Thor: Love and Thunder (2022)

Thor: Love and Thunder (2022)

Thor: Love and Thunder: il film non tradisce le aspettative

Thor: Love and Thunder foto

Arriva sul grande schermo il quarto capitolo della saga dedicata al Dio del tuono Thor e, se non abbiamo perso il conto, questa è anche la ventinovesima pellicola del Marvel Cinematic Universe.

Le vicende personali del protagonista però non si riallacciano solo al capitolo precedente, quel “Thor: Ragnarok” del 2017, prima regia Marvel del visionario regista Taika Waititi, ma alla sua ultima apparizione in una pellicola MCU, “Avengers: Endgame” del 2019, in cui avevamo visto il nostro eroe giocare un ruolo decisivo nella lotta corale dei nostri amati supereroi contro il terribile Thanos.

“Thor: Love and Thunder” non tradisce le attese, di nuovo affidato alle sapiente mani di Waititi, Thor conferma la svolta ‘comedy’ intrapresa dal personaggio già dal 2017. L’aspetto trasandato e sovrappeso che aveva caratterizzato il personaggio in gran parte di “Endgame” (assolutamente azzeccato il parallelismo con Drugo/Lebowski) qui viene in parte attenuato. Per sua fortuna il protagonista stavolta viene affrancato dalla fatica di indossare pesanti ‘cuscini’ di silicone e può di nuovo sfoggiare il suo celebre fisicaccio, per la gioia di chi apprezza lo spettacolo.

Arriva Gorr: l’elimina Dei

La vera novità di “Thor: Love and Thunder” è però la dimensione del male, a differenza della maggior parte delle ventotto pellicole precedenti, stavolta non si rischia la cancellazione dell’Universo, di qualche decina di galassie, o almeno del nostro scombinato pianeta. Montagne non vengono abbattute, ciclopici tornadi non sollevano città, improvvise voragini non ingoiano paesi interi.

Il villain di turno è Gorr, letteralmente ‘Il macellaio di Dei’, un personaggio relativamente nuovo dell’Universo Marvel, essendo stato creato nel 2013 per i comics. Per perseguire una vendetta personale, il mortale Gorr, armato di una magica Spada Nera, e aiutato da misteriosi aiutanti delle Tenebre, si trasforma in una creatura malvagia e fortissima, applicandosi con dedizione alla sua nuova attività: uccidere tutti gli Dei. È naturale che prima o poi la sua strada si incroci con quella del nostro Dio del Tuono, e lì saranno letteralmente tuoni e fulmini per tutti.

L’Amore altro protagonista della pellicola

Thor: Love and Thunder immagine

Ma oltre a ’Thunder’ nel titolo del film c’è anche ‘Love’, l’amore per Thor ormai è rivolto al passato, al legame che lo univa alla mortale Jane Foster. Il personaggio, assente nel terzo capitolo della serie, qui torna prepotentemente alla ribalta, svolgendo nella vicenda un ruolo di primo piano.

L’Amore, per i figli, per un uomo o una donna, per la giustizia, per la vita, motore silenzioso di tante nostre azioni quotidiane è in questo film è il sentimento che fa da propulsore a scelte ed azioni. L’Amore segna nel profondo la sceneggiatura.

Thor: Love and Thunder: a svettare è Christian Bale

Thor: Love and Thunder foto

Naturalmente troviamo nel cast sempre gli stessi azzeccatissimi interpreti: il di nuovo scultoreo Chris Hemsworth nei panni (pochi, a volte) di Thor, Natalie Portman in quelli di Jane, Tessa Thompson interpreta sempre Valchiria, mentre il regista dà fattezze e voce al pietroso Korg, amico del protagonista. Una menzione a parte merita Chistian Bale, convincente interprete di Gorr; non scopriamo certo adesso la bravura dell’attore inglese, che passa con disinvoltura da scene piene di phatos a scene di lotta cruente, ma la sua interpretazione è davvero strabiliante.

Non resterà forse nella Storia del Cinema, ma questa pellicola ha tutte le carte in regola per piacere, stupire gli spettatori e trasportarli ancora una volta magicamente nelle terre della Fantasia, per due ore dimentichi della dura realtà quotidiana…non è questo che si chiede in fondo allo spettacolo cinematografico?

Daniele Battistoni

Thor: Love and ThunderDopo "Avengers: Endgame" Chris Hemsworth torna a vestire i panni del mitico personaggio del del Marvel Cinematic Universe in "Thor: Love and Thunder" diretto da Taika Waitiki. Questa nuova avventura è il sequel di "Thor: Ragnarok" del 2017

Thor: Love and Thunder: la trama

Thor (Chris Hemsworth) sta compiendo un viaggio dentro se stesso alla ricerca della pace interiore. Il suo momentaneo riposo è contrastato però da Gorr the God Butcher (Christian Bale), un killer galattico il cui scopo principale è raggiungere l'estinzione degli dei. Per combattere questo nuovo pericolo, Thor chiede il sostegno di Valchiria (Tessa Thompson), Korg (Taika Waititi) e Jane Foster (Natalie Portman) sua ex fidanzata che, con suo grande stupore, brandisce inspiegabilmente il suo martello magico, Mjolnir, come Mighty Thor.

Il gruppo deve sostenere un'avventura cosmica per svelare il mistero della vendetta di Gorr, deifinito il macellatore di dei. Sarà necessario fermare questo temibile nemico prima che sia troppo tardi.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.