Box Office USA: “Captain America: Civil War” si conferma un successo

(Box Office USA: Week End 13-15 Maggio) Seconda settimana di proiezione per “Captain America: Civil War” che continua a cavalcare l’onda del successo nonostante gli incassi siano già scesi rispetto al week end precedente; ancora secondo “Il libro della giungla”, subentra al terzo posto “Money Monster – L’altra faccia del denaro”.

Box Office USA: dopo il boom iniziale “Captain America: Civil War” continua a dominare la classifica

Captain America Civil War 1 Box Office USA

Da tutti prospettata come una pellicola vincente, “Captain America: Civil War” ha esordito la settimana scorsa in grande stile, arrivando a toccare i 180 milioni di dollari; alla seconda settimana di proiezione i supereroi della Marvel hanno già subito un calo degli incassi (piuttosto normale!), anche se in ogni caso parliamo di grandi cifre, ben 72.563.000 dollari, per un totale di 295.892.000 dollari negli USA. Considerato il budget di 250 milioni e l’incasso mondiale che per ora, dopo sole due settimane, ammonta già a 940.9 milioni di dollari, possiamo affermare con sicurezza che il film è un incredibile successo che sorpassa di gran lunga quello di “Batman v Superman: Dawn of Justice” di Zack Snyder.

Stabile al secondo posto “Il libro della giungla”, che con 17.764.000 dollari arriva ad un totale di 311.760.000 dollari, rivelandosi anch’esso un grande trionfo per la Disney e per il regista Jon Favreau, che negli ultimi anni ha dimostrato il proprio valore azzeccando un lavoro dopo l’altro.

New entry per terzo e quarto posto, rispettivamente occupati da “Money Monster – L’altra faccia del denaro” e “The Darkness”. Con un esordio di 15.000.000 dollari, “Money Monster – L’altra faccia del denaro” inizia bene ma dovrà riuscire a mantenere un buon ritmo nelle prossime settimane per riuscire a superare i 29 milioni di dollari spesi per la realizzazione. “The Darkness”, horror di produzione indipendente, incassa invece 5.180.000 dollari, superando fin da subito il budget di 4 milioni e rivelandosi una scelta azzeccata per le piccole case di produzione che l’hanno supportato.

Box Office USA: “Zootropolis” inamovibile mentre gli altri continuano a scendere

Quinto posto per “Mother’s Day” che perde due posizioni rispetto alla settimana scorsa e, con un incasso di 3.259.000 dollari, arriva ad un totale di 11.087.076 dollari; considerando che la sola presenza di Julia Roberts è costata 3 milioni, come potete leggere qui, il film si è rivelato un po’ una delusione per i produttori.

“Zootropolis” è invece ben fermo al sesto posto e sembra che passerà ancora molto tempo prima che il nuovo film d’animazione della Disney lascerà la classifica; 2.816.000 dollari per questo week end e il totale ammonta ormai a 331.831.000 dollari negli Stati Uniti e 969.8 milioni in tutto il mondo, a fronte di un budget di 150 milioni di dollari. Ce la farà l’adorabile coppia coniglietta-volpe a superare il miliardo?

Perde ancora posizioni “Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio” che da quarto diventa settimo e porta a casa 2.580.000 dollari per un totale di 44.540.000 dollari, confermandosi un investimento non troppo azzeccato per la Universal Pictures.

Box Office USA: tre commedie a chiudere la classifica

Sono occupati da commedie gli ultimi tre posti della Top 10: all’ottavo si piazza “Keanu”, action comedy scritta e interpretata da Jordan Peele e Keegan-Michael Key che non riesce del tutto a bucare lo schermo, incassando 1.900.000 dollari questo week end per un totale di 18.613.000 dollari.

1.675.000 dollari e il nono posto sono invece per “Barbershop: The Next Cut”, che è precipitato in fretta ma è riuscito comunque a raccogliere 51.356.000 dollari totali negli Stati Uniti, un buon risultato per una commedia con poche pretese.

Chiude la classifica “The Boss”, che alla sesta settimana di proiezione cerca ancora di resistere e somma 1.180.000 dollari al suo bottino per un risultato totale di 61.140.000 dollari a fronte dei 29 milioni di budget.

Giuliano Vizzaccaro

16/05/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *