Cristiana Capotondi

Giovanissima attrice esordiente nel 1993 con la serie televisiva "Amico mio", Cristiana Capotondi è divenuta un'interprete rivelazione del panorama artistico nazionale, strabiliante attrice e camaleontica performer, ha saputo giostrarsi al meglio le sue opportunità, divenendo una delle interpreti più richieste dai registi italiani.

Cristiana Capotondi: attrice di una 'Notte prima degli esami'

(Roma, 13 settembre 1980)

Cristiana Capotondi biografiaCristiana Capotondi nasce a Roma il 13 dicembre del 1980, nel cuore di Monteverde. Di origine ebrea da parte di madre, in famiglia è chiamata da tutti Titta. Ha lavorato molto con Carlo Vanzina, ma ha anche recitato in una serie di ruoli importanti in film di nicchia sul malessere dei giovani ai nostri giorni.

Figlia di un direttore commerciale di un’azienda e di una farmacista, debutta in televisione a soli 13 anni nella serie televisiva “Amico mio” (1993) che vede per protagonista Massimo Dapporto nei panni di un medico. La piccola Cristiana è una delle pazienti del reparto. Seguiranno “Italian Restaurant” (1994) con Gigi Proietti e “SPQR” (1998) prodotta da De Laurentiis.

Le "Vacanze di Natale" di Cristiana Capotondi

Il primo film sul grande schermo è il cinepanettone del 1995 “Vacanze di Natale” di Neri Parenti. Nel 1999, è accanto a un giovanissimo Elio Germano in “Il cielo in una stanza”. Ritorna al cinema dopo alcuni anni con “Christmas in Love” del 2004. Inizia nello stesso anno la partecipazione di Cristiana a “Orgoglio”, serie televisiva di grande successo con la regia di Giorgio Serafini e Vittorio De Sisti, cui seguiranno rispettivamente nel 2005 e nel 2006 la seconda e terza stagione.

Sempre nel 2004 è protagonista insieme ad Alessandro Tiberi del film generazionale “Forse sì… forse no…” di Stefano Chiantini. Un notevole salto di qualità lo fa, ancora nel 2004, diretta da Eugenio Cappuccio con “Volevo solo dormirle addosso” presentato al Festival di Venezia nella sezione “Mezzanotte”. Questa volta, è protagonista di una storia d’amore con un giovane "tagliatore di teste", in crisi di coscienza al suo primo incarico importante.

Cristiana Capotondi: una carriera costruita sulla commedia all'italiana

Cristiana Capotondi RomaSegue “Notte prima degli esami” nel 2006, diretto da Fausto Brizzi, che la chiamerà anni dopo nella commedia romantica “Ex” (2009). Accanto alla giovane attrice, il suo coetaneo Nicolas Vaporidis. Sul set, tra i due scoppierà l’amore e ritorneranno insieme sulla scena anche in “Come tu mi vuoi” di Volfango De Biasi nel 2007.

Per scelta registica, qui Cristiana appare notevolmente imbruttita, e non casualmente è iscritta alla Sapienza alla Facoltà di Scienze della Comunicazione, in cui si è laureata brillantemente nel 2005. Dopo tante commedie, nel 2008 arriva il primo lavoro drammatico della carriera di Cristiana: si tratta del film storico di Roberto Faenza “I Vicerè”, tratto dall’omonimo romanzo di Federico De Roberto. Il risorgimento è raccontato attraverso la storia della famiglia nobiliare Uzeda di origine catanese.

Golden Tauro al Taormina Film Festival per Cristiana Capotondi

È bellissimo il personaggio della giovane attrice emergente e spocchiosa in “La passione” di Carlo Mazzacurati, presentato a Venezia nel 2010. Con Silvio Orlando, Giuseppe Battiston, Kasia Smutniak, il film rappresenta perfettamente la provincia italiana tra luci e ombre. A 30 anni, Cristiana ha oramai abbandonato la commedia facile per pellicole sempre più complesse, come “Dalla vita in poi” di Gianfrancesco Lazzotti, uscito nel 2010. Tratto da una storia vera, il film racconta l’amore travagliato tra due perdenti, una Capotondi sulla sedia a rotelle e un carcerato interpretato da Filippo Nigro. L’ottima prova vale a Cristiana un Golden Tauro come Miglior Attrice al Taormina Film Festival.

Tra David di Donatello e Giro d'Italia

Cristiana Capotondi Festival di VeneziaToni più leggeri tornano un anno dopo con “La peggior settimana della mia vita” (2011) di Alessandro Genovesi, in cui una coppia innamoratissima deve fare i conti con la famiglia di lei sulla falsariga dell’americano “Ti presento i miei”. Nel 2011 recita ne “La kryptonite nella borsa” di Ivan Cotroneo, che le vale una nomination ai David di Donatello come Miglior Attrice Non Protagonista.

In questo stesso anno è scelta come madrina e testimonial della 94esima edizione del Giro d'Italia di ciclismo.

Dopo alcuni film per la TV, torna sul grande schermo nel 2012 con "Il peggior natale della mia vita" e l'anno successivo con "Amiche da morire" (2013) insieme a Claudia Gerini, ricevendo il Super Ciak d'oro. Sempre del 2013 è l'opera prima di Pierfrancesco Diliberto "La mafia uccide solo d'estate" presentato al Torino Film Festival dello stesso anno.

Dopo una serie di commedie nel corso del 2014, la Capotondi nel 2016 ritorna in un film intimo e drammatico, "7 minuti", per la regia di Michele Placido. L'anno successivo invece, recita nella nuova serie televisiva RAI, "Di padre in figlia" nel ruolo di Maria Teresa Franza. Torna sul grande schermo con "Nome di donna" un film di Marco Tullio Giordana in una pellicola sul tema della violenza femminile domestica e lavorativa.

Massimiliano Ponzi

Cristiana Capotondi Filmografia - Cinema

Cristiana Capotondi evento

  • Vacanze di Natale '95, regia di Neri Parenti (1995)
  • Il cielo in una stanza, regia di Carlo Vanzina (1999)
  • Forse sì... forse no..., regia di Stefano Chiantini (2004)
  • Christmas in Love, regia di Neri Parenti (2004)
  • Volevo solo dormirle addosso, regia di Eugenio Cappuccio (2004)
  • Notte prima degli esami, regia di Fausto Brizzi (2006)
  • Scrivilo sui muri, regia di Giancarlo Scarchilli (2007)
  • I Viceré, regia di Roberto Faenza (2007)
  • Come tu mi vuoi, regia di Volfango De Biasi (2007)
  • Ex, regia di Fausto Brizzi (2009)
  • La passione, regia di Carlo Mazzacurati (2010)
  • Dalla vita in poi, regia di Gianfrancesco Lazotti (2010)
  • La peggior settimana della mia vita, regia di Alessandro Genovesi (2011)
  • L'infiltrato, regia di Giacomo Battiato (2011)
  • La kryptonite nella borsa, regia di Ivan Cotroneo (2011)
  • Il peggior Natale della mia vita, regia di Alessandro Genovesi (2012)
  • Hotel Transylvania (Voce) (2012)
  • Amiche da morire, regia di Giorgia Farina (2013)
  • La mafia uccide solo d'estate, regia di Pierfrancesco Diliberto (2013)
  • Indovina chi viene a Natale?, regia di Fausto Brizzi (2013)
  • Amori elementari, regia di Sergio Basso (2014)
  • Un ragazzo d'oro, regia di Pupi Avati (2014)
  • Soap opera, regia di Alessandro Genovesi (2014)
  • Tommaso, regia di Kim Rossi Stuart (2016)
  • 7 minuti, regia di Michele Placido (2016)
  • Nome di donna, regia di Marco Tullio Giordana (2018)

Cristiana Capotondi Filmografia - Televisione

  • Amico mio, regia di Paolo Poeti (Miniserie TV) (1993)
  • Italian Restaurant, regia di Giorgio Capitani (Miniserie TV) (1994)
  • Un nero per casa, regia di Gigi Proietti (Film TV) (1998)
  • S.P.Q.R., regia di Claudio Risi (Serie TV) (1998)
  • Anni '50, regia di Carlo Vanzina (Miniserie TV) (1998)
  • Anni '60, regia di Carlo Vanzina (Miniserie TV) (1999)
  • Piovuto dal cielo, regia di José María Sánchez (Film TV) (2000)
  • Compagni di scuola, regia di Tiziana Aristarco e Claudio Norza (Serie TV) (2001)
  • Io ti salverò, regia di Mario Caiano (Miniserie TV) (2001)
  • Angelo il custode, regia di Gianfrancesco Lazotti (Miniserie TV) (2001)
  • Il giovane Casanova, regia di Giacomo Battiato (Film TV) (2002)
  • La casa dell'angelo, regia di Giuliana Gamba (Film TV) (2002)
  • Part Time, regia di Angelo Longoni (Miniserie TV) (2004)
  • Luisa Sanfelice, regia dei fratelli Taviani (Miniserie TV) (2004)
  • Virginia, la monaca di Monza, regia di Alberto Sironi (Film TV) (2004)
  • Orgoglio, regia di Giorgio Serafini e Vittorio De Sisti (Serie TV) (2004)
  • Le voyage de Louisa, regia Patrick Volson (Film TV) (2005)
  • Orgoglio capitolo secondo, regia di Giorgio Serafini e Vittorio De Sisti (Serie TV) (2005)
  • Orgoglio capitolo terzo, regia di Giorgio Serafini e Vincenzo Verdecchi (Serie TV) (2006)
  • Joe Petrosino, regia di Alfredo Peyretti (Miniserie TV) (2006)
  • Rebecca, la prima moglie, regia di Riccardo Milani (Miniserie TV) (2008)
  • Sissi, regia di Xaver Schwarzenberger (Miniserie TV) (2010)
  • L'olimpiade nascosta, regia di Alfredo Peyretti (Miniserie TV) (2012)
  • Barabba, regia di Roger Young (Film TV) (2013)
  • Purché finisca bene - Un marito di troppo, regia di Luca Ribuoli (Film TV) (2014)
  • Una casa nel cuore, regia di Andrea Porporati (Film TV) (2015)
  • Io Ci Sono, regia di Luciano Manuzzi  (2016)
  • Di padre in figlia, regia di Riccardo Milani  (2017)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *