36 Quai Des Orfèvres (2004)

36 Quai Des Orfèvres (2004)

  • Titolo originale: Hard boiled
  • Regia: Olivier Marchal
  • Cast: Daniel Auteuil, Gérard Depardieu, André Dussollier, Roschdy Zem, Valeria Golino, Daniel Duval, Francis Renaud, Anne Consigny
  • Genere: Noir, Drammatico, colore
  • Durata: 110 minuti
  • Produzione: Francia, 2004
  • Data di uscita: 21 Gennaio 2005

36 Quai Des Orfèvres locandinaParigi diventa teatro di violenza per una banda di malviventi che agisce in piena libertà e il capo della Polizia Giudiziaria pensa bene di mettere all’asta il suo posto per chi riuscirà a sgominare la banda.

Si innesca così l’agguerrita competizione tra Lèo Vrinks e Denis Klein, rispettivamente capo della squadra anticrimine e capo della squadra investigativa e pronto intervento; una battaglia soprattutto per il comando del Distretto '36, Quai Des Orfèvres'.

Se prima i due erano molto amici, ora è guerra aperta sia per buttare via i terribili e tanti malviventi ma soprattutto per il cuore della bella Camille.

36 Quai Des Orfèvres: un cast all-star

"36 Quai Des Orfèvres" diretto dal regista Olivier Marchal, nominato Cavaliere dell'Ordre des Arts et des Lettresche, ha voluto che questo film facesse parte di una trilogia noir: ne costituisce il secondo capitolo, preceduto da "Gangsters" e seguito da "L'ultima missione" dove anche il regista ha una piccola parte e che riprende molti degli interpreti del precedente, a partire da Daniel Auteuil nel ruolo protagonista, mentre Gérard Depardieu compare in un cammeo iniziale.

Da ex poliziotto Marchal confeziona un polar suggestivo, sfumato con una grande amarezza di fondo e interpretato da due stelle del cinema, Auteuil e Depardieu. I due interpreti entrano splendidamente nei propri ruoli, circondati da uno stuolo di ottimi professionisti per i ruoli secondari, fra i quali bisogna citare almeno Andrè Dussollier.

Etichettabile come film poliziesco, è anche un dramma sulla contrapposizione tra due uomini che cercano con tutte le proprie forze, con caparbia e ostinazione di annientarsi reciprocamente. Una pellicola che riceve tre nomination ai Premi Cesar: uno per il Miglior film, uno per la Miglior regia e uno per la Migliore sceneggiatura.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *