Roma (2018)

  • Regia: Alfonso Cuaròn
  • Cast: Yalitza Aparicio, Marina de Tavira, Nancy Garcia, Jorge Antonio, Veronica Garcia, Marco Graf, Daniela Demesa, Carlos Peralta, Diego Cortina Autrey
  •  Genere: drammatico, colore
  •  Durata: 135 minuti
  •  Produzione: Messico 2018
  •  Distribuzione: Cineteca di Bologna
  •  Data di uscita: 3 dicembre 2018

Roma poster"Roma" è un film drammatico diretto da Alfonso Cuaròn, che porta sul grande schermo una storia su una famiglia che vive a Città del Messico negli anni '70. Nella pellicola si raccontano le vicissitudini di una coppia in crisi con tre figli; con loro vive la mamma della donna insieme alle sue tre domestiche. Un giorno una delle tre cameriere scopre di essere incinta, la nascita di questo bambino coincide con la separazione dei padroni di casa.

Roma: una pellicola sulle differenze di classe e sulle difficoltà delle donne

Siamo in Messico, nel 1970; Roma è un quartiere medioborghese di Citta del Messico, che in quel preciso momento storico affronta una stagione di grande instabilità economico-politica.

Al centro di "Roma" il regista mette il personaggio iconografico della domestica di origine indiana di nome Cleo, ingaggiata da un'altolocata famiglia di discendenza spagnola che vive nella capitale. La ragazza, dopo essere stata lasciata dal fidanzato, scopre di aspettare un bambino. Cleo, sola e disperata, oltre alla gravidanza deve affrontare anche le difficoltà della vita da cameriera, i compiti della ragazza non finiscono mai, mettendola in seria difficoltà.

La ragazza, inaspettatamente, troverà all'interno della casa in cui presta servizio, una preziosa alleata: la sua giovane padrona che vive una profonda crisi con il marito.

Roma: la regia e la produzione

Il film "Roma" è stato prodotto da Neflix e si è aggiudicato il Leone d'Oro al Festival di Venezia 2018. La pellicola porta la firma del grande cineasta messicano Alfonso Cuaròn, autore di molte prestigiose opere. Tra i lavori più importanti da lui diretti ricordiamo "Harry Potter e il prigioniero di Azkaban" del 2004 e "Gravity" del 2013.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *