Judi Dench

Attrice teatrale e attrice cinematografica britannica, Dame Judith Olivia Dench, conosciuta come Judi Dench ha avuto e continua ad avere una carriera piena di riconoscimenti, capace di regalare emozioni al suo pubblico anche con piccole apparizioni

 

Judi Dench,  la “Regina” del cinema inglese

(York, 9 dicembre 1934)

Judi Dench Biografia

Nonostante sia nota al pubblico per i suoi straordinari ruoli cinematografici, Judi Dench, come molti altri grandi attori, ha iniziato la sua carriera d’attrice in teatro.

Judi Dench, la carriera shakespeariana a teatro

Il suo esordio avviene nel 1957, sul palcoscenico dell'Old Vic di Liverpool con "Amleto", nel ruolo di Ofelia. Subito si è affermata come una delle maggiori attrici teatrali britanniche, facendo del teatro shakespeariano la sua seconda casa.

Da Giulietta nella rappresentazione diretta da Franco Zeffirelli a Lady MacBeth con la Royal Shakespeare Company fino ad ottenere nel1970 l'Order of the British Empire per il suo lavoro teatrale, seguito dal titolo di Dama dell'Impero Britannico, mentre riceve l'Oliver Award per la parte di Cleopatra nel 1987.

Judi Dench, fuori dallo "stage": in tv e al cinema

Il suo esordio al grande pubblico avviene sul piccolo schermo nel 1959 con il film a 6 episodi “Hilda Lessways”, seguito da numerose altre apparizioni in vari serial di successo, oltre che, naturalmente, in alcune riduzioni di opere di Shakespeare.

La prima importante interpretazione è nel film di James IvoryCamera con vista” (1985), tratto dal romanzo omonimo di E.M. Forster, al fianco di Maggie Smith. Seguono un piccolo ruolo nell' "Hamlet" diretto nel 1996 da Kenneth Branagh e il riconoscimento definitivo da parte della critica ne “La mia Regina” del 1997 diretto da John Madden, in cui l'attrice interpreta la Regina Vittoria in maniera esaltante, tanto da ricevere in una volta sola una nomination agli Oscar come Miglior Attrice Protagonista, il Golden Globe come Miglior Attrice Protagonista per ruoli drammatici, ed un numero davvero elevato di altri premi e nomination. Il ruolo vincente di regina raddoppia l'anno successivo con “Shakespeare in Love” (1998), la cui interpretazione di Elisabetta I d'Inghilterra le permette di aggiudicarsi la statuetta come Miglior Attrice non Protagonista.

Tutti i successi di Judi Dench

Il successo sul grande schermo è ormai assodato. Tuttavia l'attrice non abbandona mai il teatro e tra un impegno e l'altro torna nella sua “casa natia”, calcando il palcoscenico nel dramma "Filumena Marturano" di Eduardo De Filippo, fra il 1998 e il 1999.

Torna ad essere diretta da Zeffirelli, stavolta nella pellicola in “Un tè con Mussolini” (1999) e triplica la sua partecipazione nelle pellicole dedicate al famigerato agente speciale 007, in particolare in “007 – Il mondo non basta" (1999), “007 – La morte può attendere" (2002) e “Casinò Royale" (2006).

I riconoscimenti da parte della critica e del pubblico non si fermano mai e la spettacolare interpretazione in “Chocolat” (2000) e in “Iris – Un amore vero” (2002) le fanno vincere la terza e la quarta nomination all'Oscar.

Judi Dench, di genere in genere, l'attrice non sbaglia mai

Con “The Chronicles of Riddick” (2004) Judi Dench cambia completamente genere, cimentandosi in quello fantascientifico ma restando comunque un'eccezionale professionista. Segue nella sua carriera l'ennesima nomination agli Oscar nel 2005 per “Lady Henderson presenta”, film diretto da Stephen Frears e nel 2006 per “Diario di uno scandalo”, che la vede recitare al fianco di Cate Blanchett, nel ruolo di un'acida e ossessiva insegnante zitella.

Nel 2008 torna nel mondo dello spionaggio con “Quantum of Solace” mentre nel 2009 recita al fianco di Jude Law e Dianne Wiest nel drammatico “Rage”. Tra i suoi lavori più recenti ricordiamo “Nine” (2009), un musical diretto da Rob Marshall, con Daniel Day Lewis, Marion Cotillard, Penelope Cruz e Stacy Ferguson, e "Marilyn" (2011) dove il ruolo della diva è interpretato da Michelle Williams. Sempre nello stesso anno, è nel cast di “J. Edgar”, insieme a Leonardo DiCaprio, per la regia di Clint Eastwood. Nel 2012 invece, Judi Dench è tra i protagonisti di “Marigold Hotel”, una commedia di John Madden su un gruppo di pensionati in viaggio in India.

Veste poi nuovamente i panni di M nella saga di 007 al fianco di Daniel Craig, nell’episodio intitolato “Skyfall” di Sam Mendes, nel 2012.

Nel 2014 offre una grande prestazione attoriale in "Philomena", di Stephen Frears.

Silvia Caputi

Judi Dench Filmografia - Cinema

Judi Dench Filmografia

  • Il terzo segreto, regia di Charles Crichton (1964)
  • Alle 4 del mattino due uomini due donne, regia di Anthony Simmons (1965)
  • Sherlock Holmes: notti di terrore, regia di James Hill (1965)
  • He Who Rides a Tiger, regia di Charles Crichton (1965)
  • A Midsummer Night’s Dream, regia di Peter Hall (1968)
  • Luther, regia di Guy Green (1974)
  • Il fantino deve morire, regia di Tony Richardson (1974)
  • Il mistero di Wetherby, regia di David Hare (1985)
  • Camera con vista, regia di James Ivory (1985)
  • 84 Charing Cross Road, regia di David Hugh Jones (1987)
  • The Angelic Conversation, regia di Derek Jarman (1987)
  • Il matrimonio di Lady Brenda, regia di Charles Sturridge (1988)
  • Enrico V, regia di Kenneth Branagh (1989)
  • Jack & Sarah, regia di Tim Sullivan (1995)
  • Agente 007 – GoldenEye, regia di Martin Campbell (1995)
  • Hamlet, regia di Kenneth Branagh (1996)
  • La mia regina, regia di John Madden (1997)
  • Agente 007 – Il domani non muore mai, regia di Roger Spottiswoode (1997)
  • Shakespeare in Love, regia di John Madden (1998)
  • Un tè con Mussolini, regia di Franco Zeffirelli (1999)
  • Agente 007 – Il mondo non basta, regia di Michael Apted (1999)
  • Chocolat, regia di Lasse Hallström (2000)
  • Iris – Un amore vero, regia di Richard Eyre (2001)
  • The Shipping News – Ombre dal profondo, regia di Lasse Hallström (2001)
  • L’importanza di chiamarsi Ernest, regia di Oliver Parker (2002)
  • Agente 007 – La morte può attendere, regia di Lee Tamahori (2002)
  • The Chronicles of Riddick, regia di David Twohy (2004)
  • Ladies in Lavender, regia di Charles Dance (2004)
  • Orgoglio e pregiudizio, regia di Joe Wright (2005)
  • Lady Henderson presenta, regia di Stephen Frears (2005)
  • Casino Royale, regia di Martin Campbell (2006)
  • Diario di uno scandalo, regia di Richard Eyre (2006)
  • Quantum of Solace, regia di Marc Forster (2008)
  • Rage, regia di Sally Potter (2009)
  • Nine, regia di Rob Marshall (2009)
  • Jane Eyre, regia di Cary Fukunaga (2011)
  • Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare, regia di Rob Marshall (2011)
  • Marilyn, regia di Simon Curtis (2011)
  • Friend Request Pending, regia di Chris Foggin – cortometraggio (2011)
  • J. Edgar, regia di Clint Eastwood (2011)
  • Marigold Hotel, regia di John Madden (2012)
  • Skyfall, regia di Sam Mendes (2012)
  • Stars in Shorts, di registi vari (2012)
  • Philomena, regia di Stephen Frears (2013)
  • Ritorno al Marigold Hotel, regia di John Madden (2015)
  • Spectre, regia di Sam Mendes (2015) - cameo
  • Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali (Miss Peregrine's Home for Peculiar Children), regia di Tim Burton (2016)
  • Tulip Fever, regia di Justin Chadwick (2017)
  • Vittoria e Abdul (Victoria and Abdul), regia di Stephen Frears (2017)
  • Assassinio sull'Orient Express (Murder on the Orient Express), regia di Kenneth Branagh (2017)

Judi Dench Filmografia - Televisione

  • Hilda Lessways – serie TV, 6 episodi (1959)
  • The Terrible Choice – serie TV (1960)
  • Armchair Theatre – serie TV, episodio 3x77 (1960)
  • An Age of Kings – serie TV, episodi 1x07-1x08 (1960)
  • The Four Just Men – serie TV, episodio 1x39 (1960)
  • The Cherry Orchard, regia di Michael Elliott - opera teatrale TV (1962)
  • Z Cars – serie TV, episodio 3x02 (1963)
  • Festival – serie TV, episodio 1x14 (1964)
  • Detective – serie TV, episodio 1x06 (1964)
  • The Troubleshooters – serie TV, episodio 1x03 (1965)
  • ITV Play of the Week – serie TV, 6 episodi (1959-1966)
  • Court Martial – serie TV, episodio 1x04 (1966)
  • Talking to a Stranger – miniserie TV (1966)
  • BBC Play of the Month – serie TV, episodio 2x02 (1966)
  • Confession – serie TV, episodio 1x11 (1970)
  • Ooh La La! – serie TV, episodio 3x01 (1973)
  • Jackanory – serie TV, 12 episodi (1968-1978)
  • The Comedy of Errors, regia di Philip Casson - opera teatrale TV (1978)
  • BBC2 Play of the Week – serie TV, episodi 2x01-2x12 (1978-1979)
  • ITV Playhouse – serie TV, episodi 1x17-11x08 (1968-1979)
  • A Performance of Macbeth, regia di Philip Casson - film TV (1979)
  • Love in a Cold Climate – miniserie TV, 8 episodi (1980)
  • BBC2 Playhouse – serie TV, episodio 7x27 (1981)
  • The Cherry Orchard, regia di Richard Eyre - film TV (1981)
  • Saigon: Year of the Cat, regia di Stephen Frears - film TV (1983)
  • A Fine Romance – serie TV, 26 episodi (1981-1984)
  • The Browning Version, regia di Michael A. Simpson - film TV (1985)
  • Theatre Night – serie TV, episodi 2x04-2x05 (1987)
  • Behaving Badly – miniserie TV, 4 episodi (1989)
  • Screen One – serie TV, episodio 2x05 (1990)
  • The Torch – miniserie TV (1992)
  • The Last of the Blonde Bombshells, regia di Gillies MacKinnon - film TV (2000)
  • As Time Goes By – serie TV, 67 episodi (1992-2005)
  • Cranford – serie TV, 7 episodi (2007-2009)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *