The Iron Lady

The Iron Lady - Recensione: la maestosa Maryl Streep in un'interpretazione unica, degna di tanto talento, in un film che purtroppo non ricalca il successo dell'interprete

The Iron Lady 1

La storia di Margaret Thatcher, ovvero la donna più amata e più contestata del secolo scorso, prende vita in un biopic dai toni scuri e controversi.

La regia è affidata a Phyllida Lloyd, (Mamma Mia!), filmaker che si assume una grande responsabilità: mettere su pellicola la vita politica e privata di una donna al potere, che ha inciso in misura rilevante sulle condizioni del Regno Unito negli anni a cavallo fra i '70 e gli '80, definiti anni del Thacherismo.

Abi Morgan si occupa della sceneggiatura, optando per una struttura collaudata, che racconta la vita della Lady di Ferro ai giorni nostri, con continui flash back dei suoi quarant'anni di politica con affianco il fedele marito Denis.

The Iron Lady: la donna oltre l'immagine pubblica

La Thatcher in pensione è rilegata nella sua casa londinese, con accanto segretari e collaboratori che la trattano come una bimba, e che si infuriano quando lei esce di nascosto per andare a comprare il latte, e con grande stupore si accorge che il prezzo è lievitato. Il suo carattere, la sua fermezza e risolutezza la portano ad essere, nonostante l'età e le malattie che ne conseguono, comunque indistinguibile. La sua malattia, il suo dolore è più un male dell'anima, il non rendersi conto della morte del marito, avvenuta da otto anni, continuare a rapportarsi con lui come se fosse in vita, alternando questi attimi a barlumi di lucidità, ci fa conoscere una Margaret più umana, più consapevole dei suoi sbagli delle sue trascuratezze.

Nonostante la brillante, incredibile interpretazione di Maryl Streep (premiata con un Oscar e un Golden Globe), "The Iron Lady" rimane monocorde, non riuscendo ad entusiasmare ed emozionare del tutto lo spettatore, salvo i quindici minuti finali in cui in una escalation di immagini e sensazioni scopriamo che la fautrice di tante contestate riforme, la prima donna ad essere Prime Minister e risiedere al numero 10 di Downey Street, anche alla veneranda età di ottantasette anni sa essere ancora padrona di se stessa, sa riprendere la sua lucidità e adattarla alla sua vita, e la sua determinazione, la sua ambizione caratteriale non l'abbandonano mai.

Sonia Serafini

  • Regia: Phyllida Lloyd
  • Cast: Meryl Streep, Jim Broadbent, Harry Lloyd, Anthony Head, Richard E. Grant, Roger Allam, Olivia Colman, Susan Brown, Nicholas Farrell, Alexandra Roach, Nick Dunning, Julian Wadham, Hugh Ross, Russell Balogh, David Westhead
  • Genere: Biografico, colore
  • Produzione: 105 minuti
  • Produzione: Gran Bretagna, 2011
  • Distribuzione: Bim
  • Data di uscita: 27 gennaio 2012

The Iron LadyUna pellicola per raccontare Margaret Thatcher, la prima e unica donna a sedersi sulla poltrona di primo ministro del Regno Unito.

Una figura imponente nei meandri della politica inglese, caratterizzata da una personalità che non dava nulla per scontato.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.