The Prodigy – Il figlio del male (2019)

  • Titolo originale: The Prodigy
  • Regia: Nicholas McCarthy
  • Cast: Taylor Schilling, Brittany Allen, Colm Feore, Peter Mooney, Jackson Robert Scott, Oluniké Adeliyi, David Kohlsmith, Ava Augustin, Michael Dyson
  • Genere: Horror, colore
  • Durata: n/d
  • Produzione: Hong Kong, USA, 2019
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Data di uscita: 21 marzo 2019

The Prodigy - Il figlio del male poster"The Prodigy - Il figlio del male" è un horror diretto da Nicholas McCarthy, che segue la storia drammatica di una madre che assiste impotente ai misteriosi e oscuri atteggiamenti che il figlio minore comincia ad adottare.

The Prodigy - Il figlio del male: oscure presenze nella vita di una famiglia

Sarah (Taylor Schilling) comincia a preoccuparsi quando si accorge che suo figlio minore, Miles (Jackson Robert Scott), inizia ad avere uno strano comportamento: il bambino solitamente allegro e spensierato è ora tetro, misterioso e perennemente inquieto. Sarah, preoccupata, decide di portare Miles da uno specialista, ma nessun dottore riesce a sciogliere le sue paure. La donna crede che suo figlio sia tormentato da presenze paranormali. Per cercare di salvaguardare la sicurezza della sua famiglia, Sarah decide di indagare sul suo passato, ma il confine tra realtà e percezione sembra divenire sempre più confuso.

The Prodigy - Il figlio del male: Nicholas McCarthy e il fascino del soprannaturale

I lavori di Nicholas McCarthy riscontrano spesso un degno successo di pubblico, ma non godono della stessa fortuna per quanto riguarda il giudizio della critica, ma da tutti è riconosciuto per essere un continuo innovatore del genere. McCarthy è noto per essere un grande appassionato del soprannaturale, elemento presente in tutti i suoi lavori, “The Pact” e “At Devil’s Door”. Nel cast dell’ultimo progetto di McCarhty troviamo Taylor Schilling, nominata agli Emmy e ai Golden Globe per il suo ruolo da protagonista in “Orange is the New Black”, e il piccolo Jackson Robert Scott, già noto per essere stato tra i principali interpreti del remake di IT.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *