Ischia Film Festival: la 18° Edizione dal 27 giugno al 4 luglio

Oggi è presentato sulla piattaforma digitale Zoom il programma dell’Ischia Film Festival: la prima rassegna di cinema campano post coronavirus sarà on line, ma proporrà anche 8 serate all’aperto con ospiti prestigiosi in presenza. Il direttore artistico del festival Michelangelo Messina ha definito la kermesse come il primo grande evento post Covid, che per cause di forza maggiore diventa un ibrido.

Ischia Film Festival: un programma ricchissimo sia per i film in concorso, che per la sezione non competitiva “Best of”

ischia film festival 2020_1

Tra le meravigliose cinque location dell’isola, ne potrà essere utilizzata solo una: la Piazza d’Armi del Castello Aragonese, che ospiterà massimo 100 spettatori, in pieno rispetto delle norme di sicurezza della Regione Campania. Saranno presenti nel corso delle varie serate Marco D’Amore, Giampaolo Morelli, Lillo Petrolo, Nando Paone, Alessandro Roia, Susy Laude e l’intero cast de “L’amica geniale”. Inoltre sarà consegnato il Premio alla carriera a Sergio Rubini.

«Siamo orgogliosi di poter annunciare la presenza dal vivo dei nostri ospiti di quest’anno; va a loro un sentito ringraziamento. – ha dichiarato Michelangelo Messina – Come un ringraziamento va a tutta la macchina organizzativa che non si è fermata in periodo di Covid ed ha potuto completare la valutazione delle 700 opere giunte da tutto il mondo. Diamo così un bel segnale per la ripartenza del comparto cinema, partendo dallo straordinario osservatorio privilegiato dell’isola d’Ischia.»

55 opere in concorso nelle varie sezioni

ischia film festival 2020_2

Pochi titoli ma importanti quelli che saranno presentati nella piazza: “Il sindaco di rione Sanità” il 27 giugno, introdotto dall’attore Francesco Di Leva; seguiranno “D.N.A. – Decisamente non adatti” di Greg e Lillo, “Il ladro di Cardellini” di Carlo Luglio, “L’amica Geniale. Storia del nuovo cognome” di Saverio Costanzo e Alice Rohrwacher. E ancora “Gli uomini d’oro” di Vincenzo Alfieri, il film di Giampaolo Morelli “7 ore per farti innamorare”, “Si muore solo da vivi” di Alberto Rizzi, chiudendo in bellezza con “L’immortale” di Marco D’Amore.

Dei titoli in programma ben il 65% è in anteprima: tra le 51 prime visioni 14 sono mondiali, 9 europee e 28 italiane. La grande novità è che saranno tutti visibili gratuitamente su una piattaforma digitale creata appositamente per l’occasione.

La paesaggistica dei territori come focus

Le opere, sia di finzione sia i documentari,  provengono da diversi paesi, compresi alcuni poco noti alle nostre latitudini: Bangladesh, Kirghizistan e Bielorussia affiancheranno realtà completamente diverse come Iran e Israele, Stati Uniti e Russia. Ovviamente quest’anno è stato dato un occhio di riguardo al cinema italiano provato dal lungo lockdown.

Il festival promuove da sempre un legame tra cinema e identità culturale dei territori, ed è realizzato sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, con il contributo della Regione Campania (Direzione delle politiche culturali e del turismo) e della Direzione Generale Cinema del BiBACT. Tutte le info sul sito web: https://www.ischiafilmfestivalonline.it/index.php/it/.

18/06/2020

Ivana Faranda

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *