Gli infedeli (2020)

Stefano Mordini

"Gli infedeli" diretto da Stefano Mordini, è un film a episodi che, nonostante sia un remake dell'omonimo film francese, si ispira per stile e toni alla tradizione della commedia all'italiana, in special modo quella tipica del cinema di Dino Risi.

Gli infedeli: uno spaccato tragicomico della vita quotidiana dell'italiano medio.

Il film si compone di cinque storie brevi, attraverso le quali vengono raccontate le peripezie amorose di cinque uomini, ognuno alle prese con mogli, fidanzate e amanti. Uno sguardo grottesco, divertito e irriverente, dal sapore amaro, sull'amore.

Pur essendo ad episodi, però, il film presenta una certa continuità narrativa dovuta alla precisa volontà di far incrociare le singole storie.

Cast & crew

Stefano Mordini negli anni '90 collabora come produttore esecutivo e regista alla società di produzione St/art, che realizza lavori diretti da Maria Martinelli, documentari, spot e cortometraggi. Mordini realizza due videoclip per il gruppo folk rock Mau Mau, Bàss Paradis e Rosso su nero corpo sette, e il cortometraggio "Percorsi", che ottiene una menzione speciale al festival di Bellaria. Il suo primo lavoro di fiction, il corto "I ladri", viene proiettato al Festival di Venezia nel 1996.

Esordisce nel 2005 col film "Provincia meccanica" con Stefano Accorsi e Valentina Cervi, in concorso al Festival di Berlino e candidato ai David di Donatello e ai Nastri d'argento. Nel 2007 produce e dirige "Il confine", documentario sulle comunità islamiche in Italia, nel 2009 "Come mio padre", sulla paternità in Italia, mentre nel 2010 "Io che sarò Roberto Baggio", una serie di documentari dedicati al famoso calciatore.

Nel 2012 presenta alla Mostra del cinema di Venezia il suo secondo lungometraggio, "Acciaio", tratto dall'omonimo romanzo di Silvia Avallone.
Il suo terzo lungometragigio, invece, risale al 2018 ed è il thriller "Il testimone invisibile", con Riccardo Scamarcio, Fabrizio Bentivoglio e Miriam Leone, remake del film spagnolo "Contrattempo".

Uno dei protagonisti del suo ultimo film "Gli infedeli" è Valerio Mastandrea, uno degli attori più interessanti e versatili del panorama odierno, con all'attivo alcuni titoli di spicco come "L'odore della notte" del grande Claudio Caligari, "Velocità massima" di Daniele Vicari, "Zora la vampira" dei Manetti Bros., "Il siero delle vanità" di Alex Infascelli e "Il Caimano" di Nanni Moretti.
Inoltre è proprio grazie all'interessamento di Mastandrea se si è avuta la possibilità di vedere al cinema il magnifico "Non essere cattivo", terzo ed ultimo film del compianto Caligari.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *