Ötzi e il mistero del tempo (2018)

Ötzi e il mistero del tempo: un family movie coinvolgente

Ötzi e il mistero del tempo review

Gabriele Pignotta confeziona un film gradevole dal ritmo serrato, proponendo ad un pubblico di giovanissimi e alle loro famiglie un mix di avventura, fantasy e mistero, in una cornice, quella di Bolzano e dintorni, che basta da sola a incantare lo spettatore. Se poi aggiungiamo una bella colonna sonora (musiche originali Stefano Switala) e una recitazione convincente il gioco è fatto.

Il cinema nostrano si cimenta raramente in questo tipo di pellicole, della cui potenzialità è invece ben conscio lo show business americano, che ne realizza un numero sempre maggiore.

“Ötzi e il mistero del tempo” è la dimostrazione che è possibile anche per il nostro Paese realizzare prodotti che possano intrattenere i giovanissimi senza far annoiare i genitori.

Di particolare interesse l’incipit narrativo che coinvolge Ötzi, la famosa mummia ritrovata nel 1991 sulle Alpi Venoste, al confine italo-austriaco, che a quasi trent’anni dalla sua scoperta, diviene protagonista assoluta di questa storia di coraggio e amicizia.

Ötzi e il mistero del tempo: personaggi ben definiti danno vita ad una storia che incuriosisce e cattura

Ötzi e il mistero del tempo recensione

Nel film di Gabriele Pignotta sono presenti tutti quegli ingredienti necessari alla buona riuscita di genere, in cui non può mancare la perdita di un genitore, che porta l’orfano a dover affrontare la vita con forza e coraggio, l’amicizia che non teme pericoli, e un cattivo che sia degno di essere tale.

L’amicizia è quella che coinvolge i tre piccoli protagonisti, Kip, Elmer e Anna, legati da sempre, e pronti ora ad affrontare un’avventura inimmaginabile, che li porterà a dover credere anche in qualcosa che esula da quelle che possono essere le esperienze fatte fino ad allora dal giovane gruppo di ‘cacciatori di tesori’.

I piccoli eroi di “Ötzi e il mistero del tempo” devono vedersela con vere magie, e fronteggiare un gruppo di manigoldi al cui comando c’è la ‘cattiva’ Gelica, cui presta volto e movenze Alessandra Mastronardi, perfetta in questi panni fantasy. A interpretare il padre di Kip c’è il sempre bravo Vinicio Marchioni. Bravissimo Michael Smiley nel dar vita, in tutti i sensi, al magico Ötzi, che qui veste i complicati panni di uno sciamano.

Ötzi e il mistero del tempo: l’occasione per riscoprire la storia di Ötzi

“Ötzi e il mistero del tempo” è un film ben riuscito, vincitore nella sezione Elements +6 al Giffoni Film Festival 2018, disponibile sulla piattaforma RaiPlay. Il regista muove la macchina da presa con cura dei dettagli, mostrando talento nel proporre un family movie dal ritmo serrato, fuori dagli schemi narrativi propri della nostra tradizione, che relega i film per ragazzi a situazioni troppo scontate. Il film di Pignotta ha un respiro internazionale.

La mummia di Ötzi è una delle più importanti scoperte archeologiche ed antropologiche al mondo, questo film non manca di incuriosire sulle vicende di quest’uomo vissuto più di 5000 anni fa. La mummia si trova nel Museo Archeologico dell’Alto Adige di Bolzano, vicino al luogo del suo ritrovamento, una bella esperienza per grandi e piccini.

Il film è riproposto in streaming su RaiPlay dal 25 giugno 2020.

Maria Grazia Bosu

  • Regia: Gabriele Pignotta
  • Cast: Michael Smiley, Diego Delpiano, Alessandra Mastronardi, Amelia Bradley, Judah Cousin, Vinicio Marchioni, Deirdre Mullins
  • Genere: Commedia, colore
  • Durata: 90 minuti
  • Produzione: Italia, 2018
  • Distribuzione: One More Pictures
  • Data di uscita: 8 novembre 2018

"Ötzi e il mistero del tempo" - poster"Ötzi e il mistero del tempo" è un film per ragazzi diretto dal regista Gabriele Pignotta ("Ti sposo ma non troppo" nel 2014), distribuito nelle sale italiane da One More Pictures.

Ötzi e il mistero del tempo: un racconto fra storia e magia

Kip è un ragazzo di undici anni come tanti, intelligente e sensibile, per il quale l’infanzia sta cedendo il passo all'adolescenza. Prima di lasciare per sempre Bolzano, la sua città natale, e salutare i suoi amici del cuore, Kip vive con loro un’esperienza tanto straordinaria quanto misteriosa. Quando il ragazzo si reca al museo del suo paese per "dire addio" alla mummia Ötzi, accade qualcosa di magico: Ötzi si risveglia e comincia a rigenerarsi.

Ötzi si ritrova improvvisamente a vivere nel ventunesimo secolo e affrontare i problemi di questa per lui incognita epoca, mentre il giovane Kip, stando accanto alla mummia, ha modo di scoprire i segreti dell’età del rame: imparerà così che il tempo, che credeva tiranno, può essere un magico e sconvolgente alleato. Inseguiti per i boschi e le montagne dell’Alto Adige, Ötzi e i suoi piccoli amici vivranno un’avventura giocosa e spericolata, arrivando a confrontarsi coraggiosamente con le proprie paure e fragilità.

Ötzi e il mistero del tempo: il cast

Protagonista di "Ötzi e il mistero del tempo" è l'attore di origine irlandese Michael Smiley, che vanta nella sua carriera una serie di importanti collaborazione cinematografiche di fama internazionale tra cui nel 2006 nel film "Profumo - Storia di un assassino" di Tom Tykwer e nel 2017 "La ragazza dei tulipani" di Justin Chadwick.

Nel film figurano anche importanti artisti del panorama cinematografico italiano fra cui l'attrice napoletana Alessandra Mastronardi celebre per il ruolo di Eva nella serie tv "I cesaroni". Tra i lavori a livello cinematografico più importanti a cui ha partecipato la bella Mastronardi merita menzione "To Rome with Love" di Woody Allen del 2012. Altro nome di rilievo del cast del film "Ötzi e il mistero del tempo" è quello di Vinicio Marchioni, meglio noto come il Freddo nella popolare fiction italiana "Romanzo Criminale - La serie".


Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *