Un’estate ai Caraibi

  • Regia: Carlo Vanzina
  • Cast: Enrico Brignano, Carlo Buccirosso, Biagio Izzo, Martina Stella, Enrico Bertolino, Alena Seredova, Paolo Conticini, Paolo Ruffini, Sascha Zacharias, Jayde Nicole, Maurizio Mattioli, Luigi Proietti, Maria Lauria, Francesco Procopio, Maurizio Antonini
  • Genere: Commedia, colore
  • Durata: 110 minuti
  • Produzione: Italia, 2009
  • Distribuzione: Medusa
  • Data di uscita: 12 Giugno 2009

Un'estate ai caraibi"Un'estate ai Caraibi" è un film ad episodi.
Roby e' un bancario meridionale, single, che lavora a Pavia. È ipocondriaco ed ogni sei mesi va in ospedale, dal suo amico medico Giacomo che gli diagnostica un male incurabile. Gli resta un solo mese di vita e Roby decide di spenderlo nel miglior modo possibile partendo alla volta dei Caraibi, destinazione Antigua... Vincenzo e' un dentista napoletano sposato con una donna gelosissima che lo marca stretto circondandolo di infermiere bruttissime. Vincenzo ha un'amante bellissima, Anna che decide di portare con sè in vacanza ad Antigua...

Angelo fa l'autista per un ricco e cafone palazzinaro romano, Remo che a ridosso delle vacanze estive gli chiede di accompagnarlo ad Antigua, dove ha appena comprato, con dei guadagni truffaldini in Russia, una villa sfarzosissima... Max lavora in una radio privata di Livorno. Fa il disc jockey, in coppia con un simpatico coetaneo, Tommy ed e' fidanzato con Laura, una giovane e bellissima commessa. Proprio nel giorno del loro primo anniversario, Max scopre che Laura ha un altro e ha deciso di lasciarlo. Per dimenticarla Max decide di partire per i Caraibi; anche lui si ritrova ad Antigua...

Alberto e' un romano trapiantato ad Antigua, costretto anni prima a scappare da Roma perchè oberato dai debiti. Anche adesso non se la passa per niente bene. Per sbarcare il lunario fa delle piccole truffe ai danni dei turisti di passaggio. Il suo compare è Morgan, un bambino di colore, orfano, con il quale Alberto divide una misera casetta in un quartiere di poveracci.

Un film carico di divertimento ed equivoci: la commedia italiana prende vita ai Caraibi

Un'estate ai caraibi 1

Sulle note della nota canzone di David Tavare “Hot Summer Night”, giunta direttamente dalla dance music anni ’90, arriva sullo schermo il nuovo film dei fratelli Vanzina: "Un’estate ai Caraibi", nato per consolidare la tradizione della commedia italiana “fuori stagione” ovvero durante l’estate, periodo che per l’Italia, a differenza degli Stati Uniti, risulta ancora poco sfruttato per il lancio di nuovi film.

Gli undici protagonisti delle cinque vicende, che si intrecciano senza mescolarsi nello sfondo caraibico della bella Antigua, cercano di mostrare l’italiano in ogni sua sfaccettatura attraverso l’analisi di tutte le classi sociali. Si passa, infatti, dal benestante appaltatore romano Maurizio Mattioli, più sgarbato e cafone del suo mesto e gentile autista Angelo, interpretato dal bravissimo Enrico Brignano, al dentista napoletano di Biagio Izzo che intrattiene una relazione sentimentale extra coniugale con Alena Seredova, fino ad arrivare alle vicende amorose giovanili del triangolo 'toscanaccio' Martina Stella, Paolo Conticini e Paolo Ruffini passando per la coppia di amici Enrico Bertolino e Carlo Buccirosso che si ritrovano per un tragicomico equivoco ai Caraibi, per passarepoi al poliedrico Gigi Proietti che interpreta il Mandrake di “Febbre da Cavallo – La mandrakata” scappato ad Antigua dopo aver perso per l’ennesima volta al gioco ed ora alla prese con l’orfano Morgan.

Una commedia corale non pretenziosa, basata sulla personalità comica di ogni singolo attore, anche nel caso di Martina Stella, un’attrice non dedita alla commedia a cui però cerca di adattarsi, in cui risaltano particolarmente il trio di romani Proietti, Brignano e Mattioli, capaci di far divertire grazie alla classica goliardia che li caratterizza, ma anche i toscani Stella, Ruffini e Contincini, che tingono con un po’ di romanticismo, altamente stereotipato, il film improntato principalmente sui soldi e sul sesso e su tutte le angherie che da essi conseguono.

Un film che ha dunque come intento quello di far divertire divertendosi, cercando di essere il più possibile per tutta la famiglia, nonostante alcune scene riguardanti delle prosperose escort, dell’episodio tra la coppia di romani veraci Brignano e Mattioli, non propriamente adatte al pubblico dei più piccoli.

Eva Carducci

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *