I morti non muoiono (2019)

É

I morti non muoiono – Recensione: uno zombie movie con un cast stellare diretto da Jim Jarmush

I morti non muoiono film

Dopo aver raccontato nel 2013 una storia di vampiri in “Solo gli amanti sopravvivono” con Tom Hiddleston, Tilda Swinton e Mia Wasikowska, Jim Jarmush affronta le figure più apprezzate del momento dai cultori del genere horror: i morti viventi, che in questa occasione si svegliano dopo una misteriosa catastrofe ambientale. Li dovranno affrontare tutti gli abitanti di una piccola cittadina che si autodefinisce nei cartelloni d’ingresso “a very nice place”. A capitanare la comunità ci penserà un trio di poliziotti, sulle note musicali di un famoso pezzo di Sturgill Simpson.

Un’opera non priva di fascino che funziona solo a tratti

Parte con delle stradine che ricordano tanto quelle di “Twin Peaks” l’ultima opera di Jarmush. I due poliziotti di provincia Cliff (Bill Murray) e Ronnie (Adam Driver) cercano nel bosco un eremita accusato (Tom Waits) di aver rubato un pollo. Una giornata come tante… con un ultimo caffè al Diner locale, ma c’è qualcosa di strano nell’aria.

Il regista ci porta nell’America rurale di Keep America White Again di Donald Trump, luogo perfetto per un’invasione di zombie. Tutti i personaggi sono visti in soggettiva dal misterioso abitante della foresta, uno dei pochi che si salverà.

Impianto narrativo carente, nonostante momenti di divertente ironia

I morti non muoiono review

La settima arte ha utilizzato lo zombi come figura metaforica contro il sistema, a partire da “La notte dei morti viventi” di Romero, un horror che nel 1968 voleva denunciare la guerra del Vietnam; questo è anche l’intento di Jarmush, che focalizza l'attenzione sul letale consumismo dominante. Eppure, nonostante le buone intenzioni e l'eccellente cast, che unisce il top del cinema indie americano, il film non riesce a decollare.

L’autore sembra autocelebrarsi con buone punte d’ironia, che strappano una risata allo spettatore. L’impianto narrativo, tuttavia, è carente e non bastano attori e performance di lusso come quella di Bill Murray, Adam Driver, Chloe Sevigny, Tilda Swinton, Steve Buschemi, Selena Gomez, Iggy Pop e Tom Waits a salvare il lavoro.

“I morti non muoiono” non è all’altezza della precedente filmografia di Jarmush. Quello che resta, dopo la visione, è il messaggio finale del vecchio leone Tom Waits, praticamente irriconoscibile, e l’ottima performance della coppia di poliziotti interpretati da Bill Murray e Adam Driver. Esilarante anche il dinosauro del Rock & Roll Iggy Pop, come primo zombi.

“I morti non muoiono” si può considerare come un omaggio al genere horror ben fatto e venato d’ironia... nulla di più.

Andrea Racca

  • Titolo originale: The Dead Don't Die
  • Regia: Jim Jarmusch
  • Cast: Adam Driver, Bill Murray, Tilda Swinton, Steve Buscemi, Danny Glover, Chloë Sevigny, Caleb Landry Jones, Rosie Perez, Selena Gomez, Rza, Iggy Pop, Sara Driver, Carol Kane, Tom Waits
  • Genere: Horror, commedia, colore
  • Durata: 103 minuti
  • Produzione: USA, 2019
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Data di uscita: 13 giugno 2019

I morti non muoiono

Dopo film quali "Dead Man" (1995) e "Solo gli amanti sopravvivono" (2013), Jim Jarmusch torna alla regia di un horror movie sugli zombie, pellicola che tra l'altro è il film d'apertura del Festival di Cannes 2019. Davanti alla macchina da presa troviamo un cast stellare, tra cui figurano anche vari artisti di fama internazionale come ad esempio cantanti tipo Selena Gomez e Iggy Pop.

I morti non muoiono: la trama

La storia prende piede nella piccola cittadina di Centerville, dove le ore del giorno e della notte sono diventate imprevedibili. Numerosi eventi inspiegabili si verificano tra la popolazione e né la polizia né gli scienziati riescono a trovare una risposta a questa situazione; come se non bastasse gli animali cominciano a impazzire e a comportarsi in maniera singolare. Dopo tutto questo, inaspettatamente arriverà l'apocalisse: i morti inizieranno a rialzarsi dalle loro tombe e ad attaccare con ferocia i vivi. L'istinto di sopravvivenza sarà l'unica cosa a cui potranno fare appello i poveri cittadini di Centerville.

I morti non muoiono: attori, musicisti e cantanti

Adam Driver ("Star Wars: Gli ultimi jedi", 2017; "BlacKkKlansman", 2018), Bill Murray ("Ghostbusters - Acchiappafantasmi", 1984; "Grand Budapest Hotel", 2014), Tilda Swinton ("Michael Clayton", 2007; "Avengers: Endgame", 2019) e Steve Buscemi ("Le iene", 1992; "Il grande Lebowski", 1998) formano la punta di diamante del cast del film. Oltre a loro troviamo la popolare cantante pop e attrice Selena Gomez (tra i film più importanti vanno citati "La grande scommessa", 2015 e "In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi", 2016), RZA, famoso esponente della musica hip hop e Iggy Pop, icona del movimento punk, il quale ha già collaborato con Jim Jarmusch in "Dead Man" (1995) e "Coffee and Cigarettes" (2003).

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *