Il cattivo poeta (2020)

  • Regia: Gianluca Jodice
  • Cast: Sergio Castellitto, Francesco Patané, Tommaso Ragno, Fausto Russo Alesi, Massimiliano Rossi, Clotilde Courau
  • Genere: Biografico, colore
  • Durata: 93 minuti
  • Produzione: Italia, 2020
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Data di uscita: 12 novembre 2020

Il cattivo poeta film“Il cattivo poeta” è un film di genere biografico che ripercorre gli ultimi anni di vita di Gabriele D’Annunzio, interpretato da Sergio Castellitto.

Il cattivo poeta: la trama

1937. Il segretario del Partito Fascista Achille Starace promuove federale l’appena ventinovenne Giovanni Comini (Francesco Patané). L’incarico che il giovane è chiamato a ricoprire è particolarmente delicato: egli è inviato al Vittoriale per tenere sottocchio Gabriele D’Annunzio.

Negli ultimi anni di vita, infatti, l’irrequieto poeta si convince a combattere contro l’oppressione fascista, a tutela della propria libertà di espressione. Questo basta affinché sia visto dal Duce come un potenziale pericolo, una minaccia da sedare: niente deve ostacolare il progetto di espansione dell’Impero.

Una bella prova per Giovanni Comini: D’Annunzio, sebbene oramai vecchio e stanco, continua ad avere notevoli capacità seduttive e riuscirà a mettere in crisi la giovane spia, combattuta tra l’obbedienza al regime e la sincera stima verso il Vate.

Il cattivo poeta: cast e regia

Autore della sceneggiatura e regista del film è Giovanni Iodice, del quale si ricordano anche “Napoli 24” e “Ritratto di bambino”. In particolare, con la sceneggiatura di quest’ultimo film, ottiene nel 2001 una segnalazione al Premio Cinecittà Digital 2000. Nel medesimo anno, vince il Sacher Festival diretto da Nanni Moretti con il corto “La signorina Holibet”.

Veste i panni del poeta-vate Sergio Castellitto. Per il ruolo, l’attore ha ricevuto a Pescara il Premio del Vittoriale. Il riconoscimento gli è stato consegnato eccezionalmente dal presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani, Giordano Bruno Guerri. L’attore si è dichiarato molto orgoglioso del premio e ha confessato che sarebbe per lui un vero privilegio avere “qualche particella” del genio di D’annunzio.


Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *