Solveig Dommartin

Solveig Dommartin è stata un'attrice e regista francese,  per lungo tempo legata sentimentalmente al regista Wim Wenders.

Solveig Dommartin e l'eterna leggerezza dell'essere

(Parigi, 16 maggio 1961 – Parigi, 11 gennaio 2007)

Solveig Dommartin Bio

Solveig Dommartin nasce a Parigi in una data ancora misteriosa che oscilla tra il 16 maggio 1961 e il 29 luglio 1958. Inizia la sua carriera artistica in teatro, debuttando con la Compagnia Timothée Laine e con il Theater Labor Warschau, per poi cimentarsi nel cinema come assistente del regista francese esponente della Novelle Vague, Jacques Rozier.

Con Rozier debutta in "Lettre de la sierra Morena" (1983) e, in seguito all'incontro con Wim Wenders, resta per sempre nella memoria dei cinefili nel ruolo della trapezista del film "Il cielo sopra Berlino", cult del regista tedesco e premio alla regia al Festiva di Cannes del 1987. Marion, questo il nome del personaggio, è una bella e misteriosa donna che vive in un camper del circo e balla da sola sulle note di Nick Cave e, sempre da sola, vaga per una Berlino in piena Guerra Fredda, prima della caduta del Muro. Di lei si innamora l'angelo Damiel (Bruno Ganz), disposto per amore suo ad abbandonare le ali per atterrare tra i 'colori' della terra. Per potersi calare nei panni della trapezista, la Dommartin ha passato tre mesi ad allenarsi con esercizi al trapezio e alla corda. Tutte le sequenze acrobatiche del film, infatti, sono state svolte effettivamente dall'attrice, senza alcun ausilio di reti o altri strumenti di protezione o senza la necessità di una controfigura.

Musa di Wenders per un decennio

Nel 1991  collabora sempre con il regista tedesco alla sceneggiatura di "Fino alla fine del mondo", in cui veste i panni di Claire Tourneur, una donna curiosa ed eccentrica in fuga da se stessa e da un amore che non riesce a vivere a pieno e che dall’Italia la riporta a Parigi. Anni prima della realizzazione di quella pellicola Solveig partiva per un lungo viaggio intorno al mondo in cerca di ambientazioni affascinanti e, proprio in quel l'occasione, Wim Wenders rimase estasiato dal deserto rosso autraliano a tal punto da ritenerlo perfetto per un film fantascientifico come "Fino alla fine del Mondo".

Secondo le parole di Wim Wenders:

"Solveig Dommartin e io abbiamo scritto insieme la storia del nostro film, e pensavamo che solo noi due avevamo il diritto di entrare in quell'area sacra costituita dai sogni di una persona, solo se avessimo portato qualcosa in quel lavoro che per noi stessi era sacro".

Alcune opere d’arte sono vissute dai loro autori come figli, sognati per anni, dati alla luce, cresciuti con amore e poi gettati in pasto ad un mondo che ne fa quello che ne vuole. Questo è il caso di "Fino alla fine del mondo", un sogno costruito negli anni e destinato a vedere l'alba solo dopo successi come "Il cielo sopra Berlino" e dopo una condivisione totale delle esperienze.

Il sodalizio artistico con Wenders non si interrompe e prosegue in "Così lontano così vicino" (1993) dove in una Berlino cambiata dalla caduta del muro, dà il volto ad Emit Flesti, che rappresenta lo scorrere del tempo concesso alla vita di Cassiel, l'angelo de "Il cielo sopra Berlino" rimasto solo, rattristato e invisibile su di un'ala dell'"Angelo della vittoria" dopo l'abbandono di Damiel.

Solveig Dommartin curerà poi il montaggio di "Tokio-Ga", tentando nel 1998 la strada della regia, con il corto" Il suffirait d'un pont". Morirà prematuramente a soli 48 anni per problemi cardiaci l'11 gennaio 2007 a Parigi.

Chiaretta Migliani Cavina

Solveig Dommartin - Filmografia

Solveig Dommartin Film
Fino alla fine del mondo

  • Il cielo sopra Berlino, regia di Wim Wenders (1987)
  • The Prisoner of St., regia di Ian Pringle (1990)
  • Je t'ai dans la peau, regia di Jean-Pierre Thorn (1990)
  • Al diavolo la morte, regia di Claire Denis (1990)
  • Fino alla fine del mondo, regia di Wim Wenders (1991)
  • Così lontano, così vicino, regia di Wim Wenders (1993)
  • J'ai pas sommeil, regia di Claire Denis (1994)
  • Commissario Navarro, (Serie TV 2 episodi) (1995)
  • Commandant Nerval, (Serie TV 1 episodio) (1996)
  • Eiffel Tower Trilogy: Height, Weight & Gravity, regia di Pan Nalin (Cortometraggio - 1997)

Regista

  • Il suffirait d'un pont (Cortometraggio - 1998)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *