Bob Hoskins

Bob Hoskins è stato un attore e regista britannico, la cui vita è stata costellata da una miriade di mestieri che col cinema hanno ben poco a che fare: facchino a Covent Garden, assistente idraulico, apprendista contabile, pompiere, mangiatore di fuoco in un circo e marinaio presso la Marina Mercantile Norvegese. Poi, per caso, il cinema. Ecco l’emblema della poliedricità.

Bob Hoskins, da Cartoonia ad Hollywood

(Bury St. Edmunds, 26 ottobre 1942 - Bury, 29 aprile 2014)

Bob Hoskins BiografiaRobert Hoskins, questo il nome completo, nasce il 26 ottobre del 1943 a Bury St. Edmunds, da genitori londinesi rifugiatisi nel Suffolk durante i bombardamenti di Londra della Seconda Guerra Mondiale.

Abbandona quasi subito la scuola e inizia il valzer dei lavoretti più disparati, finché non scopre una grande passione per la recitazione e decide di frequentare la Central Schoool of Speech and Drama di Londra. Alla fine del traguardo scolastico, entra di diritto nelle compagnie della Royal National Theatre e dell'Old Vic Theatre di Londra, portando sulle scene Shakespeare, Checov e Shaw.

La sua carriera cinematografica ha inizio per caso... o per un colpo di fortuna. Avendo semplicemente accompagnato un amico a vedere qualche audizione, viene confuso per uno dei partecipanti al provino. Esordisce così con una piccola parte nel film “Up the Front” (1972) di Bob Kellett.

Dopo il ruolo da protagonista ne “Il pornografo” (1979) di John Byrum, non particolarmente ricordato, è il 1980 l’anno dell’esplosione della sua carriera, con “Venerdì maledetto” (1980) e il successo “Mona Lisa” (1986) di Neil Jordan, in cui Bob è un candido ex galeotto e autista di una prostituta d'elite, che gli vale la nomination al premio Oscar e la vittoria di alcuni premi come il Golden Globe, il BAFTA e il premio per la Miglior Interpretazione Maschile al Festival di Cannes.

Gli viene assegnata una parte comica nel celebre “Chi ha incastrato Roger Rabbit”, di Zemeckis, film del 1988 in cui interpreta l’investigatore privato Eddie Valiant.

Bob Hoskins, 'incastrato' nel cinema

Personalità poliedrica e versatile ottiene ruoli comici, drammatici o da gangster. Tra le sue interpretazioni vanno ricordate quelle dei seguenti film: “Cotton Club” (1984) di Francis Ford Coppola, “Brazil” (1985) di Terry Gilliam, “Sirene” (1991), con Cher e Winona Ryder, “Hook – Capitan Uncino” (1991) di Steven Spielberg, in cui è Spugna, “Super Mario Bros.” (1993), è J. Edgar Hoover in “Nixon – Gli intrighi del potere” (1995) di Oliver Stone e lo troviamo in “Lady Henderson presenta” (2005) per il quale ottenne la nomination al Golden Globe come Miglior Attore Non Protagonista.

Tra le chicche che non abbiamo potuto apprezzare in Italia, causa doppiaggio, la sua voce in “Garfield 2” (2006).

E per rimanere in tema di poliedricità, interpreta Papa Giovanni XXIII ne “Il Papa buono” e Benito Mussolini in “Io e il Duce”, entrambi fiction italiane.

Ma non solo successi per Bob Hoskins: nel 2005 riceve la nomination ai Razzie Awards nella categoria Peggior Attore Non Protagonista per la sua interpretazione in “The Mask 2” (2005).

Negli ultimi anni Hoskins partecipa a produzioni più o meno fortunate tra cui “Danny the Dog” (2005), “Go Go Tales” (2007), “Doomsday” (2008), “A Christmas Carol” (2009) e “We Want Sex “(2010) di Nigel Cole, storia di Rita O'Grady, che nel 1968 guidò lo sciopero delle 187 operaie della fabbrica Ford nell'Essex, in Inghilterra. Nel 2012 è in scena con "Biancaneve e il Cacciatore", suo ultimo film, in seguito al quale annuncia il ritiro dalle scene a causa del morbo di Parkinson. Ad aprile 2014 Bob Hoskins si è spento a causa di una polmonite.

C’è da dire che ha avuto una carriera invidiabile, mai monotona, varia e piena di stimoli. Un attore di stampo raro.

Isabella Gasparutti

Bob Hoskins Filmografia – Cinema


Bob Hoskins Filmografia

  • Al fronte, regia di Bob Kellett (1972)
  • The National Health, regia di Jack Gold (1973)
  • Il pornografo, regia di John Byrum (1974)
  • L’eroico fifone, regia di Richard Lester (1975)
  • Zulu Dawn, regia di Douglas Hickox (1979)
  • Quel lungo venerdì santo, regia di John Mackenzie (1980)
  • Pink Floyd The Wall, regia di Alan Parker (1982)
  • Il console onorario, regia di John Mackenzie (1983)
  • Cotton Club, regia di Francis Ford Coppola (1984)
  • Brazil, regia di Terry Gilliam (1985)
  • Sweet Liberty – La dolce indipendenza, regia di Alan Alda (1986)
  • Mona Lisa, regia di Neil Jordan (1986)
  • Chi ha incastrato Roger Rabbit, regia di Robert Zemeckis (1988)
  • La vita maestra (regista) (1988)
  • Un fantasma per amico, regia di James D. Parriott (1990)
  • Sirene, regia di Richard Benjamin (1991)
  • Prova schiacciante, regia di Wolfgang Petersen (1991)
  • Un pesce di color rosa, regia di Ben Lewin (1991)
  • Hook – Capitan Uncino, regia di Steven Spielberg (1991)
  • Il proiezionista, regia di Andrej Konchalowski (1991)
  • Saluti dal caro estinto, regia di Charlie Peters (1992)
  • Ghiaccio blu, regia di Russell Mulcahy (1992)
  • Super Mario Bros., regia di Annabel Jankel e Rocky Morton (1993)
  • Rainbow – Il mondo segreto dei colori (1995)
  • Nixon – Gli intrighi del potere, regia di Oliver Stone (1995)
  • L’agente segreto, regia di Christopher Hampton (1996)
  • Michael, regia di Nora Ephron (1996)
  • Ventiquattrosette, regia di Shane Meadows (1997)
  • Spice Girls: Il film, regia di Bob Spiers (1997)
  • La cugina Bette, regia di Des McAnuff (1998)
  • Il viaggio di Felicia, regia di Atom Egoyan (1999)
  • Captain Jack, regia di Robert Young (1999)
  • Like Virgin, regia di Jean-Pierre Marois (1999)
  • A Room for Romeo Brass, regia di Shane Meadows (1999)
  • Fiume bianco, regia di Arne Glimcher (1999)
  • Il nemico alle porte, regia di Jean-Jaques Annaud (2001)
  • L’ultimo bicchiere, regia di Fred Schepisi (2001)
  • Where Eskimos Live, regia di Tomasz Wiszniewski (2002)
  • Un amore a cinque stelle, regia di Wayne Wang (2002)
  • Piccolo dizionario amoroso, regia di Guy Jenkin (2002)
  • Sotto massima copertura, regia di James Bruce (2003)
  • La fiera della vanità, regia di Mira Nair (2004)
  • Beyond the Sea, regia di Kevin Spacey (2004)
  • Lady Henderson presenta, regia di Stephen Frears (2005)
  • The Mask 2, Lawrence Guterman (2005)
  • Danny the Dog, regia di Louis Leterrier (2005)
  • Stay – Nel labirinto della mente, regia di Marc Forster (2005)
  • Paris, je t’aime, regia di Richard LaGravenese (episodio: Pigalle) (2006)
  • Hollywoodland, regia di Allen Coulter (2006)
  • Outlaw, regia di Nick Love (2006)
  • Go Go Tales, regia di Abel Ferrara (2007)
  • Ruby Blue, regia di Jan Dunn (2007)
  • Doomsday- Il giorno del giudizio, regia di Neil Marshall (2008)
  • A Christmas Carol (2009)
  • We Want Sex, regia di Nigel Cole (2010)
  • Biancaneve e il Cacciatore, regia di Rupert Sanders (2012)

Bob Hoskins Filmografia - Televisione

  • Le canaglie (Villains) - serie TV (1972)
  • Pennies dal cielo (Pennies From Heaven) - miniserie TV (1978)
  • Flickers - miniserie TV (1980)
  • Othello - film TV (1981)
  • L'opera del mendicante (The Beggar's Opera), regia di Jonathan Miller - film TV (1984)
  • The Dunera Boys - film TV (1985)
  • Io e il Duce, regia di Alberto Negrin - film TV (1985)
  • World War II: When Lions Roared - film TV (1994)
  • David Copperfield, regia di Simon Curtis - film TV (1999)
  • Noriega, prediletto da Dio (Noriega: God's Favorite), regia di Roger Spottiswoode - film TV (2000)
  • Don Chisciotte (Don Quixote), regia di Peter Yates - film TV (2000)
  • Il mondo perduto (The Lost World), regia di Stuart Orme - film TV (2001)
  • Il Papa buono, regia di Ricky Tognazzi - film TV (2003)
  • Pinocchio, regia di Alberto Sironi - miniserie TV (2008)
  • Neverland - La vera storia di Peter Pan – miniserie TV, 2 episodi (2011)

Bob Hoskins Filmografia  - Regista

  • La vita maestra (The Raggedy Rawney) (1988)
  • Rainbow - Il mondo segreto dei colori (Rainbow) (1996)
  • Tube Tales - Film TV - episodio "My Father the Liar" (1999)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *