Box office USA: “Bad Boys for Life” di nuovo in testa

(Box office USA: incassi 24 – 26 gennaio 2020) “Bad Boys for Life” è campione d’incassi per la seconda volta, seguono rispettivamente in seconda e terza posizione il bellico “1917” e “Dolittle“.

Box office USA: 120 milioni totali per “Bad Boys for Life”

Box office USA

1917

Un week end fruttuoso per “Bad Boys for Life” che porta a casa altri 34.000.000 di dollari, conservando così la prima posizione. Il film con Will Smith e Martin Lawrence ha raccolto in patria in dieci giorni la cifra complessiva di 120.644.000 dollari, registrando un calo del 46%, e un incasso mondiale di 215 milioni. A distanza di diciassette anni il pubblico americano ha dunque premiato la coppia d’interpreti, tanto che si pensa di realizzare un quarto capitolo del franchise.

Invertite la seconda e terza posizione. Sale infatti dal terzo al secondo posto il bellico e viscerale “1917” di Sam Mendes, forte delle dieci candidature agli Oscar e delle due vittorie ai Golden Globe nelle categorie Miglior Regia e Miglior Film. La pellicola interpretata da un cast di prestigio e tecnicamente perfetta, dopo cinque week end, aggiunge 15.800.000 dollari all’incasso complessivo giunto a quota 103.880.000 dollari (200 milioni in tutto il mondo).

Nonostante la presenza di Robert Downey Jr. le recensioni negative hanno indebolito “Dolittle” che perde una posizione ed è terzo con 12.500.000 dollari e 44.690.000 dollari totali. Fortunatamente la commedia della Universal ha ottenuto risultati migliori all’estero con 91.1 milioni, nonostante in mercati importanti come quello cinese il film debba ancora uscire.

Esordio in quarta posizione con 11.031.000 dollari per la commedia d’azione “The Gentlemen“, interpretata da Matthew McConaughey, Charlie Hunnam, Hugh Grant, Michelle Dockery e Colin Farrell. Il lavoro di Guy Ritchie, proiettato in 2.165 schermi, ha ottenuto la buona media di 5.095 dollari.

Arrivato al settimo week end “Jumanji: The Next Level” continua ad attirare il pubblico, perdendo solo una posizione e registrando un calo del 19%. In quinta posizione l’action con Karen Gillan, Dwayne Johnson, Jack Black e Kevin Hart realizza 7.900.000 dollari per un totale di 283.446.000 (737 milioni in tutto il mondo).

“The Turning”, unico esordiente della seconda cinquina

Box office USA film

The Turning

Apre in sesta posizione con 7.300.000 dollari, 2.839 di media per copia (2.571 schermi) l’horror low budget “The Turning“, indebolito da recensioni molto negative, mentre “Star Wars: L’ascesa di Skywalker” raggiunge il mezzo miliardi complessivo (501.583.000 dollari), grazie ai 5.173.000 dollari rastrellati durante il fine settimana. La pellicola della Disney, scesa dalla quinta alla settima posizione, è arrivata alla ragguardevole cifra mondiale di 1.046.183.140 dollari.

Un gradino in meno per “Piccole donne” che in ottava posizione incassa 4.700.000 dollari per un totale di 93.727.000 dollari, mentre “Il diritto di opporsi“, biopic diretto da Destin Daniel Cretton con Michael B. Jordan e Jamie Foxx, passa dalla sesta alla nona posizione con 4.055.000 dollari e 27.078.000 dollari complessivi.

Chiude la top ten  “Cena con delitto – Knives Out”, sceso dall’ottavo posto, con 3.650.000 dollari e 151.866.000 dollari totali.

Dopo 10 settimane,  “Frozen 2 – Il segreto di Arendelle” esce dalla top ten con 469.812.568 di dollari totali e 1.419.312.568 dollari mondiali.

Andrea Racca

27/01/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *