The Front Runner (2018)

  • Regia: Jason Reitman
  • Cast: Hugh Jackman, Vera Farmiga, Molly Ephraim, Kaitlyn Dever, J.K. Simmons, Sara Paxton, Ari Graynor, Mike Judge, Tommy Dewey, Kevin Pollak
  • Genere: Biografico, colore
  • Durata: 113 minuti
  • Produzione: USA, 2018
  • Distribuzione: Warner Bros Italia
  • Data di uscita: 21 febbraio 2019

The Front Runner poster provvisorio"The Front Runner" segue la storia mai raccontata del candidato Gary Hart, l’uomo che fece innamorare gli Stati Uniti d’America, il cui sogno di presiedere alla Casa Bianca naufragò a causa dell’accanimento mediatico sulla sua vita privata.

The Front Runner: la politica è sempre in agguato

1988, Gary Hart (Hugh Jackman) è in testa alla corsa per la Casa Bianca: innovatore, carismatico e intraprendente sembra essere il candidato perfetto per scardinare i vecchi equilibri politici statunitensi. L’America lo ama e dopo essere stato senatore del Colorado per ben 12 anni, sembra essere ormai il prescelto per ricoprire il ruolo di presidente degli Stati Uniti d’America. I sondaggi proclamano il democratico Hart sempre vincitore, confermando la necessità di cambiamento per gli americani.

Inaspettatamente, l’invalicabile certezza del successo di Hart comincia a cedere, quando le testate dei più importanti giornali scandalistici lo ritraggono al centro di una polemica matrimoniale, vociferando su un’ipotetica relazione extraconiugale del candidato con la scrittrice Donna Rice. Il diffondersi esponenziale del pettegolezzo e l’accanimento mediatico fanno emergere contro Hart dissensi e dissapori, che avranno come conseguenza il naufragio di tutte le speranze di vittoria.

The Front Runner: lo scacco matto dei media

Gary Hart è considerato dagli esperti come una delle prime vittime del potere mediatico. Una campagna elettore costruita a tavolino, capace di registrare pieni consensi per mesi, viene rasa al suolo senza indugi dalla divulgazione di notizie riguardanti la vita privata del candidato. Con il caso Hart i media hanno avuto la conferma dello strapotere che esercitano sull’opinione pubblica, e sugli equilibri che riesce stravolgere o confermare.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *