Veronica Lario

Miriam Raffaella Bartolini, conosciuta con lo pseudonimo di Veronica Lario, ancora prima di diventare la moglie di seconde nozze dell'ex premier Silvio Berlusconi, è stata un'attrice italiana. Da Berlusconi divorzierà nel 2009 (divorzio ufficializzato nel 2014), con una richiesta di separazione pubblica comunicata tramite ANSA, riportata dai principali quotidiani. Recentemente ha pubblicato, tramite la Rizzoli, un'autobiografia, dal titolo ''Tendenza Veronica''.

Veronica Lario, 'un divo' al femminile

(Bologna, 19 luglio 1956)

Veronica Lario sorrisoSecondo il regista Paolo Sorrentino, “Il divo” al femminile adesso sarebbe lei, Veronica Lario al secolo Miriam Bartolini, sposata per lunghi anni con il tycoon/premier Silvio Berlusconi. Donna riservata che non ha mai amato il ruolo di first lady è uscita allo scoperto il 31 dicembre 2007 con una lettera al quotidiano “La Repubblica” in cui chiedeva scuse pubbliche al marito per delle uscite un po’ colorite su alcune starlette alla cerimonia annuale dei Telegatti.

È solo l’inizio di una soap opera che culminerà il 3 maggio con una richiesta di divorzio che la Bartolini farà tramite l’Ansa. Tutto questo a seguito di un’apparizione del premier alla festa di compleanno per i diciotto anni di una fanciulla di Casoria con ambizioni di velina. Eppure fatti di cronaca a parte, di lei qualcuno ha detto che forse abbiamo perso una grande attrice.

Sceneggiati televisivi e l'incontro con Berlusconi al Manzoni di Milano

Veronica Lario nasce a Bologna il 19 luglio del 1956, prima di diventare la seconda signora Berlusconi è stata attrice di teatro oltre che di cinema. Dopo aver studiato recitazione all’Antoniano entra nella compagnia del Teatro stabile di Trieste. Lavora con Corrado Pani con cui in teatro fa “L’idealista” e in tv nel 1979 partecipa agli sceneggiati televisivi “Bel-Ami” di Sandro Bolchi e “La vedova e il lavapiatti” di Mario Landi.

L’anno dopo è diretta da Enrico Maria Salerno nell’opera di Fernand Crommellynk “Il magnifico cornuto” in cui recita a seno nudo per esigenze di scena (le foto senza veli guardacaso sono sulla copertina di “Libero” all’indomani della richiesta di divorzio). È in quell’occasione, al Manzoni di Milano, che incontra il futuro leader di Forza Italia, nonché proprietario del teatro stesso. Lui le fa visita in camerino.

I figli, poi la separazione e Veronica Lario si ritira a vita privata

È l’inizio di una relazione che durerà fino ai recenti fatti di cronaca e da cui nel 1984 nasce la prima figlia Barbara. All’epoca Berlusconi è sposato con Carla Dall’Oglio, da cui divorzierà nel 1985. Dopo anni di convivenza e altri due figli Eleonora e Luigi, i due si sposeranno nel 1990 con una cerimonia quasi clandestina nell’allora sede di Mediaset. La Lario prima di ritirarsi dalle scene sarà diretta dal maestro del brivido Dario Argento in “Tenebre” nel 1982.

Nel film viene uccisa atrocemente da un serial killer che prima le trancia di netto una mano con un'ascia. Per questa interpretazione assolutamente splatter, il Morandini l’ha premiata con “L’Oscar della macelleria”. E la scena clou viene tagliata tutte le volte che la pellicola passa sulle reti Mediaset, provocando i commenti ironici del regista. La carriera della signora si chiude soltanto due anni dopo con “Sotto…sotto …strapazzato da anomala passione” di Lina Wertmüller, storia trash di una moglie insoddisfatta che ha fantasie omosessuali.

Ivana Faranda

Veronica Lario Filmografia

Veronica Lario in Tenebre Dario Argento

Veronica Lario è Jane McKerrow nel thriller "Tenebre" (1982) di Dario Argento.

 

  • La vedova e il piedipiatti, regia di Mario Landi (Miniserie TV) (1979)
  • Bel Ami, regia di Sandro Bolchi (Miniserie TV) (1979)
  • La mano indemoniata, regia di Marcello Aliprandi (Film TV) (1980)
  • Tenebre, regia di Dario Argento (1982)
  • Sotto... sotto... strapazzato da anomala passione, regia di Lina Wertmuller (1984)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *