Il mio profilo migliore (2019)

  • Titolo originale: Celle que vous croyez
  • Regia: Safy Nebbou
  • Cast: Juliette Binoche, François Civil, Nicole Garcia, Marie-Ange Casta, Guillaume Gouix, Jules Houplain, Jules Gauzelin, Charles Berling, Claude Perron, Francis Leplay, Pierre Giraud, Sonia Mohammed Cherif, François Genty
  • Genere: drammatico, colore
  • Durata: 101 minuti
  • Produzione: Francia, 2019
  • Distribuzione: I Wonder Pictures
  • Data di uscita: 17 ottobre 2019

Il mio profilo migliore_loc"Il mio profilo migliore" è una commedia drammatica di Safy Nebbou: tratta dall'omonimo romanzo di Camille Laurens. La pellicola è stata selezionata nella categoria Berlinale Special e proiettata in anteprima al Festival Internazionale del Cinema di Berlino del 2019.

Il mio profilo migliore: un affascinante labirinto psicologico ai tempi dei social

Juliette Binoche interpreta Claire Millaud, un'affascinante donna di 50 anni, insegnante di professione e nella vita sentimentale divorziata, con due figli e una nuova relazione con un uomo più giovane di lei, Ludo, interpretato da Guillaume Gouix. Un giorno, per tenere sotto controllo il suo amante, decide di aprire Facebook per trasformarsi nell'attraente e spontanea Clara, una ragazza di 24 anni con la personalità ben diversa da quella di Claire.

In questa nuova vita virtuale finisce per conoscere il giovane Alex (interpretato da François Civil), un amico di Ludo che riesce improvvisamente a far riaffiorare in lei emozioni e sentimenti che credeva non le appartenessero più: tra chiacchiere notturne, messaggi e chat, Claire/Clara si innamorerà perdutamente di Alex e si renderà conto che nonostante si svolga tutto in un mondo virtuale, i suoi nuovi sentimenti sono reali.

Nel cast de "Il mio profilo migliore" troviamo Juliette Binoche ("Il gioco delle coppie" del 2018 di Olivier Assayas, "L'attesa", del 2015 di Piero Messina, "Cosmopolis", del 2015 di David Cronenberg), François Civil ("Wolf Call - Minaccia in alto mare" del 1029 di Antonin Baudry, "Burn Out", del 2017 di Yann Gozlan), Guillaume Gouix ("French Connection" del 2014 di Cédric Jimenez, "Midnight in Paris" del 2011 di Woody Allen).



Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *