Il ritorno di Mary Poppins (2018)

Il ritorno di Mary Poppins – Recensione: il ritorno sugli schermi della tata più amata di sempre

Il ritorno di Mary Poppins still

Ci sono voluti più di cinquant’anni affinché in casa Disney si trovasse il coraggio di realizzare il sequel di una delle pellicole più amate di sempre, quella che ha consegnato alla storia le interpretazioni dei suoi protagonisti, in primis Julie Andrews, difficile veramente da sostituire nell’immaginario collettivo, che la vede in ogni dove la TATA per eccellenza.

Eppure, nonostante i rischi legati al progetto, quello che arriva sul grande schermo è un film ben confezionato, gradevole, divertente ed emozionante, che potrà affascinare grandi e piccini.

Drammaturgicamente "Il ritorno di Mary Poppins" è si un sequel, Michael e Jane sono cresciuti, in casa ci sono altri bimbi cui badare, ma il percorso narrativo segue la scaletta del film originario, così abbiamo l’arrivo di Mary in un momento cruciale, un personaggio femminile impegnato in lotte sociali, mentre l’uomo di casa stavolta si ritrova a combattere situazioni che lo sovrastano. Non manca il parente un po’ tocco della tata che farà tanto divertire i bambini, interpretato da una superlativa Meryl Streep, ed un tuffo in un mondo animato irresistibile.

Il ritorno di Mary Poppins: Emily Blunt è la nuova Mary Poppins

Il ritorno di Mary Poppins scena

A vestire i panni di Mary Poppins c’è stavolta Emily Blunt, deliziosa nel riproporre l’amato personaggio, senza mai scimmiottarlo: sostituire la Andrews è un’impresa titanica, che “La ragazza del treno” riesce a portare a termine con successo rimanendo fedele al personaggio nella sua essenza emotiva e visiva, contaminandolo però con qualcosa di personale, che rende la sua un’interpretazione eccellente.

Lin-Manuel Miranda è invece Jack, che assieme ai suoi colleghi è impegnato nel dare luce ai lampioni di Londra, e sarà protagonista di una scena di danza e musica collettiva che riporterà alla memoria la famosa sequenza degli spazzacamin sui tutti di Londra. Per quanto Jack sia simpatico, il Bert di Van Dyck, presente nel film con uno splendido cameo, è insuperabile. Incantevole Emily Mortimer nei panni di Jane, l’attrice britannica dona al personaggio un mix di tenerezza, dolcezza e determinazione, mentre è Benjamin John Whishaw a vestire i panni del distratto e sofferente Michael.

Nel cast anche un cattivissimo Colin Firth e un'impagabile Angela Lansbury, in una parte che sarebbe potuta essere a ragione della Andrews, che però ha preferito non comparire, per lasciare alla Blunt di essere l’unica tata di “Il ritorno di Mary Poppins”.

Il ritorno di Mary Poppins: un sequel ben fatto e godibile

Non è possibile sostituire nel cuore dello spettatore un film iconico come “Mary Poppins”, che ha deliziato generazioni di platee cinematografiche e appassionati dell’home video. La Andrews e Van Dyck sono inimitabili, ciò che si respira in questa prima trasposizione di uno dei racconti della Travers è unico e raro, ma questo non sminuisce il valore de “Il ritorno di Mary Poppins”.

Questa nuova storia trova un suo valore, svincolata da paragoni impossibili, ed è capace di trasportare lo spettatore in un mondo incantato in cui è chiara la differenza tra buoni e cattivi, l’importanza della famiglia, del seguire le regole, e del gioco, che deve sempre accompagnarci, in ogni fase della vita. La famiglia Banks attraversa un periodo difficile, il film è ambientato nel 1930, durante la Grande Depressione, eppure, con Mary e tanta buona volontà, a Viale dei Ciliegi 17 tornerà il sereno.

Maria Grazia Bosu

  • Titolo originale: Mary Poppins Returns
  • Regia: Rob Marshall
  • Cast: Emily Blunt, Lin-Manuel Miranda, Meryl Streep, Ben Whishaw, Emily Mortimer, Colin Firth, Christian Dixon, Dick Van Dyke, Angela Lansbury, Julie Walters, Pixie Davies, Jeremy Swift, Kobna Holdbrook-Smith
  • Genere: Musical, colore
  • Durata: 130 minuti
  • Produzione: USA, 2018
  • Distribuzione: Walt Disney
  • Data di uscita: 20 dicembre 2018

Il Ritorno di Mary Poppins - locandina italiana

Londra, 1930: Jane e Michael sono ormai cresciuti. Michael vive ancora nella famosa casa di Cherry Tree Lane, con i suoi tre figli. Sarà proprio la magica Mary Poppins a tornare dalla famiglia Banks per sistemare le cose dopo una grave perdita. Non sarà da sola certo: con lei ci saranno Jack, Topsy e tanti altri.

Il ritorno di Mary Poppins: il remake di Rob Marshall

Rob Marshall si mette alla prova con "Il ritorno di Mary Poppins" sequel di uno dei film targati Walt Disney di maggior successo di sempre. Il suo "Mary Poppins Returns" ha come protagonista l'attrice Emily Blunt ("Into the Woods", "La ragazza del treno", "A Quiet Place - Un posto tranquillo"), affiancata da Lin-Manuel Miranda ("In the Heights") nel ruolo di Jack, Meryl Streep ("Suffragette", "The Post", "Mamma Mia - Ci risiamo!") nel ruolo di Topsy, Colin Firth ("Magic in the Moonlight", "Mamma Mia - Ci risiamo!") nel ruolo di William Weatherall Wilkins, e Julie Walters (nota per il ruolo di Molly Weasley nella saga di Harry Potter) nel ruolo di Ellen.

La grande novità di "Il ritorno di Mary Poppins" consiste nel fatto che il regista Rob Marshall ha preso in considerazione moltissimi romanzi della scrittrice australiana Pamela Travers Lyndon nella costruzione del progetto.

Rob Marshall è un regista apprezzato soprattutto per aver diretto musical come "Chicago", film d'esordio del 2002, "Nine" nel 2009 e "Into the Woods" del 2014. "Il ritorno di Mary Poppins" è il sesto lungometraggio del regista.

L'attesissimo remake è distribuito da Walt Disney.

 

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *