Marina Suma

Modella e attrice di cinema e televisione, Marina Suma è stata un'interprete cult degli anni ottanta, in pellicole come "Le occasioni di Rosa" e "Sapore di mare", che le hanno dato la popolarità, successo e una lunga carriera cinematografica.

Marina Suma, l'attrice dal "sapore di mare"

(Napoli, 4 novembre 1959)

Marina Suma BiografiaMarina Suma esordisce sulle passerelle della moda prima di arrivare al cinema nel 1981 con "Le occasioni di Rosa" di Salvatore Piscicelli, un debutto fortunato che le vale il David di Donatello e il Nastro d'Argento come Migliore Attrice Esordiente.

La popolarità arriva due anni più tardi quando partecipa a una delle commedie cult di Carlo Vanzina, "Sapore di mare" (1983), a cui seguono altre commedie come "Sing Sing" (1983), "Cuori nella tormenta" (1984) e "Un ragazzo e una ragazza" (1984) che affermano Marina Suma tra i protagonisti della commedia italiana. Ma dopo le commedie arriva il momento di cambiare, così Marina si cimenta in ruoli drammatici in "Blues metropolitano" di Piscicelli (1985), "Una donna da scoprire" di Riccardo Sesani (1987) e "Caramelle da uno sconosciuto" di Franco Ferrini (1987).

Il 'posto al sole' di Marina Suma

La carriera di Marina ormai è inarrestabile e tra gli anni '80 e '90 la vediamo in molte altre pellicole come "Cambiamento d'aria" di Giuseppe Gargiulo (1989), "Dark bar" di Stelio Fiorenza (1989), "L'ultima scena" di Nino Russo (1989), "Infelici e contenti" di Neri Parenti (1992), "Malesh" di Angelo Cannavacciuolo (1993), "Fiori di zucca" di Stefano Pomilla (1998), "The skitour" di C.M. Faudan (2000).

Appare nella prima fiction tutta made in Italy “Un posto al sole”, fortissimamente voluta da Minoli. Nel 2003 è la protagonista di "Yerma" di Federico Garcia Lorca, con cui vince la Nike per il Teatro come Migliore Attrice Protagonista, e la vediamo anche in "Pater familias" di Francesco Patierno.

Il ritiro dalle scene

Nel 2008 torna in televisione con "Donne assassine" di Alex Infascelli, in onda su Fox Crime. Nel 2009 va in tournée teatrale in 40 città italiane con "Pene d'amor perdute" di William Shakespeare per la regia di Stefano Artissunch. Nel 2012 è in “Stella di mare”, corto diretto da Salvatore Arimatea ambientato nelle isole Eolie, per il quale vince il premio Mare Festival 2012. Nello stesso anno è in teatro con il dramma storico "Nina Scarabattola" diretto da Luca Nasuto. Le ultime apparizioni cinematografiche sono in due piccole produzioni italiane del 2013, "Ballando il silenzio" e "Io è morto".

Un'altra passione di Marina sono i gioielli di cartapesta, che lei stessa produce e vende nei mercatini.

Silvia Mincio

Marina Suma Filmografia – Cinema

Marina Suma filmografia

  • Le occasioni di Rosa, regia di Salvatore Piscicelli (1981)
  • Dio li fa e poi li accoppia, regia di Steno (1982)
  • Sapore di mare, regia di Carlo Vanzina (1983)
  • Sing Sing, regia di Sergio Corbucci (1983)
  • Cuori nella tormenta, regia di Enrico Oldoini (1984)
  • Un ragazzo e una ragazza, regia di Marco Risi (1984)
  • Blues metropolitano, regia di Salvatore Piscicelli (1985)
  • Caramelle da uno sconosciuto, regia di Franco Ferrini (1987)
  • Una donna da scoprire, regia di Riccardo Sesani (1987)
  • Cambiamento d’aria, regia di Giuseppe Gargiulo (1988)
  • Shatterer (Sicilian Connection), regia di Tonino Valerii (1988)
  • Dark bar, regia di Stelio Fiorenza (1989)
  • L’ultima scena, regia di Nino Russo (1989)
  • Fiori di zucca, regia di Stefano Pomilia (1989)
  • Infelici e contenti, regia di Neri Parenti (1992)
  • Malesh, regia di Angelo Cannavacciuolo (1993)
  • Storie di seduzione, regia di Antonio Maria Magro (1995)
  • Volare!, regia di Vittorio De Sisti (1997)
  • Non chiamatemi papà, regia di Nini Salerno (1997)
  • The skitour, regia di C.M. Faudan (1998)
  • Un uomo a perdere, regia di W. Toschi (2000)
  • Un giudice di rispetto, di Bruno Mattei (2002)
  • Pater familias, regia di Francesco Patierno (2004)
  • Ballando il silenzio, regia di Salvatore Arimatea (2013)
  • Io è morto, regia di Alberto De Venezia (2013)
  • Ballando il silenzio, regia di Salvatore Arimatea (2015)

Marina Suma Filmografia – Televisione

  • Disperatamente Giulia, regia di Enrico Maria Salerno (1988)
  • Cambiamento d’aria, protagonista, regia di G. Galasso (1988)
  • Gorilla in Amazzonia, regia di D. Tessari (1990)
  • Il ricatto 2 , regia di Vittorio De Sisti (1990)
  • La signora della città, regia di B. Cino (1995)
  • Fantasma per caso!,  regia di V. De Sisti (1996)
  • Non chiamatemi papà , regia di Nini Salerno(1997)
  • Tutti per uno, regia di V. De Sisti(1999)
  • Un posto al sole (1997 e 2001)
  • Bel ami , regia di M. Spano (2001)
  • Cuore, regia di Maurizio Zaccaro (2001)
  • Gente di mare, regia di Vittorio De Sisti (2005)
  • Donne assassine, regia di Alex Infascelli (2008)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *