Michael Caine

Michael Caine è un attore britannico, apparso in oltre cento pellicole e attivo sul grande schermo dal 1956, è uno dei volti più noti del cinema britannico moderno, grazie alla versatilità in ruoli da protagonista e da caratterista che vanta una carriera e una filmografia straordinaria.

Sir Michael Caine, il baronetto del cinema inglese

(Londra, 14 Marzo 1933)

Michael -Caine

Sir Maurice Joseph Micklewhite, elegante e aristocratico come solo un gentleman sa essere, in realtà non nasce in una famiglia dell'antica nobiltà, ma è figlio di un operaio e una domestica. È la sua bravura, la sua corposa filmografia che hanno convinto la Regina Elisabetta ha insignirlo del titolo di baronetto.

E questo è solo uno dei tanti riconoscimenti che Sir Maurice, conosciuto da tutti come Micheal Caine, si è guadagnato in un lunghissima carriera.

La recitazione come "cura"

La decisione di dedicarsi alla recitazione Michael Caine la prende dopo un'infanzia difficile, un curriculum scolastico non brillante e qualche anno di servizio militare. Debutta in teatro negli anni '50 e nel 1955 sposa Pamela Haines, da cui divorzierà però tre anni dopo. Il suo primo successo al cinema è "Zulù" del 1964, ma tutti gli anni '60 saranno particolarmente proliferi.

A "The Ipcress File" (1965) seguono nel 1966 "Funerale a Berlino" e "Alfie", nel 1967 "Il cervello da un miliardo di dollari ", "Sette volte donna" di Vittorio de Sica, con una brillante Shirley MacLaine, e nel 1969 "The Italian Job". Negli anni ‘70 Caine si dedica anche a pellicole drammatiche come "Non è più tempo di eroi" (1970).

Il 1972 è l'anno del grande successo de "Gli insospettabili" in cui si trova a lavorare con l'ineguagliabile Sir Laurence Olivier; mentre tre anni dopo lo troviamo sullo schermo in: "Il seme dell'odio", "Una romantica donna inglese" e "L'uomo che volle farsi re". Sono anche gli anni del suo secondo matrimonio con Shakira Baksh, da cui avrà una figlia. Il nome di Caine si affianca sempre più frequentemente a quello di altre grandi star: con Robert Redford, Sean Connery, Liv Ullmann e ancora Olivier, lavora in "Quell'ultimo ponte" (1977), con l'affascinante Jane Fonda in "California Suite" (1978).

Non c'è decennio in cui abbia rallentato i suoi impegni: negli anni '80 gira "Vestito per uccidere" (1980) di Brian de Palma, "Fuga per la vittoria" (1981) di John Huston, lavora con Sidney Lumet in "Trappola mortale" (1982), a cui segue "Rita" (1983) e soprattutto "Hannah e le sue sorelle" (1986) di Woody Allen, con cui vince il primo Oscar nel 1987. Affianca Steve Martin in "Due figli di..." (1988) e diventa un improbabile Sharlock Holmes in "Senza indizio" (1988) accanto a Ben Kingsley.

I successi degli anni '90

Gli anni '90, oltre al titolo di baronetto gli portano il ruolo del medico abortista di "Le regole della casa del sidro" (1999) di Lasse Hallström con cui vince la seconda statuetta nel 2000.

La carriera di Michael Caine non sembra risentire di crisi o momenti di oblìo: dopo "The Quiet American" (2002), il film che Phillip Noyce ha tratto dal romanzo di Graham Greene, e il comico "Austin Powers in Goldmember" (2002), Caine approda alla saga di Batman, prima con "Batman Begins" (2005) e poi con "Il cavaliere oscuro" (2008) entrambi diretti da Christopher Nolan.

Con lo stesso regista aveva già lavorato anche a "The Prestige" nel 2006 stesso anno di "I figli degli uomini" accanto a Clive Owen, nella trasposizione cinematografica del best seller di P.D. James.

Accetta anche di partecipare al remake di un suo vecchio successo, "Sleuth – Gli insospettabili" (2007) di Kenneth Branagh con Jude Law. Per il suo ultimo film Michael Caine si affida a un regista quasi esordiente, Daniel Barber con cui sta terminando "Harry Brown" in cui è un ex militare in pensione coinvolto in una storia nel mondo dei trafficanti di armi e droga.

Michael Caine non smette mai di stupire

Gli anni passano ma per il baronetto del cinema inglese le occasioni di stupire e conquistare pubblico e critica, sembrano non finire, come per la sua intepretazione in "Inception" (2010), diretto da Christopher Nolan, che lo vuole anche per "The Dark Knight Rises" (2012) .

Nel 2013 prende parte alle pellicole "Now yoy see me - I maghi del crimine" di Louis Leterrier e "Mr. Morgan's last love" di Sandra Nettelbeck. Torna a lavorare con Nolan nel 2014, nel fantascientifico "Interstellar".

Barbara Mattiuzzo

Michael Caine Filmografia - Cinema

Michael Caine

  • Yield to the Night, regia di J. Lee Thompson (1956)
  • Sailor Beware!, regia di Gordon Parry (1956)
  • I fucilieri dei mari della Cina, regia di Julian Ames (1956)
  • Come uccidere uno zio ricco, regia di Nigel Patrick (1957)
  • La chiave, regia di Carol Reed (1958)
  • Blind Spot, regia di Peter Maxwell (1958)
  • The Two-Headed Spy, regia di André De Toth (1958)
  • Foxhole in Cairo, regia di John Llewellyn Moxey (1960)
  • ... e la Terra prese fuoco, regia di Val Guest (1961)
  • Zulù, regia di Cy Endfield (1964)
  • Ipcress, regia di Sidney J. Furie (1965)
  • Alfie, regia di Lewis Gilbert (1966)
  • Gambit - Grande furto al Semiramis, regia di Ronald Neame (1966)
  • La cassa sbagliata, regia di Bryan Forbes (1966)
  • Funerale a Berlino, regia di Guy Hamilton (1966)
  • E venne la notte, regia di Otto Preminger (1967)
  • Sette volte donna, regia di Vittorio De Sica (1967)
  • Il cervello da un miliardo di dollari, regia di Ken Russell (1967)
  • I sette senza gloria, regia di André De Toth (1968)
  • Passo falso, regia di Bryan Forbes (1968)
  • Gioco perverso, regia di Guy Green (1968)
  • I lunghi giorni delle aquile, regia di Guy Hamilton (1969)
  • Un colpo all'italiana, regia di Peter Collinson (1969)
  • Non è più tempo di eroi, regia di Robert Aldrich (1970)
  • L'ultima valle, regia di James Clavell (1970)
  • Carter, regia di Mike Hodges (1971)
  • Il ribelle di Scozia, regia di Delbert Mann (1971)
  • X, Y & Zi, regia di Brian G. Hutton (1972)
  • Colpiscono senza pietà, regia di Mike Hodges (1972)
  • Gli insospettabili, regia di Joseph L. Mankiewicz (1972)
  • Contratto marsigliese, regia di Robert Parrish (1973)
  • Il caso Drabble, regia di Don Siegel (1974)
  • Peeper, regia di Peter Hyams (1975)
  • Il seme dell'odio, regia di Ralph Nelson (1975)
  • Una romantica donna inglese, regia di Joseph Losey (1975)
  • L'uomo che volle farsi re, regia di John Huston (1975)
  • Una valigia piena di dollari, regia di Peter Hyams (1975)
  • Balordi & Co. – Società per losche azioni capitale interamente rubato $ 1 000 000, regia di Mark Rydell (1976)
  • La notte dell'aquila, regia di John Sturges (1977)
  • Quell'ultimo ponte, regia di Richard Attenborough (1977)
  • Uomini d'argento, regia di Ivan Passer (1978)
  • Swarm, regia di Irwin Allen (1978)
  • California Suite, regia di Herbert Ross (1979)
  • Ashanti, regia di Richard Fleischer (1979)
  • L'inferno sommerso, regia di Irwin Allen (1979)
  • Vestito per uccidere, regia di Brian De Palma (1980)
  • L'isola, regia di Michael Ritchie (1980)
  • La mano, regia di Oliver Stone (1981)
  • Fuga per la vittoria, regia di John Huston (1981)
  • Trappola mortale, regia di Sidney Lumet (1982)
  • Rita, Rita, Rita, regia di Lewis Gilbert (1983)
  • Il console onorario, regia di John Mackenzie (1983)
  • Quel giorno a Rio, regia di Stanley Donen (1984)
  • Triplo gioco, regia di Terence Young (1985)
  • Acqua in bocca, regia di Dick Clement (1985)
  • Il ritorno delle aquile, regia di John Frankenheimer (1985)
  • Hannah e le sue sorelle, regia di Woody Allen (1985)
  • Mona Lisa, regia di Neil Jordan (1986)
  • Investigazione letale, regia di Simon Langton (1986)
  • Mistery, regia di Bob Swaim (1986)
  • Sweet Liberty - La dolce indipendenza, regia di Alan Alda (1986)
  • Lo squalo 4 - La vendetta, regia di Joseph Sargent (1987)
  • Il quarto protocollo, regia di John Mackenzie (1987)
  • Mi arrendo... e i soldi?, regia di Jerry Belson (1987)
  • Due figli di... , regia di Frank Oz (1988)
  • Senza indizio, regia di Thom Eberhardt (1988)
  • Jack lo squartatore, regia di David Wickes, (Film TV) (1988)
  • Doppia coppia all'otto di picche, regia di Michael Winner (1989)
  • Mr. Destiny, regia di James Orr (1990)
  • Come far carriera molto... disonestamente, regia di Jan Egleson (1990)
  • Jekyll & Hyde, regia di David Wickes, (Film TV) (1990)
  • Rumori fuori scena, regia di Peter Bogdanovich (1992)
  • Ghiaccio Blu, regia di Russell Mulcahy (1992)
  • Festa in casa Muppet, regia di Brian Henson (1992)
  • Sfida tra i ghiacci, regia di Steven Seagal (1994)
  • Then There Were Giants, regia di Joseph Sargent (1994)
  • All'inseguimento della morte rossa, regia di George Mihalka (1995)
  • Intrigo a San Pietroburgo, regia di Douglas Jackson (1995)
  • Ventimila leghe sotto i mari, regia di Rod Hardy, (Miniserie TV) (1996)
  • Blood and Wine, regia di Bob Rafelson (1996)
  • Shadow Run, regia di Geoffrey Reeve (1998)
  • Little Voice è nata una stella, regia di Mark Herman (1998)
  • Amori e ripicche, regia di Peter Yates (1998)
  • Le regole della casa del sidro, regia di Lasse Hallström (1999)
  • The Debtors, regia di Evi Quaid (1999)
  • Quills - La penna dello scandalo, regia di Philip Kaufman (2000)
  • Miss Detective, regia di Donald Petrie (2000)
  • La vendetta di Carter, regia di Stephen T. Kay (2000)
  • Shiner, regia di John Irvin (2000)
  • L'ultimo bicchiere, regia di Fred Schepisi (2001)
  • The Quiet American, regia di Phillip Noyce (2002)
  • Austin Powers in Goldmember, regia di Jay Roach (2002)
  • Quicksand, regia di John Mackenzie (2002)
  • Actors, regia di Conor McPherson (2003)
  • Secondhand Lions, regia di Tim McCanlies (2003)
  • The Statement - La sentenza, regia di Norman Jewison (2003)
  • Dietro l'angolo, regia di Jordan Roberts (2004)
  • Batman begins, regia di Christopher Nolan (2005)
  • The Weather Man, regia di Gore Verbinski (2005)
  • Vita da strega, regia di Nora Ephron (2005)
  • I figli degli uomini, regia di Alfonso Cuarón (2006)
  • The Prestige, regia di Christopher Nolan (2006)
  • Un colpo perfetto, regia di Michael Radford (2007)
  • Sleuth - Gli insospettabili, regia di Kenneth Branagh (2007)
  • Il cavaliere oscuro, regia di Christopher Nolan (2008)
  • Is Anybody There?, regia di John Crowley (2008)
  • Harry Brown, regia di Daniel Barber (2009)
  • Inception, regia di Christopher Nolan (2010)
  • Journey 2: The mysterious island, regia di Brad Peyton (2011)
  • Gnomeo e Giulietta, regia di Kelly Asbury (2011)
  • Cars 2, regia di Brad Lewis (2011)
  • Il cavaliere oscuro - Il ritorno, regia di Christopher Nolan (2012)
  • Now You See Me - I maghi del crimine, regia di Louis Leterrier (2013)
  • Mr. Morgan's Last Love, regia di Sandra Nettelbeck (2013)
  • Interstellar, regia di Christopher Nolan (2014)
  • Kingsman - Secret Service, regia di Matthew Vaughn (2014)
  • Stonehearst Asylum, regia di Brad Anderson (2014)
  • Youth - La giovinezza, regia di Paolo Sorrentino (2015)
  • The Last Witch Hunter - L'ultimo cacciatore di streghe, regia di Breck Eisner (2015)
  • Now You See Me 2, regia di Jon M. Chu (2016)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *