Salvatore Mereu

Salvatore Mereu è un regista italiano che ha esordito con "Ballo a tre passi", premiato alla Mostra del cinema di Venezia 2003 come Miglior Film della Settimana internazionale della critica, menzione speciale Premio Luigi De Laurentiis.

Salvatore Mereu, un cinema tra tradizione e modernità

(Dorgali, 17 Marzo 1965)

Salvatore Mereu bio

Salvatore Mereu nasce a Dorgali, amena località in provincia di Nuoro, nel 1965. Si laurea al Dams di Bologna e in seguito si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Inizia la sua attività dietro la macchina da presa realizzando alcuni cortometraggi: “Notte rumena” (1996), “Miguel” (1999), “Il mare” (2004).

Il suo primo lungometraggio “Ballo a tre passi” è del 2003 e gli regala la vittoria della Settimana della Critica a Venezia, il David di Donatello e il Ciak d’Oro come Miglior Regista Emergente. Viene inoltre candidato a tre Nastri d’Argento tra cui quello come Migliore Sceneggiatura. La struttura narrativa del film è realizzata in quattro parti, e ha come fulcro l’analisi dei legami tra tradizione e modernità che caratterizzano la sua terra, la Sardegna.

Anche il secondo lungometraggio del cineasta sardo, “Sonetàula”, del 2008, vince nella sezione la Settimana della Critica a Venezia, viene poi presentato alla Berlinale nella sezione Panorama e si aggiudica il Globo d’oro della stampa estera e la FIPA d’Or al Festival di Biarritz come Miglior Sceneggiatura.

Mereu porta alla Mostra di Venezia del 2010 “Tajabone”, ambientato fra i giovani studenti delle scuole medie alla periferia di Cagliari, è poi presente nel 2012 nella sezione Orizzonti con “Bellas mariposas”, tratto dal libro omonimo di Sergio Atzeni, dove racconta la storia di due ragazzine adolescenti che vivono in un quartiere popolare di Cagliari. Il film gli vale alla Mostra il premio Schermi di Qualità e il Big Screen Award al Festival di Rotterdam. Per lo stesso film ottiene il Premio Suso Cecchi D’Amico per la miglior sceneggiatura e il Premio Tonino Guerra per la miglior sceneggiatura al Bif&st.

Tra regia e insegnamento

Nel 2013 aderisce ad un progetto della mostra lagunare partecipando al film collettivo “Venezia 70 – Future Reloaded”, insieme a 70 registi provenienti da tutto il mondo, per celebrare la settantesima edizione del Festival.

Da anni alterna la sua attività di regista a quella di insegnante di educazione all’immagine. Come docente tiene corsi di cinema presso diversi istituti dell’isola realizzando con gli studenti alcuni cortometraggi (“Il mare”, “La vita adesso”, “Scegliere per crescere”, “Futuro prossimo”), selezionati nei più importanti festival nazionali e internazionali.

Da alcuni anni tiene un corso di regia e sceneggiatura presso la Facoltà di Facoltà di Studi Umanistici di Cagliari.

Nel 2020 presenta Fuori Concorso alla 77ª edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, “Assandira” tratto dall'omonimo libro di Giulio Angioni edito da Sellerio.

Maria Grazia Bosu

Salvatore Mereu - Filmografia

Salvatore Mereu film

Assandira

  • Notte rumena - cortometraggio (1995)
  • Ballo a tre passi (2003)
  • Sonetàula (2008)
  • Tajabone (2010)
  • Bellas mariposas (2012)
  • Transumanza - cortometraggio (2013)
  • La vita adesso - cortometraggio (2013)
  • Futuro Prossimo - cortometraggio (2017)
  • Assandira (2020)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *