The Hateful Eight

The Hateful Eight: Quentin Tarantino alla regia di un western con Samuel L. Jackson e Kurt Russell

The hateful eightPer “The Hateful Eight” Tarantino non cerca nessun eroe, nessun salvatore: schiera solamente otto ‘cattivi ragazzi’ in una stanza, lì costretti a causa di una bufera, con le loro armi e il loro pessimo carattere.

La vicenda di “The Hateful Eight” prende vita negli anni immediatamente successivi al 1865, quindi al termine della Guerra Civile Americana. Due sono i protagonisti iniziali: il cacciatore di taglie John Ruth (Kurt Russell) e la latitante Daisy (Jennifer Jason Leigh). La loro meta è la città di Red Rock (nel Wyoming), dove John potrà riscattare la sua taglia in cambio della consegna della fuggitiva.
Qualcosa però si mette sulla loro strada, e quel qualcosa è una terribile tempesta di neve: insieme a due uomini conosciuti lungo la strada, Chris Mannix (Walton Goggins), che afferma di essere – oltre a un rinnegato del Sud – il sindaco della città, e l’ex soldato dell’Unione Marquis Warren (Samuel L. Jackson), che ora si è dedicato all’attività di cacciatore di taglie.

I quattro, esausti dall’infuriare dalla tempesta, incontrano così i restanti quattro de “The Hateful Eight”: cercando riparo in una locanda di montagna vengono a contatto con Bob, che si sta prendendo cura della locanda, il cowboy Joe Gage, il boia di Red Rock Oswaldo Mobray e il generale confederato Sanford Smithers.

Sono otto personaggi particolari quelli di “The Hateful Eight”; nessuno ha buone intenzioni e tutti sono determinati a raggiungere il proprio scopo. Purtroppo per loro, però, riuscire nell’impresa non sarà così facile, e non sarà solo la tormenta ad ostacolarli.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *