Olivia Newton-John

Cantante e attrice australiana di origine britannica, in Italia Olivia Newton-John è divenuta nota soprattutto per la sua indimenticabile interpretazione del film musicale "Grease" con John Travolta, grazie al quale è divenuta una celebrità tra le più imitate nel mondo.

Olivia Newton-John: la donna di Danny Zucko

(Cambridge, 26 settembre 1948)

Olivia Newtoron John attrice e cantanteC’era una volta una ragazza, figlia di uno scienziato ebreo premio Nobel per la Fisica, costretta a fuggire dalla sua terra natìa a causa di un male oscuro chiamato Nazismo. La bella ragazza di nome Irene e la sua famiglia trovano rifugio in una terra lontana aldilà del mare, l’Inghilterra. Ed è proprio qui che la nostra eroina incontra il suo ‘principe azzurro’ Brinley, un giovane professore di tedesco, di cui si innamora perdutamente.

I due giovani si sposano e decidono di vivere per sempre felici e contenti, e ovviamente di avere qualche erede. Nascono così Hugo e Ronda.

Qualche anno più tardi, più precisamente il 26 settembre del 1948, la giovane coppia viene allietata dall’arrivo di una bambina dagli occhi chiari e dalle guance rosa, a cui danno il nome Olivia.

Il lavoro di Brinley, ora diventato professore universitario di Tedesco, obbliga la famiglia Newton-John a trasferirsi a Melbourne in Australia quando la piccola Olivia ha solo cinque anni.

Olivia Newton-John: dai banchi di scuola alle performance canore nei tour in Europa

Durante gli anni di scuola l’ultima nata di casa Newton-John dimostra di avere delle spiccate doti canore e, a soli 14 anni, fonda con tre compagne di classe un gruppo chiamato “Soul Four”. Dopo alcune esibizioni nel bar del cognato di Olivia il gruppo si scioglie.

Il 1965 si rivela un anno importantissimo: dopo qualche comparsata nello show televisivo “Go show” e alla radio, partecipa al concorso canoro “Sing, Sing, Sing”, vincendolo. Il premio è un viaggio in Inghilterra, ma la diciassettenne Olivia inizialmente non vuole partire; grazie all’insistenza della madre decide però di prendere il volo, nel senso letterale del termine.

In Inghilterra alla fine ci rimane un anno ed è proprio qui che nel 1966 incide il suo primo singolo “Till you say be mine”. Tempo dopo anche Pat Carroll, che aveva conosciuto in Australia ai tempi della sua partecipazione al “Go show”, si trasferisce in UK e così le due decidono di dar vita al duo “Pat e Olivia”. Dopo un tour che porta le due ragazze in giro per i night club di mezza Europa il gruppo si scioglie, tuttavia Olivia decide di rimanere a Londra per tentare di sfondare come solista.

Olivia Newton-John: l'ondata di successo

Olivia Newton-John eventoDal 1970, infatti, dopo una breve parentesi nel gruppo femminile “Tomorrow”, iniziano ad arrivare i primi successi grazie alla collaborazione con i produttori Bruce Welch e John Farrar. Proprio quell’anno esce il suo album di debutto “All Things Must Pass”, al cui interno è contenuta la traccia “Banks of the Ohio” che entra nella top ten dei singoli più venduti in Australia e UK.

Nonostante il buon successo del primo album la vera svolta nella sua carriera arriva tre anni più tardi. Nel 1974 Olivia Newton-John partecipa in qualità di rappresentante del Regno Unito all’“Eurovision Song Contest”, aggiudicandosi il quarto posto con il brano “Long Live Love”. Sempre quell’anno esce il singolo “I honestly love you” con il quale vince un Grammy nelle categorie: Miglior Interprete, Miglior Singolo Country/Pop, Miglior Album e infine il disco d’oro.

Dopo quest’ondata di successo la compatriota Helen Riddy, diva della disco dance anni ’70, le consiglia di trasferirsi in pianta stabile a Los Angeles per cercare di sfondare anche nel mercato statunitense. La Newton-John segue il suo consiglio e proprio a una cena organizzata dall'amica Helen Riddy, nel 1977, incontra una persona destinata a cambiargli la vita: Allan Carr.

Olivia Newton-John: indimenticabile Sandy in "Grease"

Allan Carr infatti altri non è che il produttore di “Grease”, che appena la vede decide di affidarle il ruolo di Sandy, la protagonista. All’inizio la stella del pop non vuole la parte: ha paura di essere troppo vecchia (all’epoca aveva quasi 29 anni) per interpretare una studentessa di liceo e di apparire ridicola in quella veste. Si decide allora di fare degli ‘screening test’ con John Travolta a cui è stato affidato il ruolo di Danny, il protagonista maschile, e i test dimostrano che solo Olivia può dare il volto all'ingenua e innamorata Sandy.

Nel 1978 “Grease” esce nelle sale diventando subito un blockbuster, la colonna sonora rimane ai vertici delle classifiche per ben 12 settimane e la Newton-John ottiene, nel 1979, per la sua prova attoriale una nomination ai Golden Globe come Miglior Attrice Protagonista in una Commedia o Film Musicale e una candidatura agli Academy Awards nella categoria Miglior Canzone per “Hopelessly Devoted To You”.

Nonostante il successo regalatole da “Grease”, Olivia decide di abbandonare momentaneamente il cinema e di tornare a fare musica; nel 1981 esce “Physical”, il suo disco di maggior successo.

La musica, la sua più grande passione

Olivia Newtoron John servizio fotografico

Due anni più tardi torna però sul grande schermo, di nuovo in coppia con John Travolta, nella commedia romantica “Due come noi” (1983), che però non ottiene un grandissimo riscontro. Tuttavia la colonna sonora diventa disco di platino.

Tra il 1984 e il 1990 Olivia si dedica a tempo pieno alla musica, alla famiglia e al suo nuovo business. Nel 1984 apre infatti una catena di negozi specializzati in abbigliamento, ed esce l’album “Soul Kiss” ; sposa l’attore Matt Lattanzi da cui, nel 1986, avrà una figlia, Chloe. In questi anni frenetici fa un salto anche nel piccolo schermo, interpreta infatti Amy Miller nel film TV della Disney “Una mamma per Natale” (1990), a cui fa seguito nel 1994 “Un papà per Natale”.

 Il 1992 è un anno molto sfortunato per l’attrice e cantante: le viene diagnosticato un tumore al seno che la costringe a cancellare il tour promozionale del suo nuovo album “Back to basics”. Si sottopone a un intervento di mastectomia totale e a svariati cicli di chemioterapia.

Dopo un lungo periodo di assenza dal mondo della TV e del cinema, nel 2010 partecipa come guest star a una puntata della serie “Glee”. L’anno seguente Stephen Elliot la scrittura per interpretare Barbara, la madre della sposa, nell’esilarante quanto demenziale commedia “Tre uomini e una pecora” (2012), dove riappare in tutta la sua bellezza.

Mirta Barisi

Olivia Newton-John - Filmografia

Olivia Newton-John biografia

  • Together (1970)
  • Grease, regia di  Randal Kleiser (1978)
  • Xanadu, regia di Robert Greenwald (1980)
  • Jogo da Vida (1982)
  • Due come noi, regia di John Herzfeld (1983)
  • Una mamma per Natale (Film TV) (1990)
  • A Christmas Romance (Film TV) (1994)
  • Un party per Nick (1995)
  • Glee (Serie TV) (2010)
  • Tre uomini e una pecora, regia di Stephan Elliott (2011)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *