Modalità aereo (2019)

  • Regia: Fausto Brizzi
  • Cast: Paolo Ruffini, Pasquale Petrolo, Violante Placido, Dino Abbrescia, Caterina Guzzanti, Veronica Logan, Luca Vecchi
  • Genere: Commedia, colore
  • Durata: n/d
  • Produzione: Italia, 2019
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Data di uscita: 21 febbraio 2019

Modalità Aereo PosterUn semplice passo falso trascinerà un imprenditore di successo e un inserviente di un aeroporto in una spirale di tragicomici equivoci: il ritrovamento di un telefono in una toilette pubblica darà ad entrambi i personaggi ventiquattro ore di tempo per cambiare la propria vita.

Modalità aereo: una vita connessa

Diego è un imprenditore di successo, ricco e affascinante. Ha tutto ciò che ha sempre desiderato e tutta la sua vita da copertina è perfettamente organizzata nel suo cellulare di ultimissima generazione; senza il quale sarebbe sicuramente perso. Al polo opposto troviamo invece Ivano, un inserviente dell’aeroporto, che ha lo stesso telefonino dal 1994 e che va fiero del suo stile di vita anticonvenzionale. Un inaspettato scherzo del destino capovolgerà presto gli equilibri: Diego, in procinto di un viaggio di lavoro di 24 ore per Sidney, dimenticherà infatti il suo telefono nella toilette vicino al gate. Ivano lo troverà poco dopo, ma sorprendentemente non deciderà di restituirlo. Si apre così una serie di comici eventi che, in sole 24 ore, cambieranno per sempre la vita dei due protagonisti.

Modalità aereo: il sottile confine tra il reale e il virtuale

Nell’epoca del digitale vivere estraniati da social, chiamate o programmi di messaggistica istantanea suona quasi come un’utopia. La nostra esistenza è necessariamente connessa alle ultime avanguardie tecnologiche e tirarsi indietro da esse, equivarrebbe a ritirarsi dalla società stessa. La rivoluzione digitale ha così per sempre cambiato il nostro modo di rapportarci al prossimo ma, nonostante i suoi numerosi vantaggi, bisognerebbe stare attenti a non confondere l’ormai labile confine tra realtà e virtuale. “Modalità aereo” ci invita così a non cadere in preda agli eccessi, ma a trovare il giusto equilibrio tra tradizione e innovazione.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *