018) e “The Greatest Showman” (2017).

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *