Seguimi (2017)

  • Regia: Claudio Sestieri
  • Cast: Angélique Cavallari, Antonia Liskova, Pier Giorgio Bellocchio, Josè Maria Blanco, Maya Murofushi, Nando Irene
  • Genere: drammatico, colore
  • Durata: n/d
  • Produzione: Italia, Spagna, 2017
  • Distribuzione: Stemo Distribuzione
  • Data di uscita: 22 novembre 2018

Seguimi poster"Seguimi" è un film del 2017, diretto dal cineasta Claudio Sestieri, con protagonisti Angelique Cavallari e Pier Giorgio Bellocchio. La pellicola di genere drammatico racconta le vicende di un ex tuffatrice olimpionica che, dopo essersi seriamente infortunata durante un allenamento in piscina, decide di fare ritorno a casa e recarsi in un luogo a lei emotivamente molto caro, per superare il dolore per il ritiro dalle gare. Il film è stato girato quasi interamente a Matera, mentre una settimana di riprese è stata effettuata in Spagna, a Barcellona.

Seguimi: la storia di un ritorno a casa

La protagonista di "Seguimi" è Marta Strinati (Angelique Cavallari), una tuffatrice olimpionica, che, dopo essersi seriamente infortunata si ritrova sola e disorientata. La donna in preda a una crisi emotiva ed esistenziale decide di lasciare Barcellona e si trasferisce a Matera in Italia. Una volta giunta nella famosa città dei sassi, Marta prende la decisione di rinnovare la casa-studio di suo padre, un pittore morto poco tempo prima. A Matera l'ex tuffatrice incontra Sebastian (Pier Giorgio Bellocchio), uno dei tanti artisti del borgo, uomo e pittore dal carisma indiscutibile, dal carattere magnetico e ombroso. Curiosando tra i dipinti dell'uomo, Marta scopre che la musa ispiratrice dei lavori di Sebastian è una ragazza giapponese che subito le ispira una forte sensazione di dejà vu.

La giovane donna si trova a vivere in una dimensione emotiva suscettibile e in una condizione psicologica di equilibrio precario che fa pensare che possa essere affetta dalla Sindrome di Stendhal. La già delicata situazione di Marta si complica ulteriormente per via di un mistero che verrà rivelato nel corso della storia.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *