Stephen Daldry

Stephen Daldry è un regista, sceneggiatore e produttore britannico, divenuto famoso con il film "Billy Elliot", suo esordio alla regia con il quale è stato candidato all'Oscar.

Stephen Daldry, i primi passi nel teatro

(Dorset, 2 maggio 1961)

Stephen Daldry bioStephen Daldry nasce il 2 maggio del 1961 nel Dorset. Il padre è direttore di banca, mentre la mamma è una cabarettista. Fin da piccolo è attratto dall'arte scenica, tanto da decidere di iscriversi, una volta cresciuto, alla Sheffield University, dove studia arte drammatica. Il suo impegno lo porta a diventare a 32 anni direttore del Royal Court Teather di Londra e in seguito regista teatrale. Il successo arriva con "An Inspector Calls" di J. B. Priestley, grazie al quale viene riconosciuto come uno dei più validi registi teatrali del momento. La sua passione per il palcoscenico lo spinge inoltre a produrre più di cento spettacoli, che farà conoscere anche all'estero.

Dal teatro al cinema danzando

Stephen Daldry si mette alla prova dietro la macchina dapprima con il cortometraggio "Eight" (1999), candidato ai BAFTA, poi con il lungometraggio "Billy Elliot", candidato agli Oscar per la Miglior Regia, per la Miglior Sceneggiatura a Lee Hall e per la Migliore Attrice non Protagonista a Julie Walters. "Billy Elliot" è ispirato alla vera storia del ballerino Philip Mosley, osteggiato dal padre nel raggiungimento del suo sogno di diventare ballerino. La vicenda del protagonista - che ha per sfondo lo sciopero dei minatori inglesi del 1984 per la chiusura delle miniere a causa dei provvedimenti della Thatcher - è spunto di riflessioni sull'adolescenza, l'identità sessuale e il rapporto con gli adulti. Il film è un successo totale, messo al 39° posto come Miglior Film Inglese di tutti i tempi dalla rivista Total Film. Dalla sceneggiatura di "Billy Elliot" viene realizzato un romanzo e il musical, prodotto dallo stesso Daldry nel 2005, con le musiche di Elton John, viene definito il miglior musical inglese dal The Telegraph.

I successi di "The Hours" e "The Reader"

Il talento di Stephen Daldry raggiunge l'America con il successivo "The Hours" (2002), intensa storia di tre donne, interpretate magistralmente da Julianne Moore, Maryl Streep e una Nicole Kidman irriconoscibile nei panni di Virginia Woolf. Il film, tratto dal romanzo di Michael Cunningham, fa incetta di premi: ottiene ben nove candidature agli Oscar e la vittoria di Nicole Kidman come Miglior Attrice; sette candidature ai Golden Globe con due vittorie per il Miglior Film Drammatico e ancora a Nicole Kidman per la Miglior Attrice in un Film Drammatico. La Kidman ottiene un riconoscimento anche ai BAFTA, dove le candidature sono ben undici e il riconoscimento va anche a Philip Glass per la Miglior Colonna Sonora. Le tre star sono inoltre insignite dell'Orso d'Argento al Festival di Berlino del 2003.

L'attività di Daldry nel frattempo continua a teatro e all'Università di Oxford, dove insegna teatro contemporaneo.

Bisogna attendere sei anni prima di rivedere un film di Daldry che torna alla regia con "The Reader" (2008), adattamento del romanzo di Bernhard Schlink, sceneggiato da David Hare, già presente nei credits di "The Hours". La pellicola è ambientata durante il dopoguerra a Berlino e descrive la storia d'amore tra un giovanissimo Ralph Fiennes e una Kate Winslet in stato di grazia che per la sua prova ottiene un Oscar, un Golden Globe e un premio BAFTA.

Da "Molto, forte incredibilmente vicino" a "The Crown"

Con Tom Hanks, Sandra Bullock e Max Von Sydow affronta il dramma dell'11 Settembre, adattando il romanzo di Jonathan Safran Foer dal titolo "Molto forte, incredibilmente vicino" (2011), con un giovanissimo Thomas Horn protagonista.

Nel 2014 Rooney Mara e Martin Sheen sono interpreti del drammatico "Trash", dall'omonimo romanzo di Andy Mulligan, ambientato nelle favelas di Rio De Janeiro dove tre ragazzini trovano nell'immondizia il portafoglio di un uomo scomparso.

Nel 2016 Daldry dirige la serie tv "The Crow", prodotta dalla Left Bank Pictures e dalla Sony Pictures Television per Netflix, in cui Claire Foy veste i panni della regina Elisabetta II d'Inghilterra.

Stefano Mazzola

Stephen Daldry Filmografia

Stephen Daldry Film

  • Eight - cortometraggio (1998)
  • Billy Elliot (2000)
  • The Hours (2002)
  • The Reader - A voce alta (2008)
  • Molto forte, incredibilmente vicino (2011)
  • Trash (2014)
  • The Crown - serie TV (2016)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *