Bumblebee (2018)

Bumblebee – Recensione: il regista Travis Knight dirige il primo spin-off della saga dei Transformers con il simpatico Autobot B-127

Bumblebee review

Nell’assolata California degli anni ‘80 di “Mork and Mindy”, approda uno degli Autobot, in guerra con i Decepticon sul pianeta Cybertron. É mandato dal suo capo Optimus Prime per salvare il mondo. Le cose non andranno benissimo all’inizio perché sarà scovato dai suoi nemici e “accolto” malamente da un plotone di marines guidati da John Cena. Eppure, il nostro eroe troverà una grande amica nella giovane Charlie (Hailee Steinfeld), che lo adotterà dopo averlo visto camuffato da vecchio maggiolino scalcagnato.

Bumblebee: un nuovo capitolo che porta una ventata d’aria fresca dopo il flop de “L’ultimo cavaliere”

Bumblebee Transformers

 

Non era facile continuare il successo della saga “Transformers” diretta da Michael Bay. L’azione portata agli eccessi degli ultimi film aveva fatto perdere ai robot, che nascondono un cuore sotto l’acciaio, il loro carisma. Riesce invece nell'impresa il regista Travis Knight, che punta tutto sull’empatia di un buffo maggiolino arrugginito per un’adolescente alla ricerca di se stessa. "Bumblebee" inizia con scontri tra titani d’acciaio per poi approdare a una narrazione molto diversa.

L’incontro tra Charlie e l’Autobot che lei chiama Bumblebee ricorda molto quello tra ET e il bimbo che lo accoglie. Solo la nerd che ha perso il padre ed è un maschiaccio riesce a comunicare con la macchina che ha perso la voce dopo un combattimento all’ultimo sangue. L’azione non manca in questa pellicola, ma c’è anche spazio per i sentimenti tra uomo e 'automa'. Il gioco riesce bene grazie alla bravura della protagonista, di cui sentiremo parlare in futuro sicuramente. “Bumblebee” coniuga perfettamente due anime molto diverse tra loro. Piacerà ai fan dei Transformers ma anche agli adolescenti e, perché no, anche alle loro famiglie.

Il regista non a caso fa diventare l’autobot, una Volkswagen, una vettura molto differente dalle potenti Chevrolet Camaro dei capitali precedenti. La ricostruzione degli anni ’80 assolutamente perfetta è la ciliegina sulla torta. La colonna sonora è un omaggio ben riuscito all’epoca dei Duran Duran & compagnia e racconta alla perfezione i primi turbamenti adolescenziali di Charlie e del suo giovane amico di colore.

“Bumblebee” di Knight non fa rimpiangere in alcun modo i cinque film precedenti ipercinetici diretti da Michael Bay e riesce a fornire alle gigantesche creature d’acciaio una dimensione quasi umana. Un film perfetto durante le festività natalizie.
Ivana Faranda

  • Regia: Travis Knight
  • Cast: Hailee Steinfeld, John Cena, Pamela Adlon, Christian Hutcherson, Kenneth Choi, Vanessa Ross, Rachel Crow, John Ortiz, Peter Cullen, Abby Quinn
  • Genere: Azione, colore
  • Durata: 114 minuti
  • Produzione: USA, 2018
  • Distribuzione: 20th Century Fox
  • Data di uscita: 20 dicembre 2018

Bumblebee loc itaCharlie Watson è una ragazza apparentemente semplice della California che, nel 1987, sta per compiere 18 anni. La sua vita cambia quando, un giorno, decide di recarsi in una discarica dove trova un maggiolino giallo che sembra non funzionare. In realtà, questa macchina è Bumblebee, un Transformer.

Bumblebee: il ritorno dei Transformers

Travis Knight ("Kubo e la Spada Magica") cura la regia di "Bumblebee", lo spin-off dei celebri Transformers. Per il regista, questo è il primo live-action della sua carriera.

I produttori del film sono Lorenzo di Bonaventura, Michael Bay e Chris Brigham, insieme a Steven Spielberg, Brian Goldner e Mark Vahradian.

La protagonista della pellicola è Hailee Steinfeld ("Il Grinta", che le valse una nomination come Miglior attrice non protagonista agli Oscar 2011; "Tutto può cambiare"; "17 anni (e come uscirne vivi)"; "Pitch Perfect 3"). Proprio l'attrice ha annunciato che questo spin-off è caratterizzato da un tono leggermente diverso rispetto ai precedenti "Transformers", poiché è maggiormente concentrato sulle vicende dei personaggi piuttosto che sull'azione.

In merito al suo personaggio, la Steinfeld ha dichiarato che: "Charlie fa il liceo ed è incredibilmente unica e forte. Quello che amo di lei è come la gente sottovaluti le sue conoscenze e lei invece dimostri continuamente quello che sa, costruendo anche una incredibile relazione con questo Transformer". Inoltre, ha aggiunto: "Bumblebee è quello che è, quell'adorabile gigante gentile che si preoccupa genuinamente. Il mio personaggio invece fa questa scoperta e in un momento della sua vita in cui sta cercando qualcuno che la ascolti e la ami, e Bumblebee riempie quel vuoto".

 

Related posts

1 Comment

  1. Leonzio

    Difficile pensare, a questo punto, che The last knight possa avere un seguito. Il film Bumblebee sembra segnare un reboot della saga tenendo conto della discontinuita’ della storyline inserita nelle scene finali. Un bel film che promuove un merchandise nuovo di zecca, contrariamente al precedente che invece sembrava girato solo a questo scopo.

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *