Sotto le stelle di Parigi (2020)

Sotto le stelle di Parigi (2020)

  • Titolo originale Sous les Étoiles de Paris
  • Regia: Claus Drexel
  • Cast: Catherine Frot, Mahamadou Yaffa, Jean-Henri Compère, Richna Louvet, Raphaël Thierry, Farida Rahouadj, Dominique Frot, Driss Ramdi, Pierre Perret, Claus Drexel
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 90 minuti
  • Produzione: Francia, 2020
  • Distribuzione: Officine Ubu
  • Data di uscita: 25 novembre 2021

Sotto le stelle di Parigi poster"Sotto le stelle di Parigi" è un film diretto da Claus Drexel con protagonista Catherine Frot, nei panni di una clochard. La pellicola ha ricevuto il patrocinio dall'associazione City Angels che, dal 1994, si occupa con i suoi volontari di supportare i senzatetto e le persone in difficoltà, operando in 21 città italiane e in 3 svizzere.

Sotto le stelle di Parigi: la trama

Christine (Catherine Frot) non ha fissa dimora e vive ormai da molti anni per strada a Parigi. Si è allontanata dalla famiglia e dai vecchi amici e passa le sue giornate ricordando il suo passato. La sua esistenza viene stravolta quando, in una fredda notte d'inverno, Samil, un piccolo di otto anni, appare all'improvviso davanti al suo rifugio. Il ragazzino non conosce la sua lingua, ed è stato allontanato dalla madre, in attesa che venga rimpatriata. La loro condizione marginale, li porterà a unirsi in un percorso emotivo, pieno di tenerezza alla ricerca della mamma del bambino. L'esperienza che Christine farà con il ragazzino le farà riconoscere un'umanità che credeva ormai persa.

Una favola sulla bellezza nascosta di chi vive ai margini della società

Drexel ha deciso di portare sul grande schermo una storia che è finzione ma parte dal reale. Il regista è rimasto colpito dall’incontro con persone che appaiono invisibili ai più. Il personaggio principale è interpretato da Catherine Frot, già César nel 2015 per “Marguerite” di Xavier Giannoli. Lei stessa ha raccontato di aver incontrato molte persone come la sua Christine nei luoghi parigini che le accolgono come già visto nel documentario precedente del regista dal titolo “Au Bord Du Monde”.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *