Ricordi? (2018)

  • Regia: Valerio Mieli
  • Cast:Luca Marinelli, Linda Caridi, Giovanni Anzaldo, Camilla Diana
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 106 minuti
  • Produzione: Italia, Francia, 2018
  • Distribuzione: Bim Distribuzione
  • Data di uscita: 21 marzo 2019

Ricordi? FilmValerio Mieli dirige una lunga e intensa storia d’amore, divisa tra ricordi e fragilità dei due protagonisti, che nello scorrere degli anni si separano e si ritrovano, senza mai lasciarsi andare davvero, entrambi consapevoli che nonostante le divergenze caratteriali si ameranno per sempre.

Ricordi?: l’amore vacillante degli opposti

Lui (Luca Marinelli) è un docente universitario di storia romana, malinconico, disilluso e misantropo, Lei (Linda Caridi) è una professoressa di Liceo, che non ha mai smesso di trovare la bellezza in ogni situazione. I due si incontrano ad una festa e, nonostante vedano il mondo da due prospettive agli antipodi, si innamorano perdutamente.

La purezza di un sentimento non sembra però essere sufficiente per garantire la riuscita della coppia, gli anni cominciano a portare alla luce le loro fragilità e le enormi differenze caratteriali: lui sembra diventare meno cinico, lei comincia a maturare, ma i loro cambiamenti indotti minano la stabilità del loro amore.

Le loro vite, sia prima che dopo essersi incrociate, vengono raccontate attraverso dei lunghi e malinconici flash back che studiano con attenzione la psicologia di entrambi i personaggi, fornendoci così un quadro dettagliato dell’identità dei due protagonisti, andando oltre la figura di due semplici innamorati.

Ricordi?: l'amore e le pieghe del tempo

A quasi dieci anni di distanza dall’acclamato esordio di Valerio Mieli con “Dieci Inverni”, il regista romano torna a parlare di amore e di coppia, sottolineando ancora una volta come il tempo sia amico e nemico di tutti gli innamorati. Aiutato da una talentuosa coppia di protagonisti (Linda Caridi e Luca Marinelli, vincitore del premio di Donatello come Migliore Attore non Protagonista), Valerio Mieli dirige un’intensa storia drammatica dove il confine tra presente e passato è quasi impercettibile.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *