Oscar 2021: tutte le nomination

Oscar 2021: tutte le nomination

Dopo i tanti ritardi a causa della pandemia di COVID-19, finalmente sono stare rese note da Priyanka Chopra Jonas e Nick Jonas le nomination agli Oscar 2021. “Mank” risulta essere la pellicola con il più alto numero di candidature.

Oscar 2021: “Mank” conduce la lista dei nominati con ben dieci nomination

Mank Oscar 2021
Mank

Quella degli Oscar 2021, come tutte le premiazioni di quest’anno, sarà un’edizione diversa dalle precedenti, e si svolgerà nel bel mezzo della pandemia.

Le sale cinematografiche sono state chiuse per mesi a causa del coronavirus e stanno riaprendo negli Stati Uniti lentamente, mentre il nostro paese è in pieno lockdown. I servizi di streaming come Netflix, Hulu e Amazon stanno ampiamente monopolizzando le premiazioni, riempiendo il vuoto lasciato dai principali Studi, che hanno rinviato molte delle loro uscite di alto profilo o le hanno vendute agli streamer.

Mank”, film diretto da David Fincher, prodotto e distribuito da Netflix, una delle società che sta ridisegnando il mondo del cinema, guida le candidature per la 93esima edizione degli Academy Awards con dieci nomination. Il biopic sulla vita di Herman J. Mankiewicz (Gary Oldman), autore della sceneggiatura di “Quarto potere”, è presente tra l’altro nelle categorie più importanti tra cui: Miglior Film, Miglior Regista (David Fincher), Miglior Attore Protagonista (Gary Oldman) e Miglior Attrice non Protagonista (Amanda Seyfried).

Miglior Film e Miglior Regista

Chloé Zhao copertina
Chloé Zhao

Seguono con sei nomination “The Father”, “Judas and the Black Messiah”, “Minari “, “Nomadland”, “Sound of Metal”, “Il processo ai Chicago 7”, tutti presenti nella categoria Miglior Film insieme al già citato “Mank” e a “Una donna promettente”, che ha ottenuto cinque nomination.

Tra questi “Judas and the Black Messiah” è il primo film con un team di produttori tutto nero – Shaka King, Charles D. King e Ryan Coogler – ad essere nominato nella categoria più importante degli Academy.

Merita attenzione il fatto che per la prima volta vengono nominate nella categoria Miglior Regista due donne: Emerald Fennell per “Una donna promettente” e Chloé Zhao per “Nomadland”. A un’analisi più precisa la Zhao è la prima donna di colore a essere nominata per la Miglior Regia, oltre che la prima donna in assoluto a ricevere quattro nomination in un solo anno.

Sempre nella categoria Miglior Regista sono presenti il già citato David Fincher per “Mank”, Thomas Vinterberg per “Un altro giro” e Lee Isaac Chung per “Minari”, quest’ultimo già premiato al Sundance Film Festival e ai Golden Globe come Miglior Film Straniero.

Il danese “Un altro giro”, storia di quattro insegnanti che mettono in pratica una teoria secondo la quale un costante stato d’ebbrezza porterebbe enormi benefici alla quotidianità, è presente anche nella categoria Miglior Film in lingua Straniera.

La rivincita degli interpreti di colore agli Oscar

Chadwick Boseman Oscar
Chadwick Boseman

Nove attori di colore si sono guadagnati la nomination agli Oscar 2021. Steven Yeun, protagonista di “Minari” è diventato il primo americano asiatico mai nominato come Miglior Attore; nella stessa categoria, la star di “Sound of MetalRiz Ahmed è la prima persona di origini pakistane mai nominata agli Oscar come Attore. Sempre per “MinariYoon Yeo-jeong, nominata come attrice non protagonista, è la prima coreana mai nominata per un Oscar per la recitazione. (Yul Brynner, che è di origine mongola, ha vinto il premio come Miglior Attore per “Il re e io” del 1956, e Ben Kingsley, che è mezzo indiano, ha vinto come Miglior Attore per “Gandhi” del 1982).

Figurano tra gli altri: Chadwick Boseman, che risulta anche il primo attore di colore a guadagnarsi una nomination postuma all’Oscar per “Ma Rainey’s Black Bottom”; Viola Davis nella categoria Miglior Attrice sempre per “Ma Rainey’s Black Bottom”; Andra Day come Miglior Attrice per “The United States v. Billie Holiday”; e i candidati al Miglior Attore non protagonista Daniel Kaluuya per “Judas and the Black Messiah”, Leslie Odom Jr. (“One Night in Miami”) e LaKeith Stanfield (“Judas and the Black Messiah”).

Infine Mia Neal e Jamika Wilson sono diventate le prime donne nere nominate per il miglior trucco e acconciatura per “Ma Rainey’s Black Bottom”.

Molte serate di premiazione, come gli Emmy e i Golden Globes, si sono svolte virtualmente. Lo spettacolo degli Oscar di quest’anno si terrà presso la Union Station di Los Angeles e al Dolby Theatre il prossimo 25 aprile, anche se non è chiaro se i candidati si presenteranno per ritirare i loro premi.

Oscar 2021: le nomination

Miglior film

Miglior Regista

Miglior Attore Protagonista

Miglior Attrice Protagonista

Miglior Attore non Protagonista

Miglior Attrice non Protagonista

Miglior Film d’animazione

  • Onward – Oltre la magia (Pixar)
  • Over the Moon (Netflix)
  • Shaun, vita da pecora: Farmageddon – Il film (Netflix)
  • Soul (Pixar)
  • Wolfwalkers – Il popolo dei lupi (Apple TV Plus/GKIDS)

Miglior Film in Lingua Straniera

  • Un altro giro (Danimarca, Paesi Bassi, Svezia)
  • Shao Nian De Ni (Hong Kong)
  • Collective (Romania)
  • The Man Who Sold His Skin (Tunisia)
  • Quo Vadis, Aida?” (Bosnia)

Miglior sceneggiatura originale

Miglior sceneggiatura non originale

Miglior corto d’animazione

  • Burrow
  • Genius Loci
  • If Anything Happens I Love You
  • Opera
  • Yes-People

Miglior colonna sonora originale

Miglior canzone originale

  • Fight for You (Judas and the Black Messiah)
  • Hear My Voice (Il processo ai Chicago 7)
  • Húsavík (Eurovision Song Contest)
  • Io Sì (Seen) (La vita davanti a sé)
  • Speak Now (One Night in Miami)

Miglior montaggio

Miglior fotografia

Miglior scenografia

Miglior costumi

Migliori effetti speciali

Miglior trucco

  • Emma
  • Elegia americana
  • Ma Rainey’s Black Bottom
  • Mank
  • Pinocchio

Miglior sonoro

Miglior cortometraggio

  • Feeling Through
  • The Letter Room
  • The Present
  • Two Distant Strangers
  • White Eye

Miglior corto documentario

  • Colette
  • A Concierto is a Conversation
  • Do Not Split
  • Hunger Ward
  • A Love Song for Latasha

Miglior documentario

  • Collective
  • Crip
  • Camp
  • The Mole
  • Agent MY Octopus Teacher Time

Andrea Racca

15/03/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *