Ritorno al crimine (2020)

Non ci resta che il crimineDopo il successo di pubblico del primo film "Non ci resta che il crimine" con ben 4,7 milioni di euro di incasso al botteghino, il regista Massimiliano Bruno riporta al cinema i viaggi temporali dei tre scapestrati amici Marco Giallini, Gianmarco Tognazzi e Alessandro Gassmann.

Ritorno al crimine: il ritorno della Banda della Magliana

Non ci sono informazioni in merito alla trama del nuovo film di Bruno,"Ritorno al crimine", ma sappiamo che troveremo ancora Marco Giallini, Gianmarco Tognazzi e Alessandro Gassmann alle prese con la voglia di vendetta di Edoardo Leo, che veste i panni del temuto e famigerato boss romano Enrico De Pedis. Riusciti a tornare nuovamente dal 1982 al 2019, i tre amici stavolta non sono soli, anche la banda e il suo leader infatti hanno attraversato il portale temporale e sono pronti a dargli la caccia per riprendersi il tesoro rubatogli. La bella e simpatica Ilenia Pastorelli dovrebbe essere nuovamente testimone delle loro tragicomiche avventure, ma non ci sono ancora certezze sul cast definitivo.

Ritorno al crimine: una banda da 4,7 milioni di incassi

All’Ischia Film Festival il regista e sceneggiatore Massimiliano Bruno afferma che il 5 marzo 2020 “Ritorno al crimine” approderà ufficialmente nelle sale dei cinema italiani, sperando che porti con se lo stesso successo di pubblico del suo predecessore. Nel Lucisano Media Group il sequel è in cantiere fin dall’uscita del primo film sui grandi schermi il 10 Gennaio 2019, e anche stavolta sarà prodotto da Fulvio e Federica Lucisano per Italian International Film - società controllata da LMG - con Rai Cinema e distribuita da 01 Distribution.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *