Slender Man (2018)

Slender Man – Recensione: il mito horror dell’uomo sottile creato da Victor Surge nel 2009

Slender Man recensione

Quattro amiche adolescenti si connettono via internet allo spirito malvagio Slender Man, una figura sinistra alta più di due metri che vive nelle foreste vicino alle città nel Massachusetts. Lui si impossessa dei corpi e delle anime di bambini e ragazzi che lo riescono a vedere. Non ci sarà scampo per Wren, Hallie, Chloe e Lizzie che riuscirà a salvare la sorellina Katie.

Il regista Sylvain White pesca nel mondo giovanile dei creepypasta girando un film tarato per quel target

É indirizzato a un pubblico ben definito “Slender Man” che è stato realizzato anche grazie al contributo del suo creatore Victor Surge, impegnato nella sceneggiatura. L’idea è quella di far uscire dal web la figura terrificante dell’uomo esile per portarlo sul grande schermo. Inventato nel 2009 in un contest creativo su un forum, Slender Man resta, nonostante le intenzioni del regista, una creatura buona per il web nei filmati quasi amatoriali che girano su YouTube. In quest'opera, infatti, una volta evocata e diventata reale, la figura senza viso che appare in lontananza perde tutte le caratteristiche che la rendono così spaventosa. Slender Man è una creatura nata dal web e proprio in rete conserva il suo alto potenziale creapy.

Le ragazzine spariscono, al pari dei bambini coinvolti nel cult “It”, ma non riescono a entrare nel cuore dello spettatore. Quello che viene a mancare evidentemente è lo spirito di gruppo che animava i protagonisti del film tratto dal romanzo di Stephen King.

"Slender Man" è un film che non riesce a decollare se non in piccoli frammenti quando il mostro entra nelle menti delle sue vittime, anche se c’è tutto l’universo dei film horror nella pellicola di White, dalla chiamata misteriosa al cellulare, ai video maledetti che condannano coloro che il guardano.

La figura del mostro con arti smisurati a causa di una malattia è entrata di diritto nella storia della settima arte, da “Mother” alla saga di “Rec”. L’effetto paura funziona nelle immagini allucinate delle ragazzine disturbate dalla creature infernale, che ricordano molto “Repulsion” di Polanski. Pur sicuri che l’opera di White colpirà il target adolescenziale a cui si riferisce, consigliamo agli amanti del genere che vogliono il terrore puro di andare in una notte buia sul web dove si trova molto di meglio su Slender Man.
Ivana Faranda

  • Regia: Sylvain White
  • Cast: Joey King, Javier Botet, Annalise Basso, Julia Goldani Telles, Jaz Sinclair
  • Genere: Horror, colore
  • Durata: 93 minuti
  • Produzione: USA, 2018
  • Distribuzione: Warner Bros Italia
  • Data di uscita: 6 settembre 2018

Slender Man locandina ita

"Slender Man" è un film horror del regista Sylvain White che segue le vicende di un inquietante personaggio alto più di due metri con una faccia bianca senza occhi né naso e senza orecchie. Ha delle braccia lunghissime e dei tentacoli neri che escono dalla schiena. Indossa una camicia bianca sotto una giacca nera e dei pantaloni dello stesso colore. Oltre al suo aspetto terrorizzante è una creatura malvagia che prova piacere a rapire dei bambini.

Slender Man: un incubo nato dal web

Victor Surge ha creato questo personaggio nel 2009, da lì in poi è diventato famoso come un meme sulla rete.

Slender Man appare anche lontano dalla rete ad esempio in alcuni videogiochi a lui ispirati come “Slender: The Eight Pages” e “Slender: The Arrival”, e viene citato anche nel videogioco “Minecraft”.

Questa creatura terrorifica creata da Knudsen è stata anche al centro di un fatto di cronaca, che ha visto coinvolta una bambina di 12 anni a Waukesha in Wisconsin, questo fatto viene raccontato dal documentario andato in onda su HBO dal titolo “Beware the Slenderman”.

Il cast del film è formato da Joey King già protagonista in “The Conjuring - L’evocazione" di James Wan e in “Insospettabili sospetti” di Zach Braff. Un'altro attore del cast è Jaz Sinclair star della pellicola “Città di carta” di Jake Schreier. Tra gli interpreti principali del cast di "Slender Man" figura anche l'attrice Julia Goldani Telles meglio nota come Whitney Solloway del film“The Affair” e l'attrice Annalise Basso celeberrima per il ruolo ricoperto in "Ouija – L’origine del male" di Mike Flanagan e in “Captain Fantastic” di Matt Ross.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *