Diabolik (2020)

Diabolik poster"Diabolik" è un film diretto dai Manetti Bros (vincitori del David di Donatello nel 2018 per "Ammore e malavita"), in cui il famoso personaggio dall’identità misteriosa ha il volto di Luca Marinelli.

Diabolik: la trama

Il film dei fratelli Manetti, ambientato negli anni Sessanta nello stato di fantasia Clerville, segue le vicende di Diabolik, un ladro senza scrupoli e cattivissimo, come definito dagli stessi registi, che è nuovamente riuscito a colpire la polizia e fuggire. L’arrivo in città di Lady Kant, interpretata da
Miriam Leone, in possesso di un famoso diamante rosa, richiama l’attenzione di Diabolik che tenta di impossessarsene, rimanendo però sedotto dall’ammaliante donna.

L’ispettore Ginko (Valerio Mastandrea) sembra aver trovato un modo per incastrare l’inafferrabile ladro, che dovrà fuggire ancora una volta dal pericolo e questa volta avrà bisogno di un aiuto.

Regia e cast

Autore della sceneggiatura è Michelangelo La Neve, con cui i fratelli Manetti avevano già lavorato per "Song’e Napule" (2014), per una puntata della serie TV "L’ispettore Coliandro" (2016) e per "Ammore e malavita" (2017). Firma con loro il soggetto Mario Gomboli, storico creatore delle avventure di Diabolik e dal 1999 direttore della casa editrice Astorina, divenuta famosa proprio in seguito alla pubblicazione del primo fumetto del ladro misterioso.

Luca Marinelli si ritrova a dare nuovamente il volto a un personaggio tratto da un fumetto dopo aver interpretato Nicky, a fianco di Charlize Theron, nel film "The Old Guard" (2020) diretto da Gina Prince-Bythewood e distribuito in Italia da Netflix.

Nel cast anche Alessandro Roia, Serena Rossi e Claudia Gerini.
Girato tra Milano e Bologna, il film analizza anche il rapporto tra i due protagonisti, in cui Eva Kant avrà un importante ruolo: “un film di azione sì, ma anche oscuramente romantico”, spiega Marco Manetti.

É il 1962 quando il ladro di professione Diabolik fa la sua prima comparsa come protagonista dell’omonimo fumetto, nato dalla creatività delle sorelle Angela e Luciana Giussani.

Non è la prima trasposizione del fumetto delle sorelle Giussani: nel 1968 Mario Bava aveva diretto "Danger: Diabolik" con protagonista John Phillip Law. Ed è invece del 2019 "Diabolik sono io" di Giancarlo Soldi, un prodotto tra il documentario e il mockumentary, che prova a ricostruire il
processo di creazione di Diabolik e la sua evoluzione.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *