Tom Selleck

Tom Selleck è un attore e produttore cinematografico statunitense, noto soprattutto per i suoi ruoli da protagonista nelle fortunate serie televisive "Magnum P.I." e "Blue Bloods".

Tom Selleck, il detective Magnum

(Detroit-Michigan, 29 gennaio 1945)

Tom Selleck BiografiaAttore talentuoso, sceneggiatore e produttore, Tom Selleck ha raggiunto il successo a trent’anni, dopo una lunga gavetta. Nonostante i tanti lavori per il grande schermo, per l’immaginario collettivo rimane l’affascinante detective Magnum, personaggio televisivo che gli ha regalato la gloria.

Nasce a Detroit il 29 gennaio 1945, secondogenito di Martha e di Robert, meccanico di origini slovacche, al servizio dell’esercito degli Stati Uniti, con questa mansione. Al ritorno del padre, lascia la casa dei nonni, dove vive con la mamma e il fratello, e nel 1949 si trasferisce con la famiglia a Sherman Oak, nei pressi di Los Angeles, dove il padre trova lavoro in un’agenzia immobiliare. Dotato di un’intelligenza vivace, a scuola ottiene ottimi risultati, e, per poter ricevere una borsa di studi per l’Università del Sud California, dove desidera completare i suoi studi in architettura, decide di frequentare dei corsi supplementari.

Col fisico possente di cui l’ha dotato madre natura, non fa difficoltà a entrare nelle grazie del coach di basket; segue inoltre un corso di Storia del Teatro Americano, dove l’insegnante gli consiglia di far fruttare le sue innate doti recitative.

Timidi approcci nel jet set

Giunto all’università, dove ben presto viene ammesso alla rinomata confraternita SK, fa capolino nel mondo televisivo con un paio di apparizioni in “Dating Game”, la versione americana de “Il gioco delle coppie”. Non passa inosservato: viene infatti scritturato per un noto spot della Pepsi, e contattato dalla Fox, che lo ingaggia per un corso di formazione per giovani talenti, che segue nel pomeriggio, dopo le lezioni universitarie.

L’affetto della famiglia lo aiuta a non abbandonare i suoi sogni, così, seppur timoroso, rinuncia a un posto di dirigente alla United Airlines. Nel 1966 adempie ai doveri della leva obbligatoria nella Guardia Nazionale in fanteria: è un periodo di tumulti sociali, c’e la guerra in Vietnam, e Tom si fa apprezzare da tutti per la grande umanità. Ottiene persino il permesso di non tagliarsi i capelli, per non compromettere le chance artistiche, ma a un suo superiore il ruolo del soldato-attore non piace, viene così costretto a dimettersi, col grado di sergente. Anche sul fronte artistico le soddisfazioni sono poche, recita in qualche spot, e partecipa a pilot che non vedono mai la luce.

"La popolarità inaspettata con "Magnum P.I."

Si trasferisce dal fratello e, per mantenersi, lavora in un negozio di abbigliamento come commesso, frequentando corsi di recitazione serali, per migliorare ulteriormente la sua preparazione. Lo sport gli è di grande aiuto, poiché lo vive come un qualcosa che supera il puro allenamento fisico, per sconfinare nella sfera della formazione globale dell’individuo, che viene permeata positivamente dal rigore e dalla disciplina. Oramai trentenne l’affascinante attore si ritrova con una matrimonio in crisi, quello con Jacquelin Ray, sposata nel 1970, che evolve in una separazione, e una carriera che non decolla, lo sconforto è tale da fargli pensare di dirottare le sue energie verso un’altra attività.

Ma come spesso succede, quando tutto sembra perduto, ecco la luce: partecipa all’ennesimo pilot, quello per “Magnum P.I.”, e stavolta il successo arriva, travolgendolo con una popolarità inaspettata, a livello internazionale. Dal 1980 al 1988 Tom gira alle Hawaii, vestendo i panni di Magnum, veterano del Vietnam (tema che per la prima volta si ha l’ardire di proporre in tv), bello, simpatico, alla guida di una fiammante Ferrari rossa con addosso le amate camice floreali, appassionato di baseball e belle donne, nonché delle investigazioni. L’attore capisce le potenzialità del progetto, e vi si dedica completamente, proponendo aggiustamenti dei personaggi, e idee per le sceneggiature, le quali non di rado riportano esperienze personali di Selleck.

Tom Selleck, l'affascinante investigatore d'America

Il legame di Tom con il suo personaggio è tale che rinuncia a vestire per Steven Spielberg, i panni di Indiana Jones ne “I predatori dell’arca perduta”, ruolo che fece la fortuna del suo sostituto, Harrison Ford. Magnum gli regala anche la gioia di meritati premi: nel 1983-1984 vince un Emmy Award come Migliore Attore Televisivo e nel 1984 il Golden Globe come Migliore Attore Televisivo. Il mito di Magnum è celebrato anche dal famoso Smithsonian Institution di Washington, che tiene in mostra, in una teca visitatissima, camicia, cappello e anello indossati dal protagonista nei telefilm, a dimostrazione del fatto che il mito è ancora vivo.

Sul set della serie l’attore ritrova l’amore, con l’attrice Jillie Mack, presente in due episodi. I due convolano a nozze nel 1987, e hanno una figlia Hanna, per amore della quale, Tom per tre anni rinuncia ai set, per crescerla meglio e non sottoporla a continui spostamenti. Sul grande schermo, seppur effettuando performance notevoli, non riesce a ripetere il successo televisivo, forse perché lo spettatore in cuor suo spera sempre di ritrovare l’affascinante investigatore.

Le esperienze cinematografiche su grande schermo, che non ripeteranno il successo televisivo

Tra le pellicole ricordiamo: del 1984, il fantascientifico “Runaway”, di Michael Cricthon, che aveva già diretto Selleck in una delle sue prime interpretazioni cinematografiche, il giallo “Coma profondo” del 1978; notevole il successo della commedia “Tre scapoli e un bebè”, di Leonard Nimoy, del 1987, rifacimento del francese “Tre scapoli e un bebè”, e del suo sequel “Tre scapoli e una bimba” di Emile Ardolino, del 1990; nel 1989 “Un uomo innocente” per Peter Yates; lo stesso anno è il protagonista del giallo-rosa “Alibi seducente”, di Bruce Beresford; notevole il western “Carabina Quigley”, di Simon Wincer, del 1990.

Nel 1997 è protagonista assieme a Kevin Kline dell’esilarante commedia di Frank Oz, “In & Out”, uno dei primi film a parlare di coppie gay con intelligenza e leggerezza; nel 2004 è un convincente Eisenhower in “L’alba del D-Day”, di Robert Harmon, di cui diventa l’attore feticcio, ed è uno dei protagonisti di “Reversible Errors” di Mike Robe.

Nel 2006 è nuovamente diretto da Harmon nel thriller “Missing - Dispersa”; nel 2007 presta la sua voce al film Disney “I Robinson, una famiglia spaziale”; nel 2010 lo troviamo in “Killers”, film d’azione di Robert Luketic, a fianco di Ashton Kutcher e Katherine Heigl. Dal 2010 è il protagonista della serie poliziesca della CBS “Blue Bloods”.

Maria Grazia Bosu

Tom Selleck Filmografia - Cinema

Tom Selleck Filmografia

  • Il caso Myra Breckinridge, di Michael Sarne (1970)
  • I sette minuti che contano, di Russ Meyer (1971)
  • Daughters of Satan, di Hollingsworth Morse (1972)
  • Shadow of Fear, di Rich Cowan (1973)
  • Terminal Island, di Stephanie Rothman (1973)
  • La battaglia di Midway, di Jack Smith (1976)
  • A caro prezzo, di Victor Stoloff (1977)
  • Coma profondo, di Michael Cricton (1978)
  • The Gypsy Warriors, di Lou Antonio (1978)
  • Shadows riders - Ombre a cavallo, di Andrew V. Mclaglen (1982)
  • Avventurieri ai confini del mondo, di Brian G. Hutton (1983)
  • Lassiter lo scassinatore, di Robert Malcom Young (1984)
  • Runaway, di Michael Crihton (1984)
  • Tre scapoli e un bebè, di Leonard Nimoy (1987)
  • Un uomo innocente, di Peter Yates (1989)
  • Alibi seducente, di Bruce Beresford (1989)
  • Tre scapoli e una bimba, di Emile Ardolino (1990)
  • Carabina Quigley, di Simon Wincer (1990)
  • Mr.Baseball - Campione per forza, di Fred Schepisi (1992)
  • Cristoforo Colombo: La scoperta, di John Glen (1992)
  • Guai in famiglia, di Ted Kotcheff (1992)
  • Open Season, di Roger Allers e Jill Culton - voce (1995)
  • In & Out, di Frank Oz (1997)
  • La lettera d'amore, di Peter Chan (1999)
  • Monte Walsh - Il nome della giustizia, di Simon Wincer (2003)
  • L’alba del D-Day, di Robert Harmon (2004)
  • Jesse Stone - Caccia al serial killer, di Robert Harmon (2005)
  • Passaggio nella notte, di Robert Harmon (2006)
  • I Robinson, una famiglia spaziale, di Stephen J. Anderson - voce
  • Killers, di Robert Luketic (2010)

Tom Selleck Filmografia - Televisione

  • Lancer (Serie TV, 1 episodio) (1969)
  • Al banco della difesa (Serie TV, 2 episodi) (1969)
  • The Movie Murderer, regia di Boris Sagal (Film TV) (1970)
  • Bracken's World (Serie TV, 8 episodi) (1969-1970)
  • Sarge (Serie TV, 1 episodio) (1971)
  • The Wide World of Mystery (Serie TV, 1 episodio) (1973)
  • Febbre d'amore (Serie TV) (1973)
  • F.B.I. (Serie TV, 1 episodio) (1973)
  • Difesa a oltranza (Serie tv, 1 episodio, 1973)
  • A Case of Rape, regia di Boris Sagal (Film TV) (1974)
  • Lucas Tanner (Serie TV, 1 episodio) (1975)
  • Marcus Welby (Serie TV, 3 episodi) (1974-1975)
  • Mannix (Serie TV, 1 episodio) (1975)
  • Returning Home, regia di Daniel Petrie (Film TV) (1975)
  • Le strade di San Francisco (Serie TV, 1 episodio) (1975)
  • Doctors' Hospital (Serie TV, 1 episodio) (1976)
  • Squadra Most Wanted (Serie TV, 1 episodio) (1976)
  • Charlie's Angels (Serie TV, 1 episodio) (1976)
  • Bunco, regia di Alexander Singer (Film TV) (1977)
  • Superdome, regia di Jerry Jameson (Film TV) (1978)
  • The Sacketts, regia di Robert Totten (Film TV) (1979)
  • Taxi (Serie TV, 1 episodio) (1978)
  • Stockard Channing in Just Friends (Serie TV, 1 episodio) (1979)
  • Nashville detective (Serie TV, 1 episodio) (1979)
  • Agenzia Rockford (Serie TV, 2 episodi) (1978-1979)
  • The Chinese Typewriter, regia di Lou Antonio (Film TV) (1979)
  • Divorce Wars: A Love Story, regia di Donald Wrye (Film TV) (1982)
  • The Shadow Riders, regia di Andrew V. McLaglen (Film TV) (1982)
  • Simon & Simon (Serie TV, episodio: Gli smeraldi sono le mie pietre preferite) (1982)
  • La signora in giallo (Serie TV, episodio: Magnum on Ice) (1986)
  • Magnum P.I. (Serie TV, 158 episodi) (1980-1988)
  • Broken Trust, regia di Geoffrey Sax (Film TV) (1995)
  • Ruby Jean and Joe, regia di Geoffrey Sax (Film TV) (1996)
  • Ultima fermata Saber River, regia di Dick Lowry - film TV (1997)
  • The Closer (Serie TV, 10 episodi) (1998)
  • Friends (Serie TV, 10 episodi) (1996-2000)
  • Tutte le donne del presidente, regia di Ron Lagomarsino (2000)
  • Fuoco incrociato, regia di Simon Wincer (2001)
  • Touch 'Em All McCall (2003)
  • Monte Walsh - Il nome della giustizia, regia di Simon Wincer (2003)
  • L'estate della nostra vita, regia di Richard Friedenberg (2003)
  • Reversible Errors – Falsa accusa, regia di Mike Robe (2004)
  • Ike: Countdown to D-Day, regia di Robert Harmon (2004)
  • Stone Cold - Caccia al serial killer, regia di Robert Harmon (2005)
  • Night passage - Passaggio nella notte, regia di Robert Harmon (2006)
  • Missing - Dispersa, regia di Robert Harmon (2006)
  • Boston Legal (Serie TV, 4 episodi) (2006)
  • Sea Change - Delitto perfetto, regia di Robert Harmon (2007)
  • Las Vegas (Serie TV, 19 episodi) (2007-2008)
  • Jesse Stone: Thin Ice, regia di Robert Harmon (2009)
  • Nessun rimorso, regia di Robert Harmon (2010)
  • Jesse Stone - Operazione Mosca, regia di Dick Lowry (2011)
  • Jesse Stone: Benefit of the Doubt, regia di Robert Harmon (2012)
  • Blue Bloods (Serie TV, 67 episodi) (2010-in corso)
  • Jesse Stone: Lost in Paradise, regia di Robert Harmon (Serie TV) (2015)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *