Festival di Venezia 2021: tutti i vincitori

Festival di Venezia 2021: tutti i vincitori

Sono stati decretati i vincitori del Festival di Venezia 2021 dalla giuria presieduta dal premio Oscar, Bong Joon Ho, dall’altro premio Oscar e ultimo Leone d’Oro Chloe Zhao, dal regista Saverio Costanzo, dalle attrici Virginie Efira, Cynthia Erivo, Sarah Gadon, e dal regista Alexander Nanau. É il francese “L’événement” della regista e sceneggiatrice Audrey Diwan ad aver vinto il Leone d’Oro al Festival di Venezia 2021. Miglior Regia a Jane Campion per “Il potere del cane”; Migliore attrice Penelope Cruz protagonista di “Madres paralelas” di Pedro Almodovar e Coppa Volpi per l’interpretazione maschile a John Arcilla protagonista del film filippino “On the Job: Mission 8”.

Festival di Venezia 2021: tre donne vincitrici dei premi più importanti

Il potere del cane Festival di Venezia 2021 Vincitori
Il potere del cane

Al Festival di Venezia 2021 sono state due donne a ottenere i premi più ambiti: il Leone d’Oro è infatti andato al drammatico e scioccante “L’événement” della francese Audrey Diwan, mentre per la Miglior Regia è stata premiata Jane Champion con “Il potere del cane”.

Nella pellicola francese, tratta dal romanzo di Anne Ernaux, che ripercorre la propria vicenda personale, la protagonista è una studentessa universitaria, Anne (Anamaria Vartolomei) che, nella Francia del 1963, decide di abortire, nonostante il rischio di finire in galera (l’aborto in Francia sarà illegale fino al 1975). La quarantunenne Audrey Diwan è la quinta regista donna a vincere il Leone d’Oro.

Gli ampi territori del Montana fanno da sfondo invece a “Il potere del cane”, grazie al quale la neozelandese Jane Campion ha ottenuto il riconoscimento per la Miglior Regia. Protagonisti della storia, tratta da un romanzo di Thomas Savage del 1976, sono due fratelli estremamente diversi tra loro e una vedova che irrompe nella loro vita. L’ambientazione western e il thriller psicologico sono elementi da cui Jane Campion è partita per esprimere con grande sensibilità e maestria un universo che sembra arido, ma che nasconde un profondo dolore.

The Lost Daughter” diretto da Maggie Gyllenhaal è valso a quest’ultima il premio Osella alla Miglior Sceneggiatura. Tratto dal romanzo “La figlia oscura” di Elena Ferrante, il film segue un’amicizia tra due donne in una località di mare.

Gli altri premiati della 78ª Mostra del Cinema

Festival di Venezia 2021 Vincitori Cruz
Madres Paralelas

Gran Premio della Giuria per Paolo Sorrentino che, con “È stata la mano di Dio”, si sofferma sull’elaborazione del lutto, ripercorrendo la sua vicenda autobiografica, segnata dalla perdita dei genitori da giovanissimo, mentre lui era in trasferta con il Napoli ai tempi del mitico Maradona. Grazie a questo film Filippo Scotti, che interpreta il regista, ha ricevuto il Premio Mastroianni per il Miglior Attore Emergente.

Il Premio Speciale della Giuria è andato invece a “Il buco” di Michelangelo Frammartino.

La sempre intensa Penélope Cruz ha ricevuto la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile grazie a Pedro Almodovar che l’ha diretta in “Madres paralelas”, storia drammatica di una madre alla quale viene scambiata la figlia nella culla. L’attrice era presente in Laguna anche con “Competencia Oficial”, film in Concorso degli argentini Gaston Duprat e Mariano Cohn.

La Coppa Volpi per la Miglior Interpretazione Maschile è andata invece a John Arcilla nei panni di un ambiguo giornalista nel film filippino “On the job: mission 8”.

La lista completa dei vincitori

Leone d’oro – Miglior Film

“L’événement” di Audrey Diwan – (Francia)

Gran Premio della Giuria (Leone d’Argento)

È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino – Italia

Premio alla miglior regia (Leone d’Argento)

Jane Campion per “Il potere del cane” – Nuova Zelanda/Australia

Premio speciale della giuria

Il Buco” di Michelangelo Frammartino – Italia

Coppa Volpi miglior attore

John Arcilla per “On the job: Mission 8” – Filippine

Coppa Volpi miglior attrice

Penelope Cruz per “Madres Paralelas” – Spagna

Osella per la miglior sceneggiatura

Maggie Gyllenhall per “The Lost Daughter” (Grecia, Stati Uniti, Gran Bretagna, Israele

Premio Marcello Mastroianni per il miglior attore emergente

Filippo Scotti per “È stata la mano di Dio” – Italia

Daniele Romeo

11/09/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *