John Candy

La simpatia del volto e l’amore per la commedia sono sicuramente le caratteristiche che hanno contraddistinto John Candy, “il più abbracciabile di Hollywood”, nella sua breve ma memorabile carriera.

John Candy, il più abbracciabile di Hollywood

(Toronto, 31 ottobre 1950 – Durango, 4 marzo 1994)

John Candy BiografiaSebbene con ruoli minori appare nel memorabile “The Blues Brothers” (1980) di John Landis, pellicola cult con John Belushi e Dan Aykroyd e “Stripes – Un plotone di svitati” (1981) con Bill Murray. “Splash, una sirena a Manhattan” (1984) di Ron Howard con Tom Hanks e Daryl Hannah è il primo lavoro che gli regala una parte di rilievo.

Nel 1985 è protagonista di due film minori come: “Vacanze in Florida” e “Chi più spende… più guadagna”. Ritrova Tom Hanks nel poco noto “Un ponte di guai” (1986), per poi partecipare ai successi: “La piccola bottega degli orrori” (1986) di Frank Oz; “Balle spaziali” (1987) del grande Mel Brooks e “Un biglietto in due” (1987) con Steve Martin.

John Candy, un attore 'spaziale'

Nel 1989 è ancora protagonista della commedia “Io e zio Buck”, al quale segue il successo di cassetta “Mamma, ho perso l’aereo” (1990). Tra tanti ruoli comici ha la possibilità di dare prova di sé anche nel drammatico “JFK – Un caso ancora aperto” (1991) di Oliver Stone. Dopo questa breve parentesi torna alla commedia con: “Sette criminali e un bassotto” (1992), “Cool Runnings – Quattro sotto zero” (1993)e nel satirico “Operazione Canadian Bacon” (1995).

Esordisce alla regia con “Ostaggio per un giorno” (1994) prima di impegnarsi nelle riprese in Messico di “Wagon East!”, dove il 4 marzo del 1994, viene colto da un infarto, durante il sonno. Quest’ultimo film a cui lavora viene dedicato a lui dal regista Peter Markle.

Nonostante i notevoli sforzi per dimagrire e condurre una vita più regolare, il destino di John Candy è lo stesso del padre, morto anch’egli d’infarto a soli 35 anni.

Isabella Gasparutti

John Candy Filmografia – Cinema

John Candy filmografia

  • Class of ’44, regia di Paul Bogart (1973)
  • Quel che conta è il conto in banca, regia di John Trent (1975)
  • Tunnel Vision regia di Neal Israel e Bradley R. Swirnoff (1976)
  • The Clown Murders, regia di Martyn Burke (1976)
  • Find the Lady, regia di John Trent (1976)
  • L’amico sconosciuto, regia di Daryl Duke (1978)
  • Marito in prova, regia di Melvin Frank (1979)
  • 1941 – Allarme a Hollywood, regia di Steven Spielberg (1979)
  • Double Negative, regia di George Bloomfield (1980)
  • The Blues Brothers, regia di John Landis (1980)
  • Stripes – Un plotone di svitati, regia di Ivan Reitman (1981)
  • Jack London, (Serie TV, 1 episodio) (1981)
  • National Lampoon’s Vacation, regia di Harold Ramis (1983)
  • Going Berserk, regia di David Steinberg (1983)
  • Splash, una sirena a Manhattan, regia di Ron Howard (1984)
  • Chi più spende… più guadagna!, regia di Walter Hill (1985)
  • Follow That Bird, regia di Ken Kwapis (1985)
  • Una vacanza di troppo, regia di Carl Reiner (1985)
  • Un ponte di guai, regia di Nicholas Meyer (1985)
  • Pazzi da legare, regia di Mark L. Lester (1986)
  • La piccola bottega degli orrori, regia di Frank Oz (1986)
  • Balle spaziali, regia di Mel Brooks (1987)
  • Un biglietto in due, regia di John Hughes (1987)
  • Un amore rinnovato, regia di John Hughes (Cameo) (1988)
  • Non è stata una vacanza… è stata una guerra!, regia di Howard Deutch (1988)
  • Chi è Harry Crumb?, regia di Paul Flaherty (1989)
  • La corsa più pazza del mondo n. 2, regia di Jim Drake (1989)
  • Io e zio Buck, regia di John Hughes (1989)
  • I guerrieri della strada, regia di Daniel Raskov (Cameo) (1990)
  • Mamma, ho perso l’aereo, regia di Chris Columbus (1990)
  • Bianca e Bernie nella terra dei canguri, regia di Hendel Butoy e Mike Gabriel (Voce) (1990)
  • Nient’altro che guai, regia di Dan Aykroyd (1991)
  • Tutto può accadere, regia di Bryan Gordon (1991)
  • Cara mamma, mi sposo, regia di Chris Columbus (1991)
  • Fuori di testa, regia di Tom Mankiewicz (1991)
  • JFK – un caso ancora aperto, regia di Oliver Stone (1991)
  • 7 criminali e un bassotto, regia di Eugene Levy (1992)
  • Boris e Natasha, regia di Charles Martin Smith (1992)
  • La recluta dell’anno, regia di Daniel Stern (1993)
  • Cool Runnings – Quattro sottozero, regia di Jon Turteltaub (1993)
  • Wagons East!, regia di Peter Markle (1994)
  • Operazione Canadian Bacon, regia di Michael Moore (1995)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *