Il mio capolavoro (2018)

  • Titolo originale: Mi Obra Maestra
  • Regia: Gastón Duprat
  • Cast; Guillermo Francella, Luis Brandoni, Raúl Arévalo
  • Genere: Commedia, colore
  • Durata: 100 minuti
  • Produzione: Spagna, Argentina, 2018
  • Distribuzione: Movies Inspired
  • Data di uscita cinema: 24 gennaio 2019

Il mio capolavoro locandina“Il mio capolavoro” racconta le vicende di Arturo, un gallerista e commerciante di opere d’arte contemporanee innamorato della sua città, Buenos Aires. L’amico più intimo di Arturo si chiama Renzo, un pittore che aveva raggiunto un grande successo durante gli anni Ottanta ma che per via del suo carattere è caduto in disgrazia. Renzo abita nel degrado e nella sporcizia, vivendo di espedienti e insultando il mondo intero perché non riesce ad entrare in contatto con nessuno di interessante. Quando un’incidente costringe Renzo in un letto di ospedale, privandolo temporaneamente della memoria, chiede l’aiuto del suo amico Arturo per uscire dalla vita che si è costruito.

 

Il mio capolavoro: l’arte nella vita

“Il mio capolavoro” è una commedia nera argentina diretto dal regista Gaston Duprat, già autore di film come “Il cittadino illustre” del 2016 e “L’artista” del 2008. Presentato Fuori Concorso alla Mostra del Cinema di Venezia del 2018, il film è sceneggiato da Andrés Duprat, direttore del Museo delle Belle Arti di Buenos Aires, che per la seconda volta collabora con il fratello.

Protagonisti della vicenda sono Guillermo Francella (“Il segreto dei suoi occhi” di Juan José Campanella, “Il Clan” di Pablo Trapero) che interpreta il gallerista Arturo e Luis Brandoni nel ruolo dell’artista Renzo.

Mariano Cohn che aveva collaborato con Gaston Duprat nei due film precedenti come co-regista, questa volta invece ricopre il ruolo di produttore, lasciando il terreno libero al regista argentino.

“Il mio capolavoro” nel suo primo weekend di uscita in Argentina è stato distribuito in più di trecento sale, rappresentando un grande lancio e attirando così più di 187.000 spettatori.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *