Massimiliano Bruno

Massimiliano Bruno è un poliedrico artista nostrano che passa con maestria da ruoli cinematografici a personaggi teatrali, dimostrandosi superlativo davanti e dietro la macchina da presa.

Massimiliano Bruno: l'artista che 'non può essere giudicato'

(Roma, 4 giugno 1970)

Massimiliano Bruno Cartina

Massimiliano Bruno nasce a Roma da padre avvocato e madre insegnante delle scuole medie, entrambi di origine calabrese. Il giovane Max inizia subito ad appassionarsi all'arte dell'andare in scena e ben presto, dopo la maturità, frequenta il suo primo laboratorio teatrale.

L'esordio alla regia, invece, arriverà nel 2011 con "Nessuno mi può giudicare", commedia di grandissimo successo interpretata da altri e molto noti attori italiani del calibro di Paola Cortellesi, Raoul Bova e Rocco Papaleo. Grazie alla pellicola Bruno ottiene ben cinque candidature al David di Donatello e si aggiudica il Nastro D'argento per la Migliore commedia. Pronto a cavalcare la cresta dell'onda, già l'anno successivo si dedica ad un nuovo entusiasmante progetto scrivendo, dirigendo e interpretando "Viva L'italia" assieme a Michele Placido, Ambra Angiolini, Raoul Bova, Alessandro Gassmann e Rocco Papaleo.

Incredibilmente versatile Massimiliano Bruno, scrive anche moltissime sceneggiature di film di successo, amati dal grande pubblico, come per esempio "Notte prima degli esami" - per il quale è nuovamente candidato al David di Donatello per la Migliore sceneggiatura -, "Ex" - ancora una volta in gara per la Miglior sceneggiatura - e "Maschi contro femmine" di Fausto Brizzi. Ancora ispirato dalle note di Venditti, crea lo script di "Questa notte è ancora nostra" per la regia a due mani di Paolo Genovese e Luca Miniero e successivamente quello di "Tutti contro tutti" di Rolando Ravello. Infinitamente produttivo come sceneggiatore, dà vita alla trama di "Buongiorno papà" di Edoardo Leo.

La sua seconda prova registica "Viva L'Italia" (2012), ottiene ben due candidature al David di Donatello.

In coppia con la Cortellesi a teatro

Primo passo verso il mondo dell'arte e primo amore per Massimiliano Bruno è il teatro, che continua ad avere un ruolo per lui importante. L'artista creerà una proficua collaborazione con la straordinaria Paola Cortellesi, musa ispiratrice di tre commedie teatrali: "Cose che capitano" e "Ancora un attimo" - delle quali sarà co-protagonista - e "Gli ultimi saranno ultimi", opera vincitrice di un gran numero di riconoscimenti, tra cui  il  “Premio ETI - Gli olimpici del teatro”, il prestigioso “Premio della critica 2006” e il premio “Anima”, col merito di aver scritto un testo di attualità capace di trattare con grande sensibilità la problematica attuale del mondo del lavoro. I successi continuano con "Zero", che ottiene grande riscontro da parte di pubblico; monologo da lui scritto e interpretato, diretto da Furio Andreotti. Molto apprezzati sono anche i successivi "Agostino" - con protagonisti Rolando Ravello e Alessandro Mannarino e diretto da Lorenzo Gioielli - e "Ti ricordi di me?" - interpretato, invece, da Ambra Angiolini ed Edoardo Leo, per la regia di Sergio Zecca.

Approdato anche sul piccolo schermo, scrive per note fiction e programmi televisivi come "I Cesaroni","Quelli che il calcio" e "Non ho l'età".

Instancabile e sempre amatissimo, dirige trasmissioni importanti quali "Saturday Night Live" per La7 e "80º minuto" per FX. Esilarante la sua apparizione come guest star nel noto show televisivo di successo "Boris", vincitore del Roma Fiction Festival - dove interpreta il ruolo di Nando Martellone, lo stereotipo del comico senza talento che fonda la sua performance su un unico tormentone di dubbio gusto -  e nella serie "L'ispettore Coliandro" dove calza i panni di Borromini.

Ilaria Romito

Massimiliano Bruno Filmografia - Cinema

Massimiliano Bruno Occhiali

  • Barbara, regia di Angelo Orlando (1998)
  • Si fa presto a dire amore, regia di Enrico Brignano (1999)
  • Il giorno più bello, regia di Massimo Cappelli (2005)
  • Questa notte è ancora nostra, regia di Paolo Genovese e Luca Miniero (2008)
  • Feisbum! Il film, regia di Mauro Mancini (2009)
  • Maschi contro femmine, regia di Fausto Brizzi (2010)
  • Questo mondo è per te, regia di Francesco Falaschi (2010)
  • Nessuno mi può giudicare, regia di Massimiliano Bruno (2011)
  • Boris - Il film, regia di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo (2011)
  • Viva l'Italia, regia di Massimiliano Bruno (2012)
  • Tutti contro tutti, regia di Rolando Ravello (2013)
  • Confusi e felici, regia di Massimiliano Bruno (2014)
  • Beata Ignoranza, regia di Massimiliano Bruno (2017)

Massimiliano Bruno Filmografia - Televisione

  • Linda e il brigadiere (1997)
  • I.A.S. Investigatore allo sbaraglio, regia di Giorgio Molteni (1998)
  • Un medico in famiglia 2 (1999)
  • Non ho l'età, regia di Giulio Base (2000)
  • Non ho l'età 2, regia di Giulio Base (2002)
  • Nessundorma, regia di Celeste Laudisio (2004)
  • Due sul divano, regia di Cristiano D'Alisera (2004)
  • La omicidi, regia di Riccardo Milani (2004)
  • Due sul divano 2, regia di Cristiano D'Alisera (2005)
  • L'ispettore Coliandro, regia dei Manetti Bros (2006-in corso)
  • Boris, regia di Luca Vendruscolo, Mattia Torre e Giacomo Ciarrapico (2008)

Massimiliano Bruno Filmografia - Regista

  • Nessuno mi può giudicare (2011)
  • Viva l'Italia (2012)
  • Confusi e felici (2014)
  • Gli ultimi saranno ultimi (2015)
  • Beata Ignoranza (2017)

Massimiliano Bruno Filmografia - Sceneggiatore

  • Notte prima degli esami, regia di Fausto Brizzi (2006)
  • Notte prima degli esami - Oggi, regia di Fausto Brizzi (2007)
  • Questa notte è ancora nostra, regia di Paolo Genovese e Luca Miniero (2008)
  • Ex, regia di Fausto Brizzi (2009)
  • Tutto l'amore del mondo, regia di Riccardo Grandi (2010)
  • Balla con noi, regia di Cinzia Bomoll (2011)
  • Maschi contro femmine, regia di Fausto Brizzi (2010)
  • Femmine contro maschi, regia di Fausto Brizzi (2011)
  • Nessuno mi può giudicare, regia di Massimiliano Bruno (2011)
  • Viva l'Italia, regia di Massimiliano Bruno (2012)
  • Tutti contro tutti, regia di Rolando Ravello (2013)
  • Buongiorno papà, regia di Edoardo Leo (2013)
  • Confusi e felici, regia di Massimiliano Bruno (2014)
  • Beata Ignoranza, regia di Massimiliano Bruno (2017)

Related posts

1 Comment

  1. Pingback: “Detective per caso”, il cinema che abbatte le barriere della disabilità. Evento del 18 e 19 marzo – Articolo21

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *